Osteopatia – i principi e i rimedi della medicina alternativa osteopatica

41
medicina osteopatica

Bombardati come siamo da pasticche e sciroppi non sempre ci accorgiamo delle “nuove” discipline curative che, fortunatamente, nel XXI secolo stanno sempre più prendendo piede, tra le quali l’osteopatia.

La pratica della medicina osteopatica inizia in America nel 1800 grazie all’opera del dott. Andrew Taylor Still che, trovandosi a contatto con soldati feriti durante la guerra civile e avendo a che fare con la malattia dei suoi figli, giunse al punto di non fidarsi più della medicina tradizionale.

Ciò che il medico americano giunse a credere è che il corpo, essendo in continuo movimento, è in grado di curarsi da solo e ciò grazie a delle manipolazioni sul sistema osseo-scheletrico capaci di ristabilire l’equilibrio naturale.

Oggi per semplici mal di testa il primo antidolorifico che abbiamo a portata di mano diventa il nostro migliore amico al quale ricorriamo puntualmente ogni mese senza pensare che il suo ripresentarsi così costante, possa essere in realtà curato del tutto e non solo allontanato momentaneamente.

L’osteopatia, a differenza dei farmaci convenzionali e della medicina più standard, non vuole procurarci immediato sollievo tramite chissà quale bomba chimica, l’osteopatia vuole risalire all’origine del dolore che si prova ed è per questo che se ci troviamo di fronte a un osteopata, prima di iniziare la manipolazione, egli ci sottoporrà a un’attentissima anamnesi che porterà a ricordarci e a comunicargli qualsiasi tipo di trauma avuto in passato, dallo slogamento della caviglia al bruxismo ai disturbi legati alla digestione.

Una volta appresi i disturbi, le patologie, le sintomatologie che ci hanno e che ci assillano, l’osteopata passa alla “palpazione” ovvero inizia a tastare delicatamente vari punti del corpo che potrebbero essere causa del dolore provato nel presente. Se abbiamo dolore al ginocchio, probabilmente la causa non è il semplice slogamento, ma potrebbero essere implicati i lombi così come la colonna vertebrale e così via.

Ogni osteopata ha un proprio metodo, ogni problema ha bisogno di un proprio tempo di trattamento, può bastare un’unica seduta come ne potrebbero servire di più, ogni corpo è diverso ed è per questo che il tempo di reazione naturalmente indotto è strettamente personale.

Oggi, anche in Italia, aumentano le scuole per la formazione osteopatica, aumentano le cliniche e i professionisti che acquistano sempre più fiducia rispetto a fisioterapisti e ortopedici.

I sette più importanti principi dell’osteopatia:

  1. Il corpo è una unità.
  2. La struttura e la funzione sono reciprocamente inter-correlate.
  3. Il corpo possiede dei meccanismi di autoregolazione e autoguarigione (omeostasi).
  4. Quando la normale adattabilità è interrotta, o quando dei cambiamenti ambientali superano la capacità del corpo di ripararsi da sé, può risultarne la malattia.
  5. Il movimento dei fluidi corporei è essenziale al mantenimento della salute.
  6. Il sistema nervoso autonomo gioca una parte cruciale nel controllare i fluidi del corpo.
  7. Ci sono componenti somatiche della malattia che sono non solo manifestazioni della malattia, ma anche fattori che contribuiscono al mantenimento dello stato di malattia.