Otto consigli per la gastrite

465
mal di stomaco gastrite

La gastrite è un disturbo che compare con bruciore, dolore addominale e talvolta nausea e vomito. Questi segnali potrebbero essere i sintomi di questa malattia dovuta a diversi fattori:

  • alimentazione
  • fumo
  • stress
  • farmaci
  • batterio

Come combattere la gastrite e come prevenirla? Ecco 8 semplici e pratici consigli.

Mangiare yogurt

Molte persone che soffrono di gastrite evitano lo yogurt perchè credono erroneamente che il sapore acidulo possa peggiorare la malattia. In realtà, i succhi gastrici hanno un’acidità molto più elevata dello yogurt.

Lo yogurt, inoltre, è ricco di batteri buoni che proteggono la mucosa dello stomaco. I probiotici di questo alimento migliorano anche i sintomi degli effetti collaterali indotti dai farmaci. Consumare yogurt al mattino a stomaco vuoto per apportare benefici alla gastrite.

Limitare caffè ed evitare alcolici

La caffeina aumenta la secrezione acida dello stomaco e per questo, chi ha la gastrite, non dovrebbe bere più di una o due tazzine al giorno (anche in gravidanza).

Preferite il caffè dopo i pasti perchè i cibi solidi tamponano questa produzione acida. Quando berlo? Al mattino e dopo pranzo, mai dopo le ore 16. In alternativa optate per il ginseng e il decaffeinato, ma sempre senza esagerare.

Gli alcolici, invece, devono essere banditi totalmente dalla dieta. L’alcol è dannoso per la mucosa dello stomaco, esso libera la gastrina (l’ormone che aumenta la produzione di acido cloridrico), causando anche lesioni alle pareti dello stomaco.

Scegli i cibi giusti nei  momenti giusti

Ci sono alcuni cibi che sono benefici per la gastrite:

  • broccoli
  • cavoli
  • aglio e cipolla
  • frutti di bosco (ricchi di sostanze antinfiammatorie)
  • porcini e champignon (ricchi di polisaccaridi protettivi per lo stomaco)

E’ consigliabile, inoltre, bere molta acqua e consumare 6 piccoli pasti al giorno. La giornata tipo: yogurt a colazione, banana a metà mattina, pasta o riso a pranzo, frutta alle 16, due cracker alle 18 e pesce o carne a cena.

Non fumare

La sigaretta fa male a tutti gli organi del corpo ed è dannosissimo per chi soffre di gastrite. La nicotina favorisce l’accumulo di secrezioni acide e quindi di bruciore, e si rischiano ulcere.

Il fumo causa lesioni allo stomaco che diventano terreno fertile per la formazione di tumori.

Praticare sport leggeri

Il movimento e gli sport leggeri favoriscono la peristalsi e la motilità intestinale, agendo positivamente su chi soffre di gastrite. Inoltre lo sport rilascia endorfine (ormoni de buonumore) che riducono gli acidi gastrici.

Test dell’Helicobacter

L’Helicobacter pylori è un batterio a forma di elica che è presente nella mucosa gastrica della maggior parte delle persone. E’ il maggiore responsabile di gastrite, ulcere e tumori allo stomaco.

Oggi è possibile scoprire il batterio grazie al test sulle feci o a quello sul respiro. Entrambi possono essere richiesti al medico e non sono invasivi.

No Stress

Lo stress è causa di numerosi disturbi, tra cui la gastrite. L’ansia aumenta i livelli di cortisolo e adrenalina nell’organismo stimolando il sistema nervoso simpatico (che produce più acidi gastrici).

Rallentare e ridurre lo stress sono necessari per evitare di ammalarsi di gastrite o peggiorare la situazione.

Erbe

Alcune erbe e piante sono un toccasana per la gastrite. Ne sono esempi:

  • camomilla
  • melissa
  • passiflora
  • zenzero
  • liquirizia
  • aloe vera

Tutte queste erbe hanno proprietà digestive, antinfiammatorie, antispasmodica, antibatterica e protettiva. Potete assumerle sotto forma di decotti, tisane e capsule, mai senza aver prima consultato il medico (soprattutto se i sintomi persistono da tempo e si è allergici alle erbe).