Pillola anticoncezionale di ultima generazione

482

 

La pillola anticoncezionale perfetta per te oggi esiste, basta solo trovarla! La pillola ideala significa che non si deve sentire, cioè non deve avere alcun effetto collaterale sul corpo femminile: no ritenzione idrica, no gonfiore, no aumento di peso, no calo del desiderio, no mal di testa, no problemi di alcun genere.

Oggi non bisogna accontentarsi della prima pillola che il medico prescrive, infatti sul mercato esistono pillole di seconda, terza e quarta generazione, e bisogna quindi provare varie soluzioni fino a trovare quella giusta per il proprio corpo. Queste tipologie di anticoncezionale si differenziano per il mix e la concentrazione di ormoni. L’estrogeno è sempre lo stesso, solo che in quelle di terza e quarta generazione il dosaggio è stato ulteriormente abbassato. E inoltre cambia il tipo di progestinico associato. Il tutto allo scopo di ridurre al minimo i fastidiosi effetti collaterali ben noti.

Altra novità è la pillola bio, cioè una pillola combinata che contiene un progestinico simile al progesterone naturale e 17beta-estradiolo, un estrogeno identico a quello prodotto dalle ovaie. La pillola bio (Klaira, Zoely) in genere è ben tollerata, ha un impatto molto ridotto sul metabolismo, incide poco sui trigliceridi, sul colesterolo e sui valori del fegato. Inoltre non fa calare il desiderio sessuale. Insomma, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Rammentiamo che comunque qualsiasi pillola anticoncezionale si assuma, va fatto sotto il controllo del medico ed eseguendo tutti gli esami necessari. Questo perchè nonostante vengano definite pillole bio o di ultima generazione, parliamo sempre di un farmaco, un prodotto farmaceutico che interagisce con il sistema endocrino della donna e quindi con il suo equilibrio naturale!

Ecco perchè se si assume la pillola anticoncezionale è fondamentale mantenere una sana quotidiana attività fisica. Basterà anche un semplice esercizio come salire e scendere i gradini contando fino a 50 almeno tre volte al giorno. Inoltre è importante assumere tutti i giorni (meglio se a colazione) vitamina B9 o acido folico (riduce il rischio di trombosi), mangiare 30 grammi di fiocchi d’avena integrali a colazione (abbassano il colesterolo cattivo), bere almeno due litri d’acqua naturale al giorno (aiuta i reni a lavorare meglio).

Se in famiglia si sono verificati casi di trombosi, la pillola può essere assunta, ma i controlli medici dovranno essere costanti, optando per una pillola che contenga come estrogeno l’etinilestradiolo e come progestinico levonorgestrel (l’ideale anche in caso si soffra di spotting o di cisti ovariche).

Queste formulazioni sono proprio quelle che hanno meno effetti sulla coagulazione del sangue. Qualora il flusso mestruale sia particolarmente abbondante l’ideale è la pillola continuativa, cioè una pillola a basso dosaggio da prendere ininterrottamente. Se il problema è il gonfiore, la formulazione consigliata è quella a base di drospirenone: un progestinico che ha anche un effetto lievemente diuretico. Questa formulazione è ottima anche nel caso il problema sia il calo del desiderio, l’acne o la peluria eccessiva.

Qualunque pillola anticoncezionale si assuma, ogni 12 mesi bisognerebbe fare un controllo dal ginecologo, che verificherà la pressione e gli esami del sangue.

Qualora si verifichino episodi di spotting, sfoghi cutanei, nausea, allora forse devi cambiare pillola, consulta sempre il ginecologo che ti saprà fornire la soluzione migliore per te. Ricorda che la pillola anticoncezionale è comunque un farmaco: se hai gravi problemi di coagulazione o di pressione molto alta, non fa per te.

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.