Quali sono i 6 migliori semi naturali da consumare?

490
semi

La cucina vegetariana e vegana offre agli individui il consumo di piccoli semi utili per il benessere dell’organismo. Ne esistono tantissimi tutti provenienti dal mondo naturale e “bio“. Ovviamente anche gli amanti della dieta mediterranea possono consumarli perchè aiutano tante funzioni del nostro organismo e favoriscono l’eliminazione di piccoli fastidi legati al metabolismo e alla motilità intestinale.

Scopriamo insieme i 6 migliori semi da assumere quotidianamente ed inserire nel proprio regime alimentare.

Semi di chia

I semi di chia sono i semi più conosciuti nell’alimentazione biologica. Sono piccole pepite nere che possono essere consumate sia cotte che crude. I semi di chia sono ricchi di:

  • omega 3
  • fibre
  • vitamine
  • minerali
  • calcio

Sono semi importanti per il benessere del nostro organismo grazie alle proprietà antiossidanti ed energetiche. I semi di chia non contengono glutine, quindi adatti anche ai celiaci. Hanno un basso indice glicemico e favoriscono l’attività intestinale regolarizzandola grazie a proprietà emollienti.

Si trovano nei supermercati, erboristerie e tutti i negozi di prodotti biologici. Il costo varia a seconda di dove viene acquistato e dalla marca. In ogni caso si aggira intorno ai 6 euro.

Semi di zucca

Sappiamo che la zucca ha molteplici proprietà e benefici per il nostro organismo. Non poteva essere diversamente per i suoi semi. L’assunzione dei semi di zucca è consigliata soprattutto per gli uomini perchè favorisce la protezione dei danni alla prostata.

I semi di zucca vengono assunti anche come rimedio antinfiammatorio

Semi di sesamo

Il sesamo è da sempre conosciuto come l’integratore naturale per eccellenza. Ha un alto contenuto di minerali e vitamine, infatti nei semi di sesamo possiamo trovare manganese, rame, calcio, fibre e vitamina B1. E’ consigliabile non assumere altissime quantità di sesamo, ma seguire sempre il parre di un esperto in base ai propri disturbi.

In genere il sesamo ha la proprietà di ridurre il colesterolo, la pressione sanguigna e aumentare le risorse di Vitamina E.

Semi di finocchio e semi di uva

Questi due semi forse sono i meno conosciuti all’interno di regimi alimentari. Ma entrambi godono di benefici notevoli per il nostro organismo. I semi di finocchio sono ricchi di ferro e fanno bene a chi soffre di disturbi dell’apparato digerente, raffreddore  e mal di gola.

La dose consigliata è di un cucchiaio ed è un ottimo rimedio anche per coloro che soffrono di reni e asma. I semi di uva sono i semi “sconosciuti”. In pochi infatti conoscono le potenzialità di questi minuscoli chicchi dalle molteplici proprietà.

Contengono Vitamina E e antiossidanti benefici per l’organismo. Vengono assunti per contrastare e regolare il colesterolo e l’ipertensione.

Semi di girasole

I semi di girasole sono tra quelli più conosciuti, diffusi ed amati per le proprietà benefiche. Vengono perfino assunti dalle donne in gravidanza grazie alla presenza dellacido folico. I semi di girasole sono ricchi rame e selenio, oltre che di vitamina E.

Vengono assunti per contrastare problemi di digestione, prevenire problemi cardiaci e aiutare chi soffre di stitichezza.

I semi di canapa sono gli ultimi (non per importanza) semi della salute! la canapa contiene proprietà importanti per aiutare a migliorare le funzioni del nostro organismo. Sono un’ottima fonte di proteine e contengono 10 differenti amminoacidi.

Sono importanti per prevenire patologie cardiache e secondo alcuni studi anche forme di cancro. In tanti assumono l’olio di canapa per usi personali e in cucina.

I semi della salute sono piccoli ma con grandi benefici! Provali ma non sostituirli mai ad una dieta sana e bilanciata.