Quali sono i migliori tagli per le diverse forme del viso?

25

Ogni donna dovrebbe sapere che a seconda della sua forma del viso così va scelto lo specifico taglio dei capelli. Sebbene infatti ci sia un’abbondante libertà di scelta tra gli stili e le pettinature proposte, dobbiamo ammettere che non tutto sta bene a tutte!Non è infrequente vedere persone che si fissano su un determinato taglio e lo vogliono solo perché l’hanno visto su di un’altra persona ed è piaciuto, senza però considerare le dovute differenze geometriche del viso e della stessa forma della testa e dei lineamenti che invece incidono primariamente nella scelta della capigliatura più adatta.

Senza le regole basilari, molte rischiano di star male nonostante lo sforzo del parrucchiere e i soldi spesi per realizzare tagli anche complessi.

La prima cosa da fare quando si decide di cambiare taglio dei capelli è esaminare attentamente la propria forma del viso. A seconda del tipo che abbiamo sarà preferibile dirigerci su di un taglio piuttosto che un altro.

Viso ovale: si caratterizza per essere più ampio all’altezza delle guance e si stringe delicatamente verso il mento. Può essere considerata la forma ideale per qualsiasi taglio che sarà in ogni caso adatto ad esaltarne le qualità.

Viso tondo: essendo tondo non presenta angoli pronunciati, per cui tende ad allargarsi sia nella zona delle guance che del mento e della fronte. Per tale motivo chi ha questo tipo di viso avrà necessità soprattutto di creare maggiore altezza rispetto alla fronte di modo da mascherare al meglio la pienezza eccessiva. Un taglio scalato, con un’abbondante volume sulla testa, magari attraverso la cotonatura, sarà sicuramente il più adatto. Sulle lunghezze invece è preferibile sfoltire il più possibile per non aumentare l’effetto tondo. Anche un baschetto può fare al caso vostro, con o senza frangetta, l’importante in tal caso è che abbiate capelli lisci o al massimo ondulati e preferibilmente sottili. Non è facile da tenere per chi ha i capelli ribelli e ricci. Ricordate sempre di volumizzare alle radici.

Viso triangolare: si ha una fronte stretta e una linea mascellare pronunciata. Obiettivo? Donare spazio alla fronte per equilibrarla alla parte inferiore. Così vi staranno sicuramente bene i tagli corti e voluminosi alla radice. Le acconciature migliori sono quelle ricce. Se non li avete ricci i capelli, potete cotonarli o inserire dei bigodini per creare un ‘effetto mosso e voluminoso, con i capelli che cadono almeno fino all’orecchio.

Viso triangolare rovesciato: all’opposto del precedente, qui si hanno fronte larga con mandibola e mento stretto. I tagli da scegliere sono quelli pari all’altezza del mento o poco più sotto e frangia per rendere omogenea ed equilibrata la figura nel complesso. Potete optare sia per il liscio che per il riccio.

Viso quadrato:ci sono due tipologie di viso quadrato; in via generale si presenta con fronte ampia e linea mascellare ugualmente ampia e pronunciata. Nello specifico può tendere poi di più alla forma rettangolare se il viso è piccolo o viceversa al quadrato se già di suo il viso è grande. In quest’ultimo caso, un po’ come il tondo bisogna conferire slancio al viso, aggiungendo volume alla parte superiore e alle punte, magari con boccoli, ma non ai lati che devono essere sfinati e un po’ sfoltiti, grazie anche ad un taglio scalato. Consigliati anche la frangia o le pieghe dei capelli verso l’interno all’altezza della mandibola, per addolcire i lineamenti. Se il viso tende più al rettangolare, si seguono gli stessi consigli ma in più si cerca di volumizzare in toto magari con una capigliatura riccia, che scenda ai lati del viso per non dare effetto rettangolo.

Infine consigliamo di sperimentare uno dei tanti programmi esistenti in rete, per la prova dei tagli e delle acconciature grazie ad una vostra foto che andrete ad inserire. E’ molto facile, divertente ma soprattutto utile per avere una chiare idea non solo del taglio da fare ma anche eventualmente del colore dei capelli o di una specifica acconciatura.