Quali sono le cause delle orecchie a sventola? E come si può prevenire o rimediare?

1303

Le orecchie a sventola, mono o bilaterali, si formano a causa di una malformazione della cartilagine che conferisce quella tipica forma detta appunto a sventola con l’estremità superiore dell’orecchio che tende verso l’esterno in  modo piuttosto pronunciato. Ed è proprio tale specifica conformazione che spesso è causa di disagi sociali per le persone che ne soffrono, i quali non di rado durante l’infanzia sono oggetto di scherzi, prese in giro, determinando così una insicurezza alla base, incidendo sulla loro vita sociale.

E se le donne possono sfruttare la lunghezza dei capelli per mascherarle e quindi riuscire in qualche modo a conviverci, agli uomini questo non è concesso, per cui il difetto fisico è sempre evidente.

Nonostante ciò, è bene precisare che si tratta solo di una differente conformazione della cartilagine che non pregiudica le funzionalità dell’orecchio. Si è potuto constatare che tale caratteristica fisica dipende nella maggior parte dei casi da questioni ereditarie, tanto che il feto le svilupperebbe intorno al sesto mese di gravidanza, nell’utero materno.  Solo una minima percentuale di casi è riconducibile a fattori non ereditari.

Rimedi orecchie a sventola

Quando il bambino è molto piccolo, si usano degli accorgimenti per correggere in modo naturale l’assestamento delle cartilagini, le quali in tale fase di vita sono ancora molto morbide e in corso di formazione; ciò permette di tentare un recupero. In passato si poneva una fascetta stretta intorno al capo per tenere le orecchie del neonato il più aderente possibile alla testa, a scopo preventivo, perché si pensava che alla nascita, a seconda delle posizioni assunte si potevano formare.

E ancora oggi ci sono dei metodi simili per correggere e impostare la conformazione. Ma come detto poc’anzi, essendo una questione genetica, non è detto che le fasce riescano sempre ad avere l’effetto sperato anche perché le orecchie crescono nel corso di tutta la vita, aumentando la cartilagine e determinando quindi modificazioni anche da adulti.

Auricoplastica per orecchie a sventola

Oggi, per chi proprio non riesce a convivere con le sue orecchie, la vera soluzione è data dall’auricoplastica consistente in un’incisione del solco retroauricolare mediante cui si offre la possibilità di modificare dimensioni, forma e attaccatura delle orecchie , riportandole in posizione naturale ed eliminando se del caso cartilagine in eccesso. L’intervento viene eseguito in strutture specializzate, in day hospital e prevede una semplice anestesia locale e operazione al laser per una durata complessiva di 2 ore circa.

Costi auricoplastica

Il costo dell’intervento dipende dalla consistenza dello stesso, si parte dai 2.000 euro fino ad arrivare ai 3.000-4.000 euro per quelli più importanti. Anche il decorso post operatorio è breve, si parla di 3-4 giorni per ritornare a fare tutte le attività di sempre. Inoltre le cicatrici sono invisibili, innanzitutto perché si tratta di micro incisioni e poi perché le stesse vengono effettuate nella zona di ripiego della pelle, così l’intervento è del tutto privo di segni visibili.

C’è comunque da dire che questo tipo di plastica rappresenta oggi solo il 5% delle operazioni totali di chirurgia estetica, è dunque relativamente poco diffusa, non perché non sia efficace ma semplicemente perché gradualmente questo difetto non è più avvertito come complesso, anzi; anche personaggi celebri, del mondo dello spettacolo non rinunciano ad esibirle con disinvoltura.