Rimedi naturali per la pelle del viso screpolata

120
migliori-oli-antirughe

Nei mesi freddi la pelle del viso è messa a dura prova: le basse temperature, smog e vento la rendono più secca, arrossata e screpolata. Consigliamo di prendersene cura per non rovinarla per sempre. Ecco cause e rimedi per rimediare tempestivamente a questo problema.

Il freddo nemico della pelle

Quando il termometro scende i capillari del viso si restringono provocando una minore ossigenazione della pelle. Poi quando entriamo in un ambiente riscaldato gli stessi capillari di dilatano di colpo e questa differenza di temperatura la indebolisce.

Quando gli ambienti sono molto riscaldati l’acqua contenuta nella pelle evapora più velocemente rendendola secca. Inoltre le polveri dell’inquinamento nei mesi freddi aumentano e si depositano sul viso impedendo la naturale traspirazione della pelle.

Questo causa un’aggressione continua della barriera cutanea che a lungo andare non fornisce più un’adeguata protezione. Così la sensibilità della nostra pelle aumenta provocando rossori, irritazioni e dermatiti. Seguendo questi consigli la nostra pelle non subirà traumi ma resterà liscia e protetta

Errori da evitare e rimedi naturali

Durante la stagione fredda in tanti usiamo per lavarci l’acqua molto calda. Un’operazione assolutamente errata, da evitare. Tutto questo provoca le dilatazioni dei capillari e tutto quello che abbiamo spiegato in precedenza. Consigliamo invece di lavare il viso due volte al giorno con acqua appena tiepida, al mattini per rinfrescarla e per darle maggiore vitalità e alla sera per eliminare le sostanze inquinanti presenti nell’atmosfera e per togliere ogni taccia di trucco.

Il viso va anche asciugato bene perché le goccioline di acqua che restano sulla pelle soprattutto attorno a bocca e occhi a contatto con l’aria fredda possono creare screpolature. un altro suggerimento è applicare sul viso una volta a settimana per dieci minuti circa un impacco con il pane bagnato nell’acqua tiepida e avvolto in un panno di cotone. Il pane contiene amido, sostanza che produce un effetto calmante. È’ utile anche preparare infusi di malva o camomilla, filtrarlo e passarlo sulla pelle, picchiettando con i polpastrelli delle dita.

Un’altra buona abitudine da continuare per tutto l’anno è applicare mattina e sera una buona crema idratante naturale. Si consigliano quelle naturai con delta-lattone e fospidin, un composto attivo formato da sostanze naturali come fosfolipidi di soia e zuccheri. Massaggiare la pelle con la crema con movimenti circolari. Questa operazione quotidiana ridarà morbidezza, idratazione ed elasticità alla vostra pelle

Alimenti che aiutano la pelle

L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale nel benessere della pelle. Nei mesi più freddi è importante mangiare bene e sano e consumare cibi che aiutano l’equilibrio della vostra pelle. Vi consigliamo il consumo di spinaci e carote che contengono vitamina E.

Questa vitamina è utile contro gli arrossamenti. Importanti allo stesso modo sono anche agrumi, kiwi, pomodori, peperoni, cavoli e broccoli ricchi di vitamina C che fa aumentare le difese immunitarie e mantine elastiche le pareti dei vasi sanguigni.

Fragole, lamponi e ribes non devono mai mancare nella nostra alimentazione quotidiana perché contengono flavonoidi che migliorano la circolazione sanguigna. Fegato e aringhe ricchi di vitamina A imprtante perché ripara e rinnova le cellule della pelle. Merluzzo e sgombro ricchi di Omega 3, i grassi ‘buoni’ che mantengono giovani.

Non dimenticate mai di associare a queste buone abitudini il consumo giornaliero di almeno due litri di acqua e mangiare anche un po’ di cioccolata. Ebbene sì, la cioccolata è un’amica della pelle, ovviamente non eccedere nel consumo. Essa contiene il triptofano, sostanza che stimola la pelle e…anche i sensi!