Bella la mattina? Comincia dalla sera

36

La bellezza della mattina, si costruisce durante la notte: l’organismo infatti si rinnova, e le cellule danneggiate dal sole, dallo smog, dalle tossine, dal fumo, dallo stress… vengono riparate mentre dormiamo. Appare dunque ovvia l’importanza del prendersi cura della propria pelle ogni sera, prima di andare a coricarsi, e di aiutare il nostro organismo a mantenersi giovane e a rigenerarsi (anche perché il Ph diviene più acido e aumenta l’esfoliazione naturale).

Sono fondamentali perciò alcune azioni, che devono divenire consuetudini e rituali ogni sera:

Lavatevi bene il viso per ripulirlo da tutti i prodotti di bellezza che gli avete applicato, nonché per liberarlo da tutte le tossine che ha accumulato durante il giorno dall’ambiente esterno. Il trucco / il dopobarba lasciato sulla pelle durante la notte, ostruisce i pori, non fa respirare e facilita l’insorgenza dell’acne: è comprovato che una persona che non si strucca la sera, tende ad invecchiare molto più velocemente rispetto a chi lo fa con regolarità.

La crema, il latte o l’olio detergente sono costituiti da sostanze grasse a base di mais, avocado, jojoba, vaselina e karitè (soprattutto gli olii), che insieme all’acqua favoriscono il distacco dei sedimenti di sporco e rilassano la superficie cutanea.

Fate lo scrub alla pelle del viso una volta la settimana (molto delicato!) oppure fate sempre un lavaggio esfoliante la sera, con prodotti appropriati: di notte, il sistema linfatico lavora per espellere i rifiuti, comprese le cellule morte della pelle che la inibiscono nel suo naturale funzionamento, quindi è importante aiutarla ad essere più pulita possibile.

Utilizzate quindi delle creme che contengano retinoidi, che derivano ​​dalla vitamina A, e peptidi (frammenti di proteine), che riescono ad aiutare il corpo nella riparazione del collagene: l’invecchiamento, i raggi solari e le espressioni facciali rendono sempre più arduo questo compito e questi prodotti sono ottimi come aiuti per la notte (di giorno, potrebbero irritare la pelle con l’effetto del sole).

Idratate poi moltissimo la pelle: crescendo, la quantità di umidità contenuta nell’epidermide va diminuendo sempre più ed è importantissimo aiutarla, con creme specifiche, per mantenerla elastica e proteggerla, mediante una pellicola sulla superficie che trattenga l’umidità. Ciò conferisce anche un aspetto più turgido alle cellule superiori, nasconde o rende meno evidenti le rughe, stimola la circolazione (e, di conseguenza, il rinnovo cellulare) e fa apparire la pelle più giovane.

Bere molto durante il giorno non è sufficiente per la salute della pelle, quindi: scegliete prodotti che contengano glicerina, acido ialuronico, vegetali ricchi di acidi grassi e antiossidanti, prestando molta attenzione al vostro tipo di pelle.

Se avete la pelle né troppo grassa né troppo secca, la crema idratante deve contenere molta vitamina A ed E, in quanto è un perfetto antiage e dà sollievo; se avete la pelle secca (la sentite tirare), optate per un’emulsione ricca di olii idratanti e nutrienti; se avete la pelle grassa infine, evitate le creme che contengono olii e che favorirebbero la comparsa di punti neri e brufoli.

Per gli occhi, che è la zona più delicata da cui dovete cominciare (le famose “zampe di gallina”), preferite prodotti con antiossidanti e ingredienti che agiscano sul gonfiore, come la camomilla ed il cetriolo; devono essere creme molto leggere e non grasse o gel con olii finissimi perché, in caso contrario, possono far gonfiare questa zona. Picchiettate quindi il prodotto con l’anulare in piccole quantità sotto gli occhi e sopra la piega della palpebra, senza tirare la pelle, fino a quando la crema sia penetrata.

Passate poi al viso e al collo, applicando con le dita una piccola quantità sulla fronte, sulle guance, sul naso e sul collo: distribuitela dal basso verso l’alto, con leggeri movimenti, finché non viene completamente assorbita. Se l’idratante non viene assorbito in pochi minuti, significa che ne avete steso troppo: utilizzando un fazzolettino di carta, tamponate la parte in eccesso.