Semi di canapa: come si usano e a cosa servono

51
semi di canapa

I semi di canapa per uso alimentare sono estratti dalla pianta di canapa sativa e rappresentano un alimento gustoso e ricco di virtù. Per un quarto della loro composizione questi semi sono composti da proteine, una composizione molto speciale da incontrare nel mondo vegetale. Grazie alla presenza di aminoacidi essenziali, in grado di attuare la sintesi delle proteine, i semi sono considerati un alimento proteico completo e quindi molto impiegati dalle persone che praticano una dieta vegana e vegetariana come sostituiti della carne.

Tutte le fantastiche proprietà dei semi di canapa

I semi di canapa aiutano a rafforzare il sistema immunitario e muscolare, in quanto contengono un’ottima percentuale di acidi grassi polinsaturi, fra cui l’acido linolenico, l’acido ilinolenico e alfalinilenico. Questi acidi sono essenziali per il funzionamento dei muscoli e del sistema nervoso, ma lavorano in modo positivo anche nei confronti del sistema ghiandolare, proteggendolo e favorendone il corretto funzionamento.

Incredibilmente la proporzione tra omega 3 e omega 6 presente nei semi di canapa è estremamente bilanciata, per cui questi semi si propongono come protettori del sistema cardiovascolare e come un valido aiuto per regolarizzare la pressione cardiaca. L’alto contenuto di vitamina E li rende infine degli ottimi antiossidanti e amici della pelle, in quanto abili nel favorirne la rigenerazione.

I semi di canapa possono essere consumati al naturale nelle insalate, nelle macedonie o aggiunti a spremute e succhi di frutta. Il loro sapore è molto buono e la composizione leggermente farinosa. Chi ama cimentarsi nella cucina vegetariana può preparare il tofu di semi di canapa oppure dare vita alla preparazione di latte di semi di canapa, una bevanda ricca di elementi nutrienti e dall’ottimo sapore. Per queste preparazioni è utile procurarsi la farina, oppure triturare i semi con il mixer.

I semi di canapa sono ormai facili da reperire nei negozi biologici e in molti portali on line specializzati nell’alimentazione di qualità. Chi non ama il gusto dei semi o la loro consistenza può scegliere di consumare l’olio estratto dai semi della pianta. In commercio si possono trovare delle bottigliette di questo geniale prodotto ad un costo equilibrato, il quale può essere alternato all’olio di oliva nel condire a crudo verdure, minestre e secondi piatti. La consistenza dell’olio di canapa è poco densa ed esso presenta un bel colore verde brillante. Il sapore acerbo e leggermente aromatico lo rende ideale per un consumo giornaliero.