Steroli vegetali, l’arma segreta contro il colesterolo cattivo

460
steroidi vegetali

Chi soffre di ipercolesterolemia, ovvero di colesterolo alto, ha sicuramente sentito parlare molto spesso di steroli vegetali. 

Gli steroli vegetali sono delle sostanze naturalmente presenti in natura, appartenenti alla famiglia dei lipidi e capaci di contrastare e combattere la formazione di colesterolo LDL nel sangue, impedendone l’assorbimento da parte dell’intestino. 

Gli steroli vegetali possono essere assunti essenzialmente in due modi:

  • Attraverso una dieta ricca di alimenti contenenti questa molecola come, ad esempio, gli oli vegetali, la frutta secca e la frutta e la verdura fresca.
  • Attraverso l’assunzione regolare di alimenti addizionati con steroli vegetali. 

Tra gli alimenti arricchiti con questa particolare molecola vegetale, il Danacol, la bevanda funzionale a base di latte fermentato della Danone, è sicuramente tra i più conosciuti e apprezzati.

Se vi state chiedendo come riescono gli steroli vegetali a contrastare l’insorgenza del colesterolo cattivo, la risposta è molto semplice. La molecola degli steroli vegetali ha una composizione molto simile a quella del colesterolo e una volta ingerita va a contrastare il colesterolo a livello intestinale, riducendone l’assorbimento e aumentando la captazione da parte del fegato delle LDL, vere responsabili dell’aumento del livello di grassi nel sangue.

Gli alimenti arricchiti rappresentano, dunque, una preziosa risorsa per la lotta all’ipercolesterolemia, poiché costituiscono una fonte immediata, veloce e facilmente reperibile di steroli vegetali.

L’assunzione regolare di alimenti di questo tipo è consigliata per tutti coloro che soffrono di ipercolesterolemia poiché consente di abbassare in maniera veloce e naturale i livelli di colesterolo esogeno nel sangue (quello prodotto dagli alimenti ingeriti) e allo stesso tempo di scongiurare il rischio di insorgenza di pericolose malattie cardiovascolari che, come è noto, sono causate principalmente dell’ostruzione delle arterie da parte dei grassi.

Ma perché assumere alimenti addizionati con questa particolare molecola lipidica? Non è sufficiente seguire una dieta a base di alimenti ricchi di steroli vegetali?

La risposta è no e vediamo anche il perchè. Numerosi studi hanno dimostrato che la quantità di steroli vegetali che può essere assunta quotidianamente attraverso una dieta equilibrata è solo di pochi milligrammi a fronte, invece, di un fabbisogno giornaliero che si aggira tra 1,5 e 3,0 grammi. Con la sola dieta, quindi, non sarebbe possibile per una persona riuscire ad assumere una quantità sufficiente di steroli, mentre gli alimenti arricchiti generalmente riescono a sopperire da soli al fabbisogno giornaliero di un individuo e ad innescare l’effetto ipocolesterolemizzante, ovvero, ad invertire il processo di formazione del colesterolo LDL.

Questi super-alimenti, quindi ci aiutano a proteggere il nostro organismo dal rischio di infarti, ictus, aterosclerosi e in generale ci aiutano a prevenire tutti quei disturbi cardiovascolari connessi all’ipercolesterolemia.

In conclusione, bisogna ricordare che l’assunzione regolare di alimenti arricchiti con steroli vegetali risulta efficace nel contrasto del colesterolo LDL solo se unita ad una dieta sana ed equilibrata e ad una leggera attività fisica. Gli steroli vegetali da soli, infatti, non possono fare miracoli se non si interviene, contemporaneamente e in maniera decisa, anche sul proprio stile di vita e correggendo eventuali cattive abitudini alimentari.