Come curare i capelli mossi o ricci?

476

I capelli ricci non sono sempre facili da gestire, che siano naturali o con permanente, sottili oppure corposi, con leggere onde o stile afro. I capelli ricci sono infatti diversissimi tra loro, per corposità, spessore e tipologia di riccio, e come tali richiedono ognuno un trattamento diverso e personalizzato.

Se avete fatto la permanente da poco tempo, probabilmente avrete i capelli secchi soprattutto sulle punte. La parola d’ordine in questo caso è idratare. Utilizzate balsami e impacchi nutrienti allo scopo di rinvigorire i capelli maltrattati dal trattamento di permanente.

Nel caso di capelli naturali occorre innanzitutto distinguere tra capelli fini e spessi e robusti. Se avete i capelli fini con doppie punte e fragilità diffusa non esagerate con i prodotti come spuma o lacca. Applicate una piccola quantità di prodotto soprattutto sulle punte per evitare di appesantire i capelli e schiacciarli. Meglio lasciarli il più possibile al naturale.

Se i capelli al contrario sono robusti, è importante utilizzare prodotti che li nutrano e li idratino. In entrambi i casi evitate di spazzolarli eccessivamente per non spezzarli o maltrattarli. Utilizzate sempre un pettine a denti larghi evitando la spazzola che tende a renderli più crespi.

I capelli mossi o poco ricci sono senz’altro i più facili da portare. Utilizzate in questo caso prodotti leggeri che non appesantiscano troppo il capello. Nel caso di capelli ricci o molto ricci, l’effetto crespo è più difficile da eliminare. Vi consigliamo di utilizzare maschere nutrienti e di asciugare i capelli con diffusore oppure all’aria aperta d’estate. Se avete i capelli stile afro, probabilmente saranno molto fini e fragili. Anche in questo caso è indispensabile idratare e nutrire.

Per quanto riguarda il taglio da conferire ad una capigliatura riccia, occorre tener presente il tipo di capello per capire quale taglio può essere il più indicato anche in base alla forma del viso. Ad esempio il taglio medio-lungo scalato è particolarmente apprezzato in caso di capelli molto robusti per fare in modo che non perdano volume e forma. Da evitare assolutamente però una scalatura troppo profonda, se avete i capelli lunghezza spalla calcolate al massimo due o tre livelli di scalatura.

Il taglio pari sulle spalle è più indicato se avete i capelli meno robusti e corposi. E’ più facile da curare e mantenere rispetto ad un taglio scalato. Potete abbinarlo ad una leggera frangia o scalatura sul davanti.

Infine un taglio corto può essere la soluzione ideale in vista dell’estate. Facilissimo da portare, non sta bene però a tutte. Se avete un viso irregolare evitate  il taglio molto corto.