Terme in Sardegna: Antiche terme di Sardara tra Cagliari e Oristano

97
antiche terme sardara

antiche terme sardaraDal 1898 le Antiche Terme di Sardara sono un’oasi di pace termale conosciuta in tutta Europa, ma forse meno nota agli italiani del “continente”, rispetto ad altre famose mete termali. Le Antiche Terme di Sardara, 50 Km da Cagliari e 40 da Oristano, si trovano in località Santa Maria Acquas, a 2 Km dal centro abitato di Sardara.

Non lontane dalle coste occidentali della Sardegna, sono facilmente raggiungibili, sia da nord sia da sud, grazie alla superstrada “Carlo Felice” che le collega agevolmente a tutti i capoluoghi di provincia sardi e ai principali porti e aeroporti dell’Isola.

Le acque di Sardara sono del tipo bicarbonato-alcaline, ipertermali e sgorgano a bel 60°C.

La struttura termale è specializzata nella:

  • fangobalneoterapia
  • cure inalatorie
  • cure sordità rinogena
  • cure idroponiche
  • cure fisioterapiche

Come funziona la fangobalneoterapia

La fangobalneoterapia è indubbiamente la tecnica più antica praticata in Medicina termale. Il ciclo di cura prevede 12 applicazioni consecutive (una al giorno, esclusa la domenica). L’acqua di Sardara, per la sua alta mineralizzazione e termalità (residuo fisso a 180° 2,64 gr./l. T° 50/60°), consente il processo di maturazione del fango che consiste in un lento e complesso meccanismo di transmineralizzazione tra l’acqua termale e la componente argillosa.

Tale cambiamento chimico-fisico comporta ulteriori e profonde modificazioni biologiche nel mezzo termale in particolar modo aumenta la crescita di microorganismi di origine batterica e vegetale (alghe) che con il loro metabolismo producono sostanze farmacologicamente attive, in grado di far assumere al fango “maturo” le caratteristiche terapeutiche.

Il complesso meccanismo d’azione della terapia è dovuto, in sintesi, ad influenze termiche, neuroendocrine e metaboliche che si traducono nei seguenti effetti curativi:

  • azione antidolorifica
  • azione antinfiammatoria
  • azione miorilassante

Le cure inalatorie rappresentano un importante presidio nel trattamento e nella prevenzione delle patologie d’interesse pneumologico e otorinolaringoiatrico. Il trattamento consiste essenzialmente nell’immettere nelle vie respiratorie o nell’orecchio medio piccolissime particelle di acqua minerale e/o i gas in essa disciolti, in quantità sufficienti a espletare l’effetto terapeutico.

L’acqua termale di Sardara, per la sua composizione ionica e per la ricchezza in bicarbonato, trova utile impiego in questo settore terapeutico. L’effetto è: antinfiammatorio, decongestionante, fluidificante, mucolitico, antispastico, trofico, immunostimolante.

Le cure per la sordità rinogena prevedono un ciclo di cura prevede 24 applicazioni consecutive, esclusa la domenica (un cateterismo e un aerosol al giorno).

La sordità rinogena rappresenta una particolare forma di ipoacusia (riduzione della capacità uditiva) conseguente a patologie quali otiti sierose e catarrali, ostruzioni tubariche croniche e tubo-timpaniti catarrali, oltre a quelle che, agendo cronicamente a livello delle prime vie aeree (riniti catarrali croniche, sinusiti etc), si possono ripercuotere negativamente sulle funzioni uditive.

La cura idropinica consiste nell’assunzione di acqua termale per via orale in determinate condizioni di temperatura, di orario, di ritmo e di tempo. Può essere praticata in qualsiasi periodo dell’anno in rapporto alle esigenze del paziente.
Le acque bicarbonato-alcaline-sodiche, pervenute nello stomaco, tendono ad aumentare il pH ambientale neutralizzando gli stati di acidità, regolarizzano inoltre la contrattilità gastrica.

A livello epato-bilio-pancreatico tali acque esercitano effetti positivi sulla produzione e fluidificazione dei secreti biliari e pancreatici, azione antispastica sulla colecisti. A livello intestinale determinano l’attivazione dei processi digestivi e dell’assorbimento intestinale, azione di stimolo del transito intestinale, azione antispastica.

Sull’apparato urinario sono presenti effetti diuretici e protezione verso agenti nefrotossici e batterici. Le acque bicarbonato-alcalino-sodiche determinano effetti positivi sul ricambio purinico, glicidico, lipidico, facilitano l’eliminazione degli acidi urici, mobilizzano i cristalli di urati dai depositi, inibiscono la formazione dei calcoli; abbassano i livelli glicemici, il colesterolo, i trigliceridi.

I trattamenti fisioterapici abbinati alle cure termali, esplicano una notevole attività sinergica. Le metodiche utilizzate sono:

  • massoterapia
  • mobilizzazioni
  • trazioni cervicali
  • emolinfodrenaggio (drenaggio linfatico manuale che agisce direttamente sui dotti linfatici e sui linfonodi, ottenendo un aumento del drenaggio linfatico).

A disposizione per il soggiorno le 95 camere dell’Antico Hotel Terme di Sardara.

San Valentino alle Terme

Lo speciale pacchetto San Valentino € 105,00 prevede: l’arrivo domenica 13 febbraio con partenza il lunedì 14 febbraio, una notte con pensione completa, alla domenica la cena romantica a lume di candela e in serata il bagno sotto le stelle nella piscina termale in un’atmosfera romantica tra vapori e luci, oltre al libero accesso alle piscine termali e alla sala fitness.

Il pacchetto da € 279,00 è simile al precedente per tutti i trattamenti, ma prevede l’arrivo venerdì 11 con partenza il 14 febbraio, tre notti con pensione completa. L’hotel è aperto tutti i giorni da maggio a metà novembre, mentre durante gli altri periodi è aperto solo nei week end (a parte ricorrenze particolari come San Valentino e festività).

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.