Tintura fai da te: trucchi e consigli per non rovinare i capelli

251
come-tingere-capelli-con-rimedi-casalinghi

I capelli sono importanti, ma spesso in casa li maltrattiamo con tinte troppo aggressive o miscugli sbagliati.

Cominciamo scegliendo: una tonalità simile a quella naturale e la “formula prodotto” più adatta al proprio tipo di capello. Se si desidera stravolgere il proprio colore, passando dai toni scuri al biondo (o viceversa), è necessario farlo per gradi. Mai più di due toni scuri, o chiari, alla volta.

Prima di una colorazione casalinga, applica un po’ di tinta dietro l’orecchio. Lascia trascorrere 24 ore e se non hai nessun tipo di reazione (gonfiore, prurito, arrossamento) allora procedi tranquillamente al colore.

Scegli la formula giusta. Il gel è perfetto se ti piace l’idea di un riflesso particolare per circa un mese. La mousse svanisce dopo qualche lavaggio ed è perfetta per scurire un castano spento. Se invece vuoi coprire i primi capelli bianchi, prova con la tinta fluida semipermanente. Infine, scegli lo shampoo colorato per un risultato definitivo, fino alla prossima…ricrescita….

Ci sono poi piccole astuzie da professionista che possiamo suggerirvi. Eccole:

–       vicino all’attaccatura dei capelli e sulle orecchie applica la vaselina per non macchiare la pelle con la tinta

–       dividi i capelli creando una riga centrale e procedi applicando il colore con il pennello dalla radice verso l’esterno, poi fai una nuova riga di capelli e ripeti l’operazione

–       tieni presente che le punte sono più porose delle radici (per cui assorbono di più), quindi inizia la tinta sempre dalla radice. Sulle punte tieni in posa il colore solo gli ultimi 10 minuti o rischi di renderle sfibrate e opache.

Il trucco per ottenere una tinta perfetta è la fase del “fissaggio del colore”.

Procedi in questo modo: fai un primo lavaggio solo con acqua in cui avrai aggiunto qualche goccia di succo di limone o aceto di mele. La funzione di entrambi è fissare il colore.

Poi passa allo shampoo e concludi con una maschera ricostituente- nutriente, specifica per capelli tinti.

Ricorda di usare sempre prodotti specifici con un ph acido: così le squame del capello si sigillano (spariscono così anche le doppie punte) e trattengono il colore. Inoltre, prediligi colorazioni “green” che contengono oli minerali e sono senza ammoniaca.

Ecco l’idea in più per avere capelli lucidi: aggiungi due cucchiai di miele tiepido (scaldalo con il microonde) alla tua solita maschera per capelli.

I colori top del momento sono:

–       se sei castana, scegli i toni della cremeria (cioccolato, nocciola, cacao, caffè) con schiariture e contrasti appena accennati

–       se sei bionda, opta per le sfumature fredde del sabbia e cenere. Ok anche al platino ma solo su tagli corti-cortissimi

–       se sei rossa, sono l’ideale le nuance burgundy (stile Rihanna) ma solo su capelli mossi e non troppo lunghi. Per le lunghezze meglio un rosso veneziano.

Evita colori choc e stravaganti (verde, blu, rosa, viola), possono contenere una sostanza, la parafenilendiammina, che può dare sgradevoli reazioni allergiche.

Se desideri i capelli platino, rivolgiti a un professionista. In casa potresti sbagliare le quantità, ritrovandoti con la cute e i capelli bruciati per colpa della polvere decapante e dell’ossigeno!

Infine, un consiglio: se hai appena fatto una permanente o li hai stirati chimicamente, meglio lasciar passare un paio di settimane prima di fare la tinta o le mèches.

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.