Un caffè al giorno fa bene al cuore

95
caffè cuore

caffè cuoreUn caffè al giorno toglie l’infarto di torno, si potrebbe dire parafrasando un famoso detto popolare sulle qualità benefiche delle mele. Troppi caffè fanno comunque male, ma si può trovare una via di mezzo.
Per gli uomini che consumano tra le 4 e le 5 tazzine di caffè al giorno e le donne che ne bevono in media 2 o 3, infatti, il rischio di essere colpiti da patologie cardiovascolari si abbassa del 25%.

Il dato arriva da uno studio effettuato dai ricercatori dell’Universidad Autonoma de Madrid, pubblicato sugli “Annals of Internal Medicine”. Gli studiosi hanno preso in esame 128 mila operatori sanitari, e li hanno monitorati per oltre vent’anni.

Le ricerche hanno portato gli scienziati a riscontrare che nel gruppo di consumatori abituali di caffè, il rischio di decessi per patologie cardiovascolari è significativamente meno elevato. Questo non significa automaticamente che il caffè abbia un effetto diretto sulla salute cardiovascolare e indipendentemente da altri fattori (sempre importante seguire quotidianamente la classica dieta mediterranea oltre ad una regolare attività fisica), ma i risultati certo sono coerenti con gli effetti benefici attribuiti al caffè da altri studi precedenti.

Attenzione a non esagerare

Attenzione, superare le 5 tazzine al giorno per gli uomini e le 3 per le donne può causare seri problemi: stando ai risultati di uno studio italiano presentato a Barcellona durante l’ultimo congresso dell’European Society of Cardiology, bevendo troppi caffè aumenta il rischio di sviluppare forme di aritmia come la fibrillazione atriale.

Nello specifico dello studio, si è voluto valutare il ruolo degli antiossidanti, per capire quanto conta la qualità e la quantità di quelli che assumiamo attraverso la frutta, la verdura e altri alimenti. Compreso il caffè, una delle bevande più comuni in Italia e in tutti i Paesi del Mediterraneo: i suoi effetti sul sistema cardiovascolare dipendono soprattutto dalla caffeina, ma la bevanda contiene anche una certa dose di antiossidanti.
La presenza di antiossidanti nel caffè non stupisce: numerosi studi l’hanno ormai documentata.

L’importante è ricordarsi che la caffeina non è contenuta solamente nella tazzina di caffè, ma anche nella cioccolata, nel tè, nelle bevande a base di cola e caffè nelle sue varie forme, dall’espresso al decaffeinato, dall’americano al cappuccino.

Il caffè inoltre sembra che abbia altri effetti positivi sul cuore: al congresso europeo di cardiologia del 2009 fece discutere una ricerca secondo cui bere caffè riduceva la mortalità dopo un infarto.

In conclusione, tenere sempre a mente il proverbio: chi non esagera non corre mai rischi. Basta non superare le 2-4 tazzine (rispettivamente per donna e uomo) di espresso al giorno.

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.