Verruche genitali

267
rapporti-sessuali-verruche-genitali

Le verruche sono fastidiose protuberanze, sporgenze che possono interessare sia la zona plantare che genitale. Abbiamo già ampiamente trattato delle verruche plantari, qui ci concentreremo sulle escrescenze che interessano la pelle nella zona inguinale e causate dal papilloma virus: le verruche genitali.

Come si formano queste verruche? Quali le cause principali? Come capire che si tratta proprio di verruche genitali? I sintomi?Si possono prevenire? Scopriamo tutto ciò che c’è da sapere sulle verruche genitali e come eliminarle.

Verruche genitali: cause e prevenzione

Le verruche dei genitali (come la maggior parte delle verruche in generale) sono causate dall’infezione da papilloma virus. Capire che si tratta proprio di verruche è semplice.

Nella zona in prossimità dei genitali si formano delle vere e proprie sporgenze dure, simili a calli della pelle. Prevenire questa patologia è possibile se si interviene subito sulle verruche alle mani ed evitare il contatto diretto con le mucose genitali.

Le verruche genitali si trasmettono per via sessuale (come per il papilloma), quindi è consigliabile avere rapporti protetti. Le verruche dei genitali causano molto fastidio (dolore e bruciore), è necessario rivolgersi ad un ginecologo per capire se intervenire:

  • con farmaci specifici
  • con intervento chirurgico

Sintomi delle verruche genitali

Le verruche genitali sono le più diffuse infezioni veneree che colpiscono soprattutto i soggetti attivi sessualmente. In genere si trasmette per via sessuale quando i partner sono “sconosciuti”, quando non si usano precauzioni o quando si hanno rapporti promiscui.

Come capire che le nostre mucose genitali o la pelle in prossimità della zona intima è stata colpita da verruche? Insieme alla comparsa delle protuberanze callose, possiamo notare altri sintomi come:

  • bruciore
  • arrosamento
  • prurito
  • gonfiore

In alcuni soggetti le verruche possono essere anche asintomatiche, in questo caso è più complicata la diagnosi. Le verruche genitali oltre a provocare disagio fisico, causano un notevole disagio psicologico (soprattutto in coloro che hanno un partner).

Curare l’infezione e affrontarla nel modo giusto sono i due fattori determinanti per la guarigione. Se non ce la fate, non esitate a chiedere aiuto ad amici, genitori o personale medico qualificato (psicologi).

Rimedi naturale per le verruche genitali

Prima di rivolgersi ad uno specialista o contemporaneamente alla cura prescritta dallo stesso (e dopo aver chiesto un parere professionale) è benefico accelerare la guarigione con rimedi naturali. Tra i più diffusi e consigliati:

  • bulbo dell’aglio da strofinare sulla zona interessata
  • dulcamara
  • gel di aloe vera
  • acqua e tea tree oil
  • amido di riso
  • pedofillina (una resina da applicare localmente)

Per il bulbo dell’aglio è meglio andarci cauti. I genitali sono una zona delicata e strofinare l’aglio in quel punto potrebbe causare irritazioni e fastidi. Meglio utilizzare il bulbo dell’aglio per le verruche plantari e usi cosmetici.

Un’importanza notevole nella cura delle verruche genitali ce l’ha l’alimentazione. Si consiglia di assumere:

  • alimenti che contengono betacarotene
  • alimenti con Vitamina A
  • mirtilli
  • alimenti con retinoidi per combattere l’infezione da papilloma

Evitare di seguire diete particolari o terapie non autorizzate dallo specialista. Non trascurate il problema, verruche, papilloma e condilomi sono i primi indiziati del tumore femminile al collo dell’utero.