Le proprietà dell’olio essenziale di lavanda

693 views
olio essenziale lavanda

Che meraviglia la lavanda! Immaginare le sue immense distese coltivate rimanda subito ad un’immagine che regala una sensazione di benessere e calma. Per alcuni, la lavanda è sintomo di famiglia e tradizione: sarà capitato a molti infatti, almeno una volta, di sentire il suo splendido aroma.

Magari a casa dei nonni o mentre la mamma faceva il bucato. Dalla lavanda si ricava un olio essenziale che è uno dei più utilizzati nel mondo dei rimedi naturali, sia a scopi estetici che terapeutici.

Possiede proprietà antiossidanti, antimicrobiche, sedative, calmanti ed è estremamente versatile. E voi, conoscete tutti i benefici dell’olio essenziale di lavanda? Se la risposta è no, continuate a leggere.

Tratta l’acne

L’olio di lavanda contrasta la prolificazione dei batteri e questa sua caratteristica può aiutare a combattere e prevenire l’acne. Se applicato sulla pelle, libera i pori occlusi e riduce l’infiammazione. Prima di utilizzarlo a diretto contatto con l’epidermide è importante però diluirlo con un olio vettore, ad esempio quello di cocco o di jojoba.

Gli oli essenziali, infatti, sono molto potenti e, da soli, rischiano di provocare effetti indesiderati. Dopo averlo mixato con l’olio vettore preferito, si può applicare l’olio di lavanda sul viso pulito per un trattamento anti-acne naturale.

È possibile anche utilizzarlo come tonico mescolando 2 gocce di olio essenziale di lavanda con un cucchiaino di amamelide. Immergete poi un batuffolo di cotone nella soluzione appena preparata e massaggiatelo delicatamente sul viso.

Contrasta l’eczema

L’eczema può manifestarsi in ogni parte del corpo, rendendo la pelle secca, pruriginosa e squamosa. Grazie alle sue proprietà antifungine, l’olio essenziale di lavanda riduce le infiammazioni tipiche dell’eczema, fornendo un grosso aiuto nel tenere sotto controllo il disturbo. Questo olio purifica la pelle e accelera il processo di guarigione, così da ritrovare il sollievo più in fretta.

Per preparare un trattamento contro l’eczema a base di olio essenziale di lavanda, mescolatene 2 gocce insieme a 2 gocce di olio di tea tree e a 2 cucchiaini di olio di cocco. Massaggiate una volta al giorno la soluzione sull’area interessata per aiutarvi a ridurre il problema in modo naturale.

Combatte i radicali liberi

I radicali liberi rappresentano uno dei fattori di rischio più pericolosi e comuni per lo sviluppo di molte malattie che possono colpire l’organismo. La risposta naturale del corpo all’effetto dei radicali liberi è la creazione di enzimi antiossidanti che impediscono a queste sostanze di causare danni.

Purtroppo però, se il carico di radicali liberi è cospicuo, gli antiossidanti prodotti non risultano sufficienti per contrastare le tossine. L’olio essenziali di lavanda è un antiossidante naturale che può essere di aiuto per prevenire l’azione dannosa dei radicali liberi.

È stato infatti notato che questo olio aumenta l’attività degli antiossidanti più potenti del nostro organismo, come il glutatione e la catalasi. I radicali liberi sono anche i responsabili dell’invecchiamento precoce. Ecco perché è possibile prevenire le rughe con una miscela di olio essenziale di lavanda e olio di cocco da applicare sul viso una o due volte al giorno.

Cura ferite e ustioni

Il beta-cariofillene è un antinfiammatorio naturale presente nell’olio di lavanda che si rivela particolarmente utile nel trattamento fai da te delle ferite e delle ustioni. In particolare, l’olio favorisce la guarigione delle lesioni nella loro fase iniziale accelerando la formazione del tessuto di granulazione e promuovendo la sintesi del collagene.

Provate ad alleviare ustioni, tagli e ferite mescolando 3-5 gocce di olio di lavanda con un cucchiaino di olio di cocco e applicando la soluzione sulla parte interessata fino a 3 volte al giorno. Questo rimedio naturale aiuterà a velocizzare la guarigione. L’olio di lavanda funziona anche sulle scottature solari.

In questo caso, procuratevi un vaporizzatore spray e versate al suo interno 150 ml di succo di aloe vera, 2 cucchiai di acqua distillata, 10-12 gocce di olio essenziale di lavanda e un cucchiaio di olio di jojoba. Agitate bene e spruzzate sulla scottatura. Ripetere il trattamento 2-3 volte al giorno fino a che la bruciatura non sarà scomparsa.

Allontana gli insetti

L’olio di lavanda svolge una duplice azione contro gli insetti: può agire come repellente per tenerli lontani e può alleviare fastidio e dolore dopo un morso o una puntura. Molti repellenti per zanzare in commercio, infatti, contengono proprio questo prodotto al loro interno.

Potete versare poche gocce di olio essenziale di lavanda nel diffusore per ambienti per disperdere il suo aroma in casa o in giardino. In alternativa, è possibile usarlo per preparare uno spray. Basterà mixare 200 ml di acqua con 4 gocce di olio in un vaporizzatore e agitare bene.

Per trattare un morso di insetto, invece, preparate una soluzione composta da 1-2 gocce di olio essenziale di lavanda e un cucchiaino di olio di cocco e applicatela sulla zona almeno due volte al giorno. Se la ferita provoca dolore, aggiungete al trattamento 1 goccia di olio di menta e massaggiate delicatamente.

Migliora l’umore e riduce lo stress

Tradizionalmente, l’olio essenziale di lavanda veniva usato soprattutto per trattare ansia, depressione ed emicranie dovute al forte stress. Quella di rilassare la mente e migliorare l’umore è infatti una delle sue caratteristiche più note ed efficaci.

Per alleviare lo stress e conciliare il sonno, diffondete dell’olio essenziale di lavanda con l’aiuto di un diffusore per ambienti, in particolare di sera, prima di andare a letto. È possibile inoltre applicare l’olio direttamente sulla pelle, sempre diluito con un altro olio vettore, nella zona sotto le orecchie per ottenere gli stessi benefici.

L’olio essenziale di lavanda è un ingrediente sicuro che comporta il minimo rischio di effetti collaterali. Tuttavia, non sono state condotte molte ricerche sulle possibili interazioni che potrebbe avere con altri farmaci legati ai disturbi del sonno o alla depressione.

È preferibile quindi non utilizzare l’olio se si sta già seguendo una tradizionale cura farmacologica per combattere tali patologie. Attenzione anche all’utilizzo in gravidanza: se si è in dolce attesa, è bene consultare il medico prima di realizzare trattamenti a base di olio essenziale di lavanda.

Alessandra Montefusco
Ho una laurea magistrale in Teoria dei linguaggi e sono appassionata di rimedi naturali e cosmetica ecobio sin dall’adolescenza. Per questo cerco sempre di tenermi aggiornata sulle ultime novità del settore e sulle potenzialità dei prodotti che madre natura ci ha donato.Mi occupo di comunicazione e lavoro nel settore degli audiovisivi. Amo la musica - mia grande passione - la letteratura, il cinema, le passeggiate all’aria aperta e…il cibo!