Skin Gritting per la pulizia del viso senza punti neri

2.903 views

Avete mai sentito parlare di skin gritting? Il nuovo metodo di rimozione dei punti neri dal viso che ultimamente sta spopolando.

Promette di eliminare i punti neri in modo efficace e soprattutto delicato, perché non prevede la classica strizzatura della pulizia del viso tradizionale. Chi lo ha provato se n’è detto estasiato!

Particolarmente indicato per chi ha la pelle mista, è comunque adatto a ogni tipo di pelle, tranne per coloro che hanno i pori molto molto stretti. Chi ha i pori stretti può comunque beneficiare del massaggio e del momento di relax che questo trattamento ti regala.
In generale, per l’uso dell’argilla, ricordiamo che è sconsigliato a chi ha una pelle molto molto molto secca.

Come fare lo skin gritting?

  1. un olio naturale (di oliva, di cocco, di jojoba, di argan ecc…)
  2. un panno in microfibra, di quelli che servono per struccarsi, o un’asciugamano in microfibra
  3. maschera all’argilla

Il procedimento è davvero semplice, e l’effetto ottenuto sarà incredibile: chi ha provato il trattamento, racconta che, se si hanno i pori molto larghi o ‘clogged’ (ovvero pieni di punti neri), a fine trattamento si noterà che i punti neri scivoleranno letteralmente fuori dai pori.
Se cercate su internet foto del trattamento, capirete bene di cosa stiamo parlando.

Non è un trattamento veloce, si impiega circa una mezz’ora ed è da fare con tutta calma a casa per concedersi un momento per sé, una coccola alla propria pelle.

Il trattamento

  • Il primo step è pulire bene il viso con un detergente, e poi passare e massaggiare un po’ di olio sul viso
  • Eliminare l’eccesso di olio dal viso col panno o l’asciugamano in microfibra e acqua calda o tiepida, per favorire ulteriormente l’apertura dei pori
  • Stendere sul viso la maschera all’argilla, avendo cura di non metterla sul contorno occhi e sul contorno labbra, e aspettare i canonici 10-20 minuti di attesa che la maschera secchi (se la fate voi) o i minuti indicati dalla confezione della maschera che avete acquistato. Durante questa pausa, sorseggiate una tisana, per sentirvi proprio in una SPA!
  • Dopo aver sciacquato la maschera e asciugato il viso si ritorna all’olio e lo si massaggia per 10-15 minuti sul viso, insistendo sulle zone ricche di punti neri, con movimenti circolari dal basso verso l’alto e facendo una lieve pressione.

Può sembrare un tempo lungo, ma passerà velocemente e la pelle sarà rinata! Durante questo massaggio, i punti neri dovrebbero proprio ‘scivolare’ fuori dai pori spontaneamente. Se questo non dovesse succedere i motivi possono essere 2:

  1. Non avete i punti neri! O meglio, ne avete molti meno di quello che pensate, meglio così, no?
  2. I vostri pori sono troppo stretti, e anche questo è un bene

Se lo desiderate e, se la vostra pelle non è troppo delicato, potete procedere con la classica strizzatura, e noterete che – col massaggio dell’olio – il procedimento di strizzatura sarà incredibilmente facilitato. Infatti le impurità dovrebbero venir fuori senza ‘spremere’ la pelle troppo forte col rischio di danneggiarla e lasciare antiestetici segni e cicatrici.

Alla fine del trattamento, se proprio volete, potete fare anche una maschera a seconda delle vostre esigenze; considerate che comunque gli oli sono già ricchi e nutrienti di per sé. La pelle risulterà liscia, luminosa, morbida e più pulita!