Mille usi dell’aceto di mele in lavatrice!

41734
aceto-di-mele-lavatrice

Quando si tratta di pulizie domestiche, cerchiamo i migliori alleati per pulire senza fatica e in modo efficace!

I metodi casalinghi da utilizzare in casa sono diversi e ce n’è uno in particolare su cui vale la pena soffermarsi: l’aceto di mele!

Questa tipologia di aceto deriva dal sidro o dal mosto delle mele. Per le sue innumerevoli proprietà, può essere adoperato sia per il benessere dell’organismo ma anche per semplificarci alcune faccende domestiche!

Inoltre è uno dei migliori rimedi della nonna da utilizzare in mille modi per la lavatrice! Però c’è da fare qualche differenza e appunto prima di iniziare…

Differenze

Di solito nelle faccende domestiche ci si divide tra l’aceto di mele e l’aceto bianco, che può essere di vino ma anche di alcol.

Ma quali differenze ci sono tra questi tipi di aceto? In realtà non moltissime. Quello che possiamo dire è che l’aceto di mele sviluppa meno acido acetico rispetto ai suoi colleghi.

Molto spesso c’è un dibattito sull’utilizzo dell’aceto per alcune pulizie di casa, come lavastoviglie o anche lavatrice. Il dibattito verte sull’approccio non totalmente ecologico di questi prodotti casalinghi.

In realtà, l’aceto di mele è più delicato, quindi ha un impatto appunto più delicato sull’ambiente rispetto al classico aceto di vino.

In più, utilizzarlo in casa, ci permette di sostituirlo a detersivi chimici con alti livelli di tossicità per l’ambiente.

Dopo aver chiarito questo punto, iniziamo a vedere come usare l’aceto di mele in lavatrice!

N.B. Attenetevi sempre alle indicazioni fornite dal produttore prima di prendere iniziativa.

Per la guarnizione

Uno degli utilizzi più comuni dell’aceto di mele in lavatrice è di sicuro la pulizia della guarnizione con questo prodotto casalingo.

La guarnizione, infatti, è spesso soggetta a umidità e conseguente deterioramento, per via dei frequenti lavaggi, del calcare e dell’acqua.

Un consiglio molto importante è questo: ad ogni lavaggio cercate di asciugare la guarnizione e di lasciare l’oblò semi aperto. In questo modo impediremo la comparsa della muffa.

Per un tocco disinfettante e anti-batterico, versate qualche goccia di aceto di mele su un panno in micofibra e passatelo con cura su ogni spazio nascosto della guarnizione.

Così impediremo che possa ammuffirsi e o rovinarsi. L’aceto di mele è molto delicato e può essere tranquillamente usato senza macchiarne il materiale.

Ammorbidente

L’aceto di mele, come anche gli altri tipi di aceto, è noto per le sue proprietà ammorbidenti. Quindi può essere usato sia a mano che in lavatrice!

Prendiamo 250 ml di aceto di mele e aggiungiamo circa 10-20 gocce di olio essenziale a nostra scelta. Uno dei più comuni per il bucato è l’olio essenziale di lavanda.

Mescoliamo gli ingredienti in un contenitore e inseriamoli nel cassetto della lavatrice, nello scomparto dell’ammorbidente, verso la fine del lavaggio.

I capi saranno morbidi senza bisogno di utilizzare ammorbidenti industriali. Inoltre mettere in ammollo capi delicati in acqua e aceto ci permette di pulirli senza rovinarli, come i costumi da bagno o i teli mare.

Per i cattivi odori

I cattivi odori della lavatrice sono sempre all’ordine del giorno. Questa condizione è favorita da molti fattori, primi tra tutti residui di detersivo o calcare.

L’aceto di mele, come quello di vino o di alcol, ha proprietà deodoranti e anti-calcare, per questo usarlo in lavatrice vi aiuterà ad eliminare i cattivi odori, a profumare i vestiti e ad ammorbidirli.

Contro il calcare

L’uso dell’aceto di mele ci aiuta anche per eliminare il calcare dalla nostra lavatrice. Può essere usato periodicamente come metodo casalingo “cura-lavatrice”.

Bisognerebbe inserire 1 litro di aceto direttamente nel cestello. Se la bottiglia è in plastica, alcune persone praticano un buchetto sul tappo per favorire un rilascio graduale del liquido.

Ma possiamo anche versare l’aceto di mele su un asciugamano, metterlo in lavatrice e far partire un lavaggio ad alte temperature. Questo procedimento è ottimo contro il calcare ma anche per eventuali cattivi odori ostinati.

Pulizia del filtro

Il filtro della lavatrice va pulito, in quanto conserva tutte le incrostazioni e lo sporco dei lavaggi precedenti.

La prima cosa da fare è quello di passarlo sotto l’acqua corrente e aiutarsi con uno spazzolino in caso di sporco ostinato. Con qualche goccia di aceto di mele su un panno morbido, possiamo lucidarlo e liberarlo dal calcare senza problemi.

Ma se lo sporco è molto più di quello che pensiamo, possiamo metterlo in ammollo, insieme al cassetto della lavatrice.

Per pulire il cassetto

Il cassetto della lavatrice, insieme ad altri accessori, è anch’esso soggetto a sporco e residui di detersivo.

Periodicamente, va lavato e sgrassato con cura. Ma se usiamo l’aceto di mele, saremo facilitati nell’operazione.

Per prima cosa, smontate il cassetto. Troverete un bottone dove c’è lo scomparto dell’ammorbidente che una volta premuto vi permette di prelevare l’accessorio con facilità.

Nel frattempo, preparate una bacinella con acqua tiepida e aceto di mele in parti uguali. Smontate tutte le componenti e lasciatele in ammollo, se necessario insieme al filtro.

Dopo circa 30 minuti o poco più, con l’aiuto di uno spazzolino arrivate anche nei punti più nascosti e critici. L’aceto di mele vi aiuterà a rimuovere lo sporco in modo veloce e senza fatica!

Per sbiancare i panni

Un altro utilizzo dell’aceto di mele che non va dimenticato riguarda le sue proprietà smacchianti e sbiancati.

Aggiungendo dell’aceto di mele come ammorbidente, in realtà ravviviamo i colori dei nostri vestiti in più favoriamo il candore di quelli bianchi!

Se ci sono aloni o macchie di sudore su camicie e maglie bianche, potete preparare un pre-trattamento mettendo in ammollo acqua e 1 bicchiere aceto di mele prima di iniziare. Vedrete la differenza!

Alternative

Se non amate utilizzare l’aceto di mele o altri tipi di aceto, abbiamo l’alternativa per voi.

Stiamo parlando dell’acido citrico. Questo composto derivante dagli agrumi ha un’approccio maggiormente ecologico e biodegradabile, tant’è vero che molte persone lo preferiscono all’aceto.

Si può acquistare online, nei grandi supermercati e nei negozi di articoli biologici. Ma come usarlo in lavatrice?

Vi basta sciogliere 150 grammi di acido citrico in 1 litro d’acqua. Avrete creato un composto ammorbidente e anti calcare.

Infatti ne potete sia usare un po’ ad ogni lavaggio, o versarlo direttamente nel cestello per un lavaggio a vuoto!

Importante

Vi ricordiamo che è molto importante seguire le indicazioni di produzione per la manutenzione e cura della nostra lavatrice. Per guasti o malfunzionamenti è sempre meglio chiedere prima a chi è di competenza.

Altri consigli sulla lavatrice

Se amate usare trucchetti casalinghi per il bucato e la lavatrice, ecco cosa dovete sapere:

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.