Come usare i fogli d’alluminio per far brillare l’argento!

162960
lucidare-argento-pandora

Avere la propria argenteria sempre ben lucidata, a volte, è davvero difficile.

Ancora di più quando abbiamo pezzi di argento ossidati che magari abbiamo trovato in un negozio di antiquariato o tra i vecchi oggetti della nonna.

In quel caso ci sembra proprio difficile rimuovere quella brutta patina nera dal nostro argento e riportarlo alla sua brillantezza iniziale.

Oggi, però, vi vogliamo suggerire un trucchetto facile e veloce che potete usare per pulire l’argento e per donargli nuova lucentezza: un foglio di alluminio e il sale.

Vediamolo insieme!

N.B Consultate sempre le indicazioni di produzione prima di cimentarvi nella pulizia della vostra argenteria con questo trucchetto. Funziona solo con ciondoli di argento, non con bigiotteria nè con pietre, vetri o perle!

Procedimento

Per pulire il vostro argento utilizzando questo trucchetto, tutto ciò che vi occorre è:

Iniziate, quindi, mettendo un foglio di alluminio sul fondo di un recipiente o un secchio con il lato lucido rivolto verso l’alto.

A questo punto, riempite il contenitore con acqua molto calda e aggiungete due cucchiai di sale grosso da cucina.

Vi consigliamo di utilizzare acqua da una teiera e di versarla nel secchio con la massima attenzione per non scottarvi.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Per un’azione più efficace, potete anche aggiungere due cucchiai di bicarbonato di sodio nella soluzione.

Versate, quindi, i vostri pezzi di argento nell’acqua e accertatevi che il liquido li copra completamente.

Lasciate che si impregnino della soluzione per circa 3 minuti. Per gli oggetti molto ossidati, invece, aspettate fino a 5 minuti.

A questo punto, rimuovete con attenzione la vostra argenteria, risciacquatela e asciugatela con un panno morbido.

In alternativa, potete anche utilizzare una pentola e aggiungere un foglio di alluminio sul fondo della pentola stessa.

Aggiungete, poi, abbastanza acqua e aggiungete 2 cucchiai di sale. Quindi, mettete la pentola sul fuoco.

Una volta che l’acqua è calda, rimuovete la pentola dal fuoco e immergete i pezzi di argento che volete pulire assicurandovi sempre che gli oggetti entrino a diretto contatto con il foglio alluminio.

Lasciate in ammollo l’argenteria per qualche minuto e noterete che gran parte dell’ossidazione sarà andata in maniera facile e veloce!

Potrebbe essere necessario immergere l’argento molto ossidato anche una seconda volta.

N.B In entrambi i casi, vi preghiamo di fare attenzione all’utilizzo dell’acqua calda e di non scottarvi.

Cosa accade

Quando sale, foglio di alluminio e acqua vengono combinati, creano una reazione chimica nota come scambio ionico.

Durante questo processo, l’appannamento sull’argento, ovvero il solfuro d’argento viene riconvertito in argento e il solfuro diventa solfuro di alluminio sulla lamina.

Se il vostro argento è abbastanza ossidato, durante l’ammollo potreste vedere alcuni fiocchi gialli o neri che si sollevano dai vostri oggetti di argento.

Inoltre, potreste notare anche che il foglio di alluminio inizia ad ossidarsi e a diventare nero. Ciò avviene perché lo zolfo dell’argento viene trasferito sulla lamina.

Altri consigli

Una volta visto insieme il trucchetto per donare lucentezza al vostro argento, vediamo insieme altri consigli da seguire per pulirlo in maniera ottimale.

Sapone

Per lavare la vostra argenteria o alcuni pezzi di argento di grandi dimensione, vi consigliamo di utilizzare prima una ciotola con acqua calda e sapone per piatti ecologico.

Immergete, quindi, l’argento in questa ciotola e lasciateli in ammollo per circa 1 minuto o due. Dopodiché asciugate gli articoli con un panno morbido e pulito.

Questo step è consigliabile in quanto vi aiuta a rimuovere qualsiasi traccia di polvere o detriti dal vostro argento prima di procedere, poi, al trucchetto consigliato per lucidarlo

Asciugate subito

Un altro consiglio che vogliamo darvi riguarda la fase finale, ovvero l’estrazione dell’argento dalla soluzione di acqua e sale.

Una volta che sono passati i 3 o i 5 minuti, infatti, vedrete che il foglio di alluminio sta diventando nero, perché l’ossidazione si sarà trasferita dall’argento alla lamina.

A questo punto, quindi, cercate di rimuovere i pezzi di argento puliti dall’acqua calda con delle pinze.

Questo vi aiuterà sia a non farvi scottare, sia a non graffiare i pezzi di argento tra loro trascinandoli sul foglio di alluminio.

Infine, una volta tolto l’oggetto dalla soluzione salina, asciugatelo perfettamente e velocemente così che il contatto dell’argento bagnato con l’aria non lo ossidi di nuovo.

Avvertenze

Vi raccomandiamo di fare attenzione a non graffiare i vostri oggetti d’argento trascinandoli sul foglio di alluminio.

Inoltre, vi ricordiamo di utilizzare guanti per maneggiare l’acqua calda ed evitare di scottarvi.

Consultare le istruzioni del produttore prima di cimentarvi nella pulizia dell’argento fai da te.

Altri trucchetti con i fogli di alluminio

Se siete rimaste sorprese e volete conoscere altri modi per pulire casa con i fogli di alluminio, vi suggeriamo alcuni post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.