Con i Rimedi Naturali I Bicchieri usciranno dalla Lavastoviglie Lucidi e senza Cattivi Odori

469
bicchieri-che-puzzano-lavastoviglie-rimedi-naturali

La lavastoviglie è una risorsa fondamentale per la nostra casa, ci risparmia molto tempo e facilita le pulizie.

Nonostante sia un aiuto prezioso, va comunque curata e tenuta al meglio. Trascurarla, infatti, può portare a problemi come i bicchieri che puzzano dopo la lavastoviglie.

Ci sono alcuni lavaggi che non ci soddisfano proprio, i bicchieri a volte possono puzzare d’uovo o di qualsiasi altro sgradevole odore e sembra non siano stati proprio lavati!

Vediamo allora quali sono i rimedi naturali per avere sempre bicchieri profumati e non fare lavaggi inefficaci.

Togliere i residui di cibo

Come dico sempre, la lavastoviglie è utile, ma non fa miracoli!

Pensiamo a quando facciamo colazione: si immergono nel bicchiere fette biscottate, merendine e soprattutto i cereali (che sono i più difficili da rimuovere). La lavastoviglie non può certo eliminare da sola questi resti di cibo!

Prima di sistemare i bicchieri nell’elettrodomestico, quindi, è opportuno togliere tutti i residui di cibo, aiutandovi con un tovagliolo o con acqua corrente. Effettuare questo passaggio risolve già molti problemi.

Sciacquare bene

Dopo aver tolto i residui, non resta che sciacquare per bene i bicchieri. Vi chiederete se è opportuno fare questo passaggio anche nel caso non ci siano residui: assolutamente sì, è necessario.

Pensate a quando consumiamo birra, latte, vino o qualsiasi altra bevanda dal forte odore, va da sé che questo resti impregnato nel bicchiere e un lavaggio in lavastoviglie non riesce ad eliminarlo.

Dunque potete saltare il passaggio solo nel caso abbiate consumato acqua, per tutto il resto bisogna sciacquare bene e con acqua calda i bicchieri prima di metterli in lavastoviglie.

Aceto o bicarbonato

Sia il bicarbonato che l’aceto puliscono a fondo ed eliminano tutti i cattivi odori, quindi possono aiutarvi a contrastare la puzza dei bicchieri, tuttavia bisogna agire prima di lavarli.

Potete utilizzare due metodi:

  • Metodo 1: riempite la vaschetta del lavello con acqua calda. Per non sprecare troppa acqua, riempite solo una delle due vaschette e fino all’altezza dei bicchieri, non oltre. Dopodiché immergete 3 cucchiai di bicarbonato, se volete usare l’aceto, versatene mezza tazza. Lasciate i bicchieri per un’ora e dopo metteteli in lavastoviglie.
  • Metodo due: cospargete direttamente i bicchieri o con bicarbonato o con aceto, mettendone una minima quantità all’interno di ogni bicchiere, dopodiché avviate il lavaggio.

Lavaggi lunghi

I lavaggi lunghi sono di molto più efficaci di quelli brevi, soprattutto quando abbiamo cucinato l’uovo, il pesce o qualsiasi altra pietanza che abbia un odore difficile da rimuovere.

Nel caso dei bicchieri, dopo che avete tolto i residui e avete sciacquato bene, avviate un lavaggio lungo e vedrete che la prolungata azione dell’acqua bollente vi aiuterà a neutralizzare la puzza.

Ovviamente non si devono sempre effettuare lavaggi lunghi, ma è bene riservare quelli brevi a quando abbiamo poche stoviglie e non ci sono odori forti da rimuovere.

Pulire la lavastoviglie

L’ultimo dei consigli è molto importante non solo per i bicchieri, ma per il resto delle stoviglie e in particolare per l’elettrodomestico in sé.

Una lavastoviglie pulita, darà piatti più puliti e, di conseguenza, bicchieri profumati e lucenti.

Almeno una volta a settimana, quindi, effettuate un lavaggio a vuoto: ci sono tanti diversi ingredienti che potete utilizzare, ad esempio l’acido citrico.

Sciogliete 150 grammi di acido citrico in un litro d’acqua, fate sciogliere completamente e versate la soluzione direttamente sul fondo della lavastoviglie. Avviate poi un lavaggio a temperature alte.

Se non disponete dell’acido citrico, potete usare anche il bicarbonato di sodio mettendo semplicemente due cucchiai sul fondo dell’elettrodomestico e avviando il lavaggio.