Come eliminare la cocciniglia in giardino con rimedi naturali

109087
cocciniglia-rimedi-naturali

Le foglie delle vostre piante sono deformate o bucherellate, ingiallite o sembrano bruciacchiate?
La colpa può essere della cocciniglia!

Si tratta di un parassita grande pochi millimetri e di colore normalmente bianco o rossastro, che normalmente colpisce le piante da giardino nutrendosi della loro linfa, ma può anche attaccare piantine da appartamento, piante grasse e interi alberi.

Individuarla non è semplice: per riuscire a vedere questi piccoli insetti, il più delle volte, dovreste utilizzare una lente d’ingrandimento. È più facile accorgersi della loro presenza analizzando lo stato delle foglie.

Ne esistono più varietà, ma la più comune è la cocciniglia cotonosa, che produce una sostanza, detta melata. La melata ha una consistenza zuccherina può arrivare a ricoprire intere foglie.

Proprio questa sostanza può attirare formiche e favorire l’infestazione di altri parassiti e funghi.

La cocciniglia cotonosa attacca soprattutto piantine ornamentali o di agrumi, ma non è detto che possiate trovarle anche su altre piante, soprattutto se, sul vostro balcone o nel vostro giardino, le piante sono vicine le une alle altre.

Una volta infestata da cocciniglia, dovete intervenire tempestivamente per salvare la vostra pianta per evitare che muoia.

Vediamo insieme quali sono i rimedi migliori!

Sapone di Marsiglia

Per combattere questi fastidiosi parassiti, potete utilizzare un ingrediente che sicuramente non mancherà nelle vostre case: il sapone di Marsiglia.

Va bene sia il sapone di Marsiglia liquido che quello solido. Nel primo caso versatene un misurino (circa 30 cc) in un litro d’acqua, nel secondo immergete e fate sciogliere qualche scaglia (circa 20 grammi).

Mescolate e versate il tutto in uno spruzzino o un vaporizzatore.
Spruzzate il composto sulle piante, insistendo su quelle parti maggiormente infestate, durante le ore serali. Ripetete il procedimento ogni 3 giorni.

Il sapone di Marsiglia crea una sorta di patina che soffoca il parassita provocandone rapidamente la morte.

Importante: assicuratevi che il sapone di Marsiglia utilizzato sia completamente naturale, per evitare che additivi chimici danneggino la pianta.

In alternativa, potete utilizzare anche la propoli, versandone due cucchiaini in mezzo litro d’acqua e seguendo lo stesso procedimento.

Alcol denaturato

Si tratta di un metodo più aggressivo del precedente, ma molto efficace.

Versate un cucchiaio di alcol denaturato in un litro d’acqua e mescolate.
Mettete il composto in uno spruzzino e spruzzatelo tre volte al giorno ogni due giorni.

In alternativa, potete anche passare sulle singole foglie un batuffolo di cotone imbevuto di alcol: si tratta di un metodo meno pratico ma più preciso.

L’alcol denaturato infatti brucia la membrana protettiva della cocciniglia e penetra nel suo organismo uccidendolo.

Aglio e cipolla

Un rimedio completamente naturale e molto efficace!

L’aglio e la cipolla possono essere usati in due diversi modi per combattere i nemici delle nostre piante.

Il primo modo è quello di immergere in un litro d’acqua 300 g di aglio o cipolla tritati e di spruzzare il composto sulle nostre piante.

Il secondo è quello di piantare dei bulbi, già germogliati, di aglio o cipolla alla base della piantina che vogliamo disinfestare.

In questo modo, infatti, si avrà una sorta di protezione di vicinanza grazie alla naturale azione repellente di questi alimenti. Facile, no?

Olio di lino

Molto efficace anche contro acari e afidi, l’olio di lino è un vero portento contro la cocciniglia.

Se decidete di usare questo prodotto, vi basterà diluirne circa 10 ml in un litro d’acqua e bagnare la pianta del composto mediante un vaporizzatore o batuffoli di cotone imbevuti.

Ripetete il procedimento una volta alla settimana finché la cocciniglia non sarà definitivamente scomparsa.

Potatura

Nei casi di piante più grandi o alberi, a volte è necessario che potiate la pianta in modo strategico: dovete infatti stare attenti a potare rami o foglie in modo che le parti più infestate siano alla luce diretta del sole.

Pur sviluppandosi soprattutto con il calore, infatti, la cocciniglia odia la luce diretta del sole: così, nei casi più gravi, potete sfruttare un alleato naturale e sempre presente, il sole, per combattere gli sgraditi ospiti!

Consigli utili

Prendetevi sempre cura delle vostre piante, sciacquando spesso le loro foglie, soprattutto nel periodo estivo.

La semplice acqua, infatti, è molto spesso sufficiente a staccare i parassiti dalla foglia, rallentando l’infestazione!

Inoltre, se nelle vostre piante sono presenti delle coccinelle, non eliminatele! Questi insetti sono infatti antagonisti della cocciniglia e vi aiuteranno a sconfiggerla.

Attenzione

Uno dei tanti rimedi spesso suggeriti online è quello di utilizzare contro la cocciniglia l’olio bianco o l’olio di tè.

In effetti queste due sostanze riescono a debellare velocemente il parassita, ma in estate non vanno mai usati perché impediscono alle piante di respirare, spesso causandone la morte.

Vi ricordiamo che è molto importante consultare uno specialista se l’infestazione risulta più ingente.

Altri rimedi contro gli insetti

Gianluca Grimaldi
Nato a Napoli, sono laureato in giurisprudenza. Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".