Sai come leggere le Etichette di Lavaggio per non rovinare i vestiti in lavatrice?

163
etichette-lavaggio

La lavatrice è un elettrodomestico necessario in casa, in quanto ci permette di lavare i nostri capi e di averli sempre puliti e super profumati.

Capita, però, di mettere vestiti in lavatrice senza porre attenzione alle etichette di lavaggio e senza seguire, quindi, le indicazioni giuste per evitare di danneggiarli. E quante volte, poi, ce li ritroviamo usurati anche dopo pochi lavaggi.

Per evitare questo, quindi, oggi vedremo insieme come consultare le etichette di lavaggio dei nostri vestiti per non rovinarli e averli sempre come nuovi!

Icone di lavaggio

Innanzitutto, la prima icona da ricercare sull’etichetta di lavaggio, per essere certe che sia possibile procedere con l’utilizzo della lavatrice è quella rappresentata da una semplice vasca.

In caso non ci sia questa icona, ma quella di una mano di colore nero immersa nella vasca, allora non procedete con il lavaggio in lavatrice, ma solo con il lavaggio a mano in quanto il capo è troppo delicato e potrebbe essere danneggiato se lavato in questo elettrodomestico.

Una volta, quindi, che vi siete accertate che è possibile procedere con il lavaggio in lavatrice, andiamo alla ricerca di altre icone che ci suggeriranno altri accorgimenti da seguire!

Temperatura di lavaggio

Per evitare di danneggiare i vostri capi, è bene anche fare attenzione alle temperature di lavaggio che variano in base al tessuto. Perciò, fate attenzione al numero seguito da “°”, il quale vi indicherà la temperatura necessaria o massima per lavare i vostri capi.

Se ci sono, poi, una o due linee orizzontali sotto la vasca, allora dovrete procedere con un lavaggio in lavatrice delicato o extra delicato. Spesso, invece della temperatura indicata insieme al simbolo della bacinella, potete trovare dei pallini, dove:

  • un pallino: indica di lavare a temperatura di 30°
  • due pallini: per lavare a temperatura media, ovvero sui 40°
  • tre pallini: consigliano di lavare ad alte temperature di max 50°
  • quattro pallini indicano un lavaggio ad alte temperature (max 60°)
  • cinque pallini: per lavare a alte temperature di massimo 70°
  • sei pallini: per un lavaggio ad alte temperature (max 95°)

Cerchi e triangoli

Una volta visto come impostare la lavatrice seguendo le etichette di lavaggio, vediamo insieme che prodotti usare affidandovi ad alcuni simboli rappresentati da due figure geometriche, ovvero il cerchio o il triangolo.

La presenza del cerchio, per esempio, indica che il capo deve essere lavato a secco, mentre il triangolo vi indica se è possibile utilizzare o meno la candeggina. Se, quindi, sul triangolo trovate una X, ricordatevi di non candeggiare il capo. Ma non è finita qui! Se, infatti, il triangolo presenta linee verticali all’interno, allora vi indicheranno che è possibile candeggiare, ma senza cloro.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Ma in ogni caso, se volete conferire il candore iniziale ai vostri capi senza l’utilizzo della candeggina, vi basterà utilizzare alcuni ingredienti naturali come l’aceto, il bicarbonato e il limone!

Asciugatrice

Finora, abbiamo visto come lavare i capi in lavatrice senza rischiare di danneggiarli. Una volta lavati, però, è bene consultare le etichette di lavaggio ancora una volta per avere indicazioni su come farli asciugare proteggendo le loro fibre.

Se, infatti, viene rappresentato un cerchio contenuto in un quadrato, allora potete mettere il capo nell’asciugatrice. Ma anche in questo caso, fate attenzione alla temperatura indicata da alcuni pallini neri, dove:

  • 1 solo pallino suggerisce di avviare un programma con una temperatura meno calda
  • 2 pallini suggeriscono un programma con asciugatura normale.

Oltre a non rovinare i vostri capi, consultare le etichette di lavaggio è una manna dal cielo anche per risparmiare in bolletta quando usate l’asciugatrice ed evitare, quindi, consumi eccessivi!

Ferro da stiro

Dopo l’asciugatura, tutte noi siamo solite stirare i capi più stropicciati. Ma siete sicure di poterlo fare? Per esserne certe, bisogna accertarsi che ci sia l’icona del ferro da stiro sull’etichetta di lavaggio. In caso positivo, è consentita la stiratura sia a vapore sia a secco.

Anche in questo caso, però, potreste ritrovarvi dei pallini che fanno riferimento alla temperatura, dove:

  • un solo pallino si riferisce alla possibilità di utilizzare il ferro da stiro con una temperatura al di sotto dei 110° e all’impossibilità di usare il vapore
  • 2 pallini indicano la possibilità di usare il vapore e di impostare una temperatura più alta senza, però, superare i 150 gradi
  • 3 pallini suggeriscono solo di rispettare il limite massimo della temperatura di 200 gradi.

In caso, però, ci sia una X sul simbolo del ferro da stiro, allora ricordatevi che non è consentita la stiratura! Ma in questo caso, non disperate perché bastano alcuni trucchetti per stirare i panni senza ferro da stiro!

Avvertenze

Abbiamo indicato i principali simboli che dovreste consultare sulle etichette di lavaggio quando lavate i capi in lavatrice. Sebbene ce ne siano anche altri, questi sono tra quelli più importanti per non danneggiare i vestiti.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.