Addio muffa in bagno con questi 8 trucchetti!

101656
muffa-doccia-bagno

Ogni bagno, purtroppo, accumula umidità: è un dato di fatto.

Ciò avviene a causa del calore e del vapore che portano alla formazione della condensa.

Questa, poi, tende ad appiccicarsi sulle pareti e sulle piastrelle del nostro bagno.

Quindi, tutto ciò che dobbiamo evitare è che questa condensa a lungo andare formi la muffa, la quale è non solo brutta da vedere ma anche dannosa per il nostro organismo.

Perciò, è importante ridurre gli alti livelli di umidità nel bagno per prevenire la comparsa di muffe o per rallentarne la crescita se è già presente.

Mantenere il vostro bagno privo di muffe è possibile se seguite questi semplici suggerimenti e trucchi per ridurre l’umidità e mantenere il bagno pulito, sicuro e sano!

Se vuoi scoprire altri 200 rimediucci naturali e averli sempre a portata di mano, puoi acquistare Il mio libro 200+1 Rimedi naturali per la tua casa!

Vediamoli insieme!

Ventole ed aspiratori

La prima cosa che dovreste assicurarvi di avere in ogni bagno della casa è una ventola o un aspiratore.

Gli aspiratori e le ventole, infatti, permettono di eliminare il vapore generato e abbassano, così, il tasso di umidità.

Vi basta, quindi, azionarli nei momenti in cui nella stanza si crea più vapore, come per esempio durante la doccia.

Inoltre, per impedire che l’umidità residua danneggi le pareti e il soffitto creando muffe, dovreste lasciarlo acceso per almeno mezz’ora dopo la doccia.

Insomma…gli aspiratori e le ventole sono la prima linea di difesa contro la muffa!

Pulizia quotidiana

Ciò che davvero è importante per mantenere l’umidità e la muffa lontane dal vostro bagno è pulire le piastrelle e i sanitari ogni giorno.

La pulizia delle piastrelle insieme alla pulizia delle piastre all’interno del box doccia, infatti scongiura la formazione di muffa.

Quindi, anche se qualche giorno la pulizia salta per varie incombenze, vi consigliamo di pulire il vostro bagno quotidianamente.

Tergi vetro

Oltre alla pulizia quotidiana del vostro bagno, è molto utile, anche se può sembrare noioso, usare un tergi vetro dopo aver pulito.

I tergi vetro, infatti, servano ad eliminare l’umidità e a rendere il clima del vostro bagno, così, più secco.

Vi basta, quindi, solo far scorrere la spatola sulle pareti della vasca o della doccia subito dopo averli lavati o aver fatto la doccia per ridurre di molto l’umidità e prevenire la muffa.

Sale

Come ben sappiamo, il sale si dimostra un alleato molto efficace contro l’umidità. Il sale da cucina, infatti, può essere utilizzato come un deumidificatore naturale.

Tutto ciò che dovete fare è versare il sale grosso in un bicchiere e riporlo in un angolo del vostro bagno per assorbire tutta l’umidità in eccesso!

Attente alle perdite

La muffa del bagno non proviene solo dall’acqua nella doccia o nella vasca da bagno. Anche le perdite dai tubi, infatti, possono causare l’accumulo di umidità e la formazione di muffe.

Perciò, se notate delle perdite, contattate subito un idraulico per risolverla prima che la muffa prenda piede nel vostro bagno e inizia a crescere sempre più.

Prevenire è sempre meglio che curare!

Lavate regolarmente tappeti e asciugamani

Il tappetino da bagno e gli asciugamani sono l’ambiente ideale per la crescita della muffa, soprattutto se li lasciate sporchi per lunghi periodi di tempo.

Perciò, un modo per combattere la muffa può essere quello di lavarli regolarmente almeno una volta a settimana. Il vostro bagno sarà subito più pulito e sano!

Le piante

Un altro rimedio naturale e efficace per prevenire l’umidità e la muffa sono le piante.

Non tutte le piante, però, hanno lo stesso effetto. Le piante più efficienti per combattere l’eccesso di umidità, infatti, sembrano essere quelle tropicali.

Pulizia e cura della doccia

Asciugare le spugne, le bottiglie e le spazzole in bagno quando non sono in uso può essere molto utile.

Spesso, infatti, tendiamo a tenere bagnati gli oggetti che utilizziamo per la nostra doccia senza considerare che l’acqua che si accumula diventa il terreno fertile per muffe e funghi.

Inoltre, ricordatevi di asciugare sempre perfettamente le pareti della doccia in modo tale da evitare che si possa accumulare acqua negli angoli del box doccia.

Asciugate, quindi, prima con il tergi vetro per eliminare l’acqua in eccesso, dopodiché passate l’asciugamano per accertarvi che le pareti della doccia non siano umide.

Insomma… prendetevi sempre un minuto per asciugare tutto e mettere in ordine.

Altri consigli per aumentare la ventilazione

Se avete una finestra nel vostro bagno, vi consigliamo di tenerla sempre aperta per permettere il ricambio di aria e per permettere all’umidità di uscire.

Inoltre, la finestra aperta è importante anche per rendere l’aria più salubre.

Ma se non avete una finestra o non volete aprirla in pieno inverno, è consigliabile tenere sempre la porta del bagno aperta o socchiusa dopo ogni doccia fino a quando non va via la condensa dai vetri.

Inoltre, ricordiamo che la fessura delle porte permette il passaggio dell’aria in caso di porta chiusa, perciò vi consigliamo di non bloccarla mai.

Avvertenze

In caso di perdite provenienti dal vostro bagno, è sempre necessario chiamare un addetto alla manutenzione delle tubazioni dell’acqua e degli impianti igienici e sanitari.

Contattare uno specialista anche in caso di muffe nere che si sono già formate; queste infatti possono essere dannose per la salute.

Consigli per la vostra casa

Se avete voglia di conoscere altri consigli per la vostra casa, vi consigliamo altri post interessanti:

Maddy Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.