Come pulire Tutti gli Angolini nascosti del frigorifero dove nascono i cattivi odori

492
come-pulire-frigorifero

Il frigorifero è quella cosa che apriamo, fissiamo e chiudiamo almeno due o tre volte al giorno, ma quante volte ci ricordiamo di pulirlo?

La pulizia del frigo è importante per evitare cattivi odori, per non avere lo sporco che attira gli insetti e per non far andare a male i cibi.

Oggi vedremo come pulire il frigo con tutti i procedimenti necessari per tenerlo sempre a prova di ospite!

Prima di iniziare

Il primo passo da compiere per procedere con la pulizia del frigo, è quello di svuotarlo completamente.

In virtù di questo, vi consiglio di iniziare dal freezer perché i cibi congelati non possono rischiare di scongelarsi, sarebbero poi pericolosi per la salute.

Anche il frigorifero va svuotato completamente: assicuratevi che non ci siano cibi scaduti e teneteli lontano dal sole, perché prodotti come i derivati del latte potrebbero andare a male.

In caso di frigo che non ha la funzione no frost, ricordate di sbrinarlo per bene e completamente per poi procedere con il lavaggio che vedremo tra poco.

Ultima cosa importantissima, è necessario staccare la spina della corrente prima di pulire il frigo. Quest’elettrodomestico, infatti, non può assolutamente restare aperto per un periodo prolungato di tempo perché potrebbe guastarsi.

Pulizia interna

Dopo aver dato i consigli principali, procediamo con il lavaggio vero e proprio del nostro frigo!

Vetri, cassetti e vaschette

Per la pulizia interna, smontate tutte le varie componenti: vetri, cassetti, vaschette laterali e così via. Iniziate dal lavaggio di questi pezzi con acqua calda e un cucchiaio di Sapone di Marsiglia direttamente sulla spugnetta.

Fate attenzione a non usare spugnette abrasive perché potranno graffiare i vetri e gli altri materiali. Se ci sono macchie di liquido o di cibo incrostato, spuzzateci sopra un po’ d’aceto e lasciate agire per qualche minuto.

Dopodiché risciacquate tutti i pezzi e asciugateli per bene in modo che non si formino gli aloni.

Pareti interne

Ora passiamo al lavaggio delle pareti interne del frigo.

In questo caso l’ingrediente naturale più indicato è il bicarbonato il quale non solo sgrasserà a fondo, ma eliminerà anche cattivi odori nel caso ce ne fossero.

Riempite, dunque, una ciotola con acqua tiepida e versate due cucchiai di bicarbonato, passatela poi su tutte le pareti del frigo aiutandovi con una spugnetta. In caso di sporco ostinato strofinate con una pressione maggiore, ma sempre con materiale non abrasivo.

Successivamente risciacquate con un panno in pelle che trattiene e asciuga l’acqua per bene.

Quando sarà asciutto, rimontate le componenti all’interno e posizionate i prodotti. Se questi ultimi presentano delle macchie, puliteli, altrimenti sporcheranno di nuovo il frigo.

Utilizzate questo passaggio anche per pulire il freezer.

Pulizia esterna

Una volta pulito l’interno del frigo, non vi resta che rendere splendente anche l’esterno!

Alcuni consigli utili

Di solito alla parte esterna dell’elettrodomestico attacchiamo varie calamite da collezione. Se anche voi le avete, rimuovetele con delicatezza per non farle rompere e per non graffiare il frigo.

Immergetele poi in una bacinella con acqua tiepida e un cucchiaio di bicarbonato, questo servirà ad eliminare tutta la polvere che raccolgono e a neutralizzare i batteri.

Ricordate che anche sotto al frigo si accumulano tanti residui e tanta polvere, quindi se riuscite a spostarlo, vi consiglio di lavare quella zona del pavimento.

Attenzione! Se compite questa procedura, il panno deve essere ben strizzato e poi passato a terra, non gettate troppa acqua perché si potrebbe guastare l’elettrodomestico.

Passiamo infine al lavaggio delle porte e delle pareti laterali!

Sapone di Marsiglia

Se avete il frigo ad incasso e quindi la porta è in legno, vi consiglio di utilizzare il tanto amato Sapone di Marsiglia. Vi basterà sciogliere qualche cucchiaio di sapone liquido o in scaglie in un secchio d’acqua tiepida.

Fate una prima passata con acqua più abbondante, aiutandovi con un panno in microfibra e dopo risciacquate con acqua tiepida, strizzate e ripassate il panno.

Limone e bicarbonato

Nel caso in cui il frigo non fosse ad incasso, potete usare il limone o il bicarbonato.

Nel caso del limone, riempite una bacinella con acqua tiepida, versate un cucchiaio e mezzo di succo di limone e pulite le porte e le pareti laterali del frigo aiutandovi sempre con un panno in microfibra.

Per utilizzare il bicarbonato invece, mettetene un cucchiaio in un secchio d’acqua e aggiungete anche due cucchiai d’aceto per rafforzare l’azione pulente.

Sempre con un panno in pelle o in microfibra, passatelo su tutte le superfici esterne del frigo e dopo asciugate.