Come pulire con l’aceto Tutto il bagno e anche i Rubinetti?

193
come-pulire-bagno-rubinetti-aceto

Alzi la mano chi non ha mai usato l’aceto per le pulizie di casa!

Quest’elemento, infatti, oltre che in cucina, è un imbattibile alleato anche per lavare tanti ambienti, tra cui il bagno!

Le proprietà pulenti e sgrassanti dell’aceto possono essere la soluzione migliore soprattutto in caso di macchie ostinate di calcare.

Esistono vari tipi di quest’ingrediente: quello di vino, quello di mele e quello bianco d’alcol. Quest’ultimo non è commestibile, ma è molto performante come detergente naturale!

Oggi, quindi, vedremo come pulire il bagno e i rubinetti con l’aceto!

N.B. Non usate i seguenti rimedi se avete il bagno in marmo, altrimenti rischiate di macchiarlo.

Rubinetti

Iniziamo proprio dai rubinetti, una parte dove lo sporco si nota in maniera particolare perché sono lucidi e formati prettamente in acciaio.

Dunque, con il passare del tempo, se non lavati a dovere, si opacizzano dando un aspetto non proprio gradito al bagno.

Potete lavarli mettendo direttamente l’aceto sulla spugna e strofinando con il lato non abrasivo finché il calcare non sarà andato via.

Se l’incrostazione è particolarmente ostinata, spruzzate un po’ di aceto direttamente sulla zona interessata e lasciate agire per qualche minuto, dopodiché lavate a fondo, sciacquate e asciugate bene.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

I rubinetti saranno di nuovo splendenti!

Sanitari

I sanitari sono le componenti del bagno da tenere sempre perfette e pulite a dovere, anche perché vanno a contatto diretto con la nostra pelle, dunque bisognerebbe lavarli ad ogni utilizzo.

L’aceto fa al caso vostro, data la sua profonda azione sgrassante e antibatterica.

Prima di iniziare, versate una tazza di aceto nello scarico del WC, in modo da purificare i tubi ed eliminare cattivi odori.

Riempite poi un contenitore spray metà con aceto e metà con acqua calda, spruzzate la miscela su tutti i sanitari, ricordando di non trascurare le basi.

Prendete una spugnetta e strofinate con il lato non abrasivo, successivamente usate un panno in microfibra per sciacquare e asciugare.

Piastrelle

Anche le piastrelle possono avere un aspetto pulito e lucido se lavate con aceto!

N.B. Ricordo di non utilizzare questo rimedio in caso di piastrelle in marmo o pietra naturale.

In questo caso il rimedio è molto semplice, dovrete semplicemente riempire un secchio d’acqua calda e versare mezzo bicchiere di aceto all’interno.

Lavate poi con un panno in microfibra tutto il bagno con abbondante acqua e dopo asciugate bene!

Se avete gli angoli particolarmente sporchi, potete spruzzare un po’ di aceto prima del lavaggio intero.

Doccia

In ultimo vediamo come pulire la doccia con l’aceto!

Questa è una zona che, più delle altre, viene incrostata maggiormente a causa del vapore acqueo e dell’acqua che si attacca dappertutto, rilasciando calcare.

Ma non temete! Anche in questo caso l’ingrediente naturale di cui stiamo parlando verrà in soccorso per rendere la doccia come fosse nuova.

Per prima cosa, vi consiglio di usarlo sempre sotto forma di vaporizzatore, dunque prendete un contenitore spray e riempite metà con aceto e metà con acqua molto calda.

Spruzzatelo abbondantemente sul sifone e sul miscelatore della doccia lasciando agire per almeno 10 minuti.

Nel frattempo, mettetene una parte sulla spugnetta e lavate le piastrelle laterali togliendo tutti i residui di sapone o shampoo.

Allo stesso modo potete lavare anche i vetri e il piatto doccia. Per i vetri, assicuratevi che siano ben asciutti, potete aiutarvi con un panno in cotone pulito per togliere tutti gli aloni.

Passate poi la spugnetta anche sul sifone e il miscelatore, strofinando per bene finché non si sarà tolto tutto lo sporco.

Infine risciacquate tutto a fondo e asciugate!