Come riutilizzare la farina in casa

412
farina bianca riuso

Hai sempre pensato alla farina solo come un ingrediente base per ricette dolci e salate in cucina? Così come tanti prodotti di uso comune anche la farina ha degli usi alternativi e spesso poco conosciuti e, mescolata ad altri ingredienti, permette di creare detergenti per rame e acciaio, una colla e addirittura uno shampoo lucidante. Per preparare questi prodotti si può usare anche la farina scaduta, così da riuscire a riutilizzare senza sprechi qualcosa che altrimenti sarebbe destinata alla pattumiera.

Detergenti e sapone a base di farina

La prima idea per un uso alternativo della farina è la pulizia dell’acciaio e del rame, un’alternativa economica e naturale ai detergenti a base chimica che si trovano in commercio. Per lucidare oggetti e ripiani in acciaio non c’è nemmeno bisogno di pasticciare, infatti basta cospargere un panno morbido con della farina e passarlo sull’oggetto da lucidare: la farina assorbe l’umidità ed elimina eventuali residui di sapone e detersivo. Se si vuole pulire il rame bisogna preparare un composto a base di farina, sale e aceto che vanno mescolati in parte uguali e poi strofinati su pentole e casseruole aiutandosi con una spugna morbida per rimuovere l’alone opacizza il vivo colore del rame; il tutto va poi lavato e asciugato con cura.

La farina può essere usata anche per creare un sapone da bucato fatto in casa più duro e sbiancante a partire da una base di Sapone di Marsiglia che va sciolto a bagnomaria con un pò di acqua; per questa operazione è preferibile usare del sapone in scaglie o, in tema di riciclo, si possono utilizzare i residui di vecchie forme. Lontano dal fuoco va aggiunta e mescolata la farina, bisogna dare una forma al composto e lasciarlo  raffreddare e indurire; per ogni kg di sapone si aggiungono generalmente 2 cucchiai di farina ma si può anche seguire un’altra ricetta che prevede 4 cucchiai di farina e 4 cucchiai di latte.

Il lattice è una sostanza che a molte persone provoca allergie e così, infilando i guanti durante le faccende domestiche o per lavare le stoviglie molti soffrono di arrossamenti e/o prurito. Per prevenire questi fastidi si possono cospargere i guanti di farina e strofinare le mani con la stessa prima di indossare i guanti.

Pasta di sale e colla di farina

Per gli amanti del fai da te la farina è un ingrediente base per diverse preparazioni con cui dare libera espressione alla propria creatività e manualità, come con la pasta di sale, una sorta di plastilina economica e facile da preparare con 2 bicchieri di acqua, 4 bicchieri di farina di frumento e 4 bicchieri di sale polverizzato. Uniti tutti gli ingredienti (eventualmente anche un colorante sciolto nell’acqua) si impasta a mano o in un robot da cucina per pochi minuti fino ad ottenere una pasta compatta ma morbida che non deve attaccarsi alle mani; se è troppo liquida si può unire gradualmente altra farina, viceversa dell’acqua se è troppo dura.

La pasta di sale è ottima per creare degli oggetti decorativi ma anche per far giocare i bambini che possono così modellarla come plastilina, maneggiando un prodotto naturale.

Farina e acqua permettono di produrre anche una colla molto simile a quella vinilica che può essere usata nei progetti di fai da te, soprattutto per la produzione di cartapesta. Le dosi da ridurre o aumentare in proporzione a seconda delle esigenze prevedono l’impiego di 100 grammi di farina di frumento ogni 1, 5 litri di acqua, che va fatta bollire in una pentola a cui va aggiunta gradualmente la farina, mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi. Dopo aver incorporato tutta la farina il composto va fatto bollire per 10 minuti, continuando a mescolare, fino ad ottenere una consistenza simile a quella della colla vinilica.

La colla di farina si usa tiepida, per cui va sempre riscaldata prima dell’impiego e può essere conservata per 1-2 giorni, prima di veder alterato il potere collante.

Shampoo per capelli luminosi

Tantissime marche propongono nella loro linea capelli uno shampoo illuminante, per dare luce ad una chioma stressata e spenta ma sembra che la farina riesca a fare lo stesso. Per preparare uno shampoo naturale basta unire 3-4 cucchiai di farina di ceci (molto usata in cosmesi) a dell’acqua tiepida e preparare una pastella da massaggiare sui capelli umidi come un normale shampoo; per rendere il prodotto ancor più nutriente e mascherare l’odore di ceci si possono unire anche 1-2 cucchiai di yogurt magro ed 1 cucchiaio di miele. I capelli vanno risciacquati con abbondante acqua per eliminare ogni eventuale residuo di pastella. 

Pulizia dei metalli

Alcuni metalli si prestano bene ad essere puliti con la farina. Uno di questi è l’acciaio inossidabile. Lavelli e rubinetteria, oltre che oggettistica varia possono essere lucidati grazie all’uso della farina e di un panno di microfibra.

Anche il rame è un metallo che può essere pulito utilizzando la farina. In questo caso però non può essere usata pura bensì mescolata con sale e aceto bianco. Ottenuto il composto, basta applicarlo sugli oggetti di rame e lasciarlo agire per almeno un’ora. Pulire con un panno morbido e asciutto.

Parassiti e formiche

Quanti di voi hanno un piccolo orto in casa dove coltivano verdure e tuberi? In questo caso vi sarà capitato di avere a che fare con parassiti che minano la vostra coltivazione. Basterà spargere un po’ di farina per l’orto ed evitare l’uso di pesticidi.

Formiche in casa? Da ottimi investigatori seguite il percorso che fanno e da dove spuntano. A questo punto tracciate una linea di confine con la farina in modo da non farvi invadere casa. Provate a metterne anche un po’ davanti alle fessure di balconi e porte da cui fuoriescono.

Maschera viso

La farina è un ingrediente efficace anche per la cura della bellezza della pelle. Invece di ricorrere a cosmetici ricchi di sostanze nocive, perchè non prepararvi una maschera naturale di bellezza in casa? Vi occorreranno farina, latte e miele, mescolati in quantità uguali. La pasta ottenuta va applicata sul viso e lasciata agire per circa 15 minuti. I risultati? Pelle più liscia, pulita e morbida. Provate la farina anche per contrastare l’acne dal viso. Leggi anche usi di bellezza del latte d’asina.

Carte da gioco

Siete degli appassionati di carte? Chissà quante volte avrete preso il mazzo di carte per giocare senza mai pulirlo. La farina è un rimedio alternativo per pulire le carte da gioco ed eliminare qualche germe. Come fare? Basta prendere un sacchetto di plastica, aggiungere le carte e un po’ di farina e agitare.

Guanti e allergie

Vi danno fastidio i guanti sulla pelle perchè non risultano scivolosi e sono difficili da togliere dopo aver fatto le pulizie? Eliminate il problema aggiungendo un po’ di farina all’interno dei guanti prima di utilizzarli. In questo modo evitate anche le irritazioni cutanee causate dal lattice.

Anti macchie

A volte capita di macchiarvi con sostanze difficili da trattare una volta che si sono essiccate, come l’olio. Trattate subito queste macchie con la farina che ha un’efficace potere assorbente.

Profumo per ambienti

Per profumare gli ambienti è ottima la farina, ma quella d’avena (che rappresenta il rimedio ottimale per catturare i cattivi odori). Basta metterne un po’ in barattolini da distribuire negli angoli delle stanze o nei punti strategici.