Come Usare una Candela Bianca per Sbiancare le Fughe del Bagno

524
candela-per-sbiancare-fughe

Il bagno è sicuramente l’ambiente della casa più soggetto allo sporco, al calcare e alla muffa che tendono a depositarsi un po’ ovunque.

L’accumulo di questo sporco è visibile soprattutto lungo le fughe che tendono ad annerirsi conferendo un aspetto per niente bello a questo ambiente.

Per fortuna, però, vi basterà usare solo una candela bianca per sbiancare le fughe del bagno. Vediamo, quindi, come fare!

Come fare

Poiché il trucchetto della candela è in grado di sbiancare le fughe ma non di pulirle, è bene procedere prima con la pulizia di queste ultime in modo da rimuovere lo sporco accumulato.

Per farlo, vi consigliamo un ingrediente noto per le sue proprietà sgrassanti e pulenti: il sapone giallo. Versate, quindi, qualche pezzo di questo sapone in una ciotola contenente mezzo litro d’acqua calda, dopodiché, travasate il tutto in un vaporizzatore e spruzzate la miscela così ottenuta direttamente sulle fughe del bagno. Infine, strofinate con un vecchio spazzolino per rimuovere tutto lo sporco e risciacquate.

Solo a questo punto, è possibile provare il trucchetto della candela, strofinando la punta di una candela bianca sulle fessure delle piastrelle più volte, lasciando asciugare per circa 10 minuti e passando, infine, uno straccio umido in maniera molto delicata.

Questo trucchetto della candela, infatti, non solo sarà in grado di creare una patina bianca protettiva che rimuoverà “l’effetto annerito”, ma sarà utile anche per prevenire l’accumulo dello sporco: addio fughe annerite!

N.B Vi raccomandiamo di passare la candela solo dopo aver pulito e lasciato asciugare accuratamente le piastrelle e le fughe.

Altri trucchetti per sbiancare le fughe annerite

Una volta visto il trucchetto della candela per sbiancare le fughe annerite, vediamo insieme altri trucchetti molto efficaci per sbiancare le fughe del bagno.

Bicarbonato e aceto

Innanzitutto, la combinazione del bicarbonato di sodio e l’aceto, due ingredienti noti per le loro proprietà sgrassanti, pulenti e disincrostanti. Vi ricordiamo, infatti, che sono una manna dal cielo anche per rimuovere le incrostazioni di calcare dal wc!

Vi basterà, quindi, versare il bicarbonato con un po’di aceto a filo fino ad ottenere un composto pastoso abbastanza denso e passare, poi, il composto sulle fughe e sulle piastrelle del bagno. A questo punto, passate uno spazzolino per strofinare, lasciate agire e risciacquate: le vostre fughe torneranno come nuove!

Ah dimenticavo! Se ti piacciono questi Consigli Naturali posso inviarteli ogni giorno direttamente su Messenger! Iscriviti al mio Canale! Ti aspetto!

N.B Vi consigliamo di non utilizzare l’aceto sulle piastrelle in marmo o su pietra naturale poiché potreste causare un danno permanente.

Acqua ossigenata e maizena

Un altro accostamento molto efficace per sbiancare le fughe del vostro bagno è quello tra acqua ossigenata e l’amido di mais. Anche in questo caso, quindi, mescolate 1 bicchiere di acqua ossigenata a 10 volumi e 3 cucchiaini di amido di mais e utilizzate, poi, questo composto sulle fughe utilizzando uno spazzolino da denti. 

Dopodiché, lasciate agire per circa un’ora prima di risciacquare con una miscela composta per metà da acqua e metà da aceto. Come se non bastasse, questo rimedio è in grado anche di rimuovere le macchie di muffa!

Succo di limone

Infine, vediamo un ultimo trucchetto che prevede l’utilizzo del limone, un agrume noto proprio per le sue proprietà sbiancanti. Vi ricordiamo, infatti, che è una manna dal cielo per sbiancare il bucato senza ricorrere alla candeggina!

Aggiungete, quindi, il succo di 1 limone in una ciotola contenente circa 1 litro d’acqua e usate, poi, la miscela così ottenuta sulle piastrelle e sulle fughe, servendovi di una spugnetta.

Infine, strofinate con uno spazzolino o una spugnetta e risciacquate…e il nero sulle fughe sarà solo un brutto ricordo!

Avvertenze

Gran parte delle piastrelle è in ceramica, materiale versatile e dalla facile pulizia. Ciò non vieta che ce ne siano di altri materiali. Proprio per questo seguite sempre le indicazioni di produzione prima di cominciare con la pulizia delle piastrelle.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.