Come trasformare l’aria del ventilatore in aria fredda

4692
ventilatore-aria-fredda

Ferie, tempo libero, vacanze: l’unica pecca dell’estate sembra essere solo l’eccessivo caldo!

Per combatterlo in molti fanno affidamento a un’alimentazione più fresca, altri al condizionatore, i più fortunati alla brezza del mare.

In pochi sanno, però, che potete combattere il caldo anche attraverso un semplice ventilatore e pochi accorgimenti per far sì che diventi una sorta di piccolo condizionatore.

Non ci credete? Vi spieghiamo subito come fare!

Attenzione: il ventilatore è un elettrodomestico a tutti gli effetti, quindi prima di utilizzare i nostri metodi, verificatene la compatibilità sulle indicazioni di produzione, per evitare di danneggiarlo o romperlo.

Se il ventilatore presenta delle parti deteriorate, affidatevi a chi è di competenza per ripararlo e non usatelo!

Sfruttate l’aria fredda dell’esterno

Uno dei metodi più semplici per potenziare l’azione del ventilatore e far sì che l’aria che emani sia fresca è quello di sfruttare l’aria esterna.

Vi basterà posizionare il ventilatore sul davanzale della finestra nelle ore più fresche. L’ideale è nelle ore notturne.

In questo modo, infatti, l’aria proiettata in avanti dal ventilatore sarà quella dell’esterno, con una temperatura più bassa.

Ovviamente, se sfruttate il metodo nelle ore notturne, evitate di tenere il ventilatore puntato sul vostro letto tutto il tempo.

Avere l’aria del ventilatore addosso per tutta la notte potrebbe infatti portarvi problemi di salute.

Mettete del ghiaccio davanti al ventilatore

Un segreto molto efficace è quello di utilizzare il ghiaccio per rendere l’aria spostata dal vostro ventilatore fresca e piacevole!

Per farlo, dovete preparare dei cubetti di ghiaccio.

La loro quantità può variare a seconda della grandezza del vostro ventilatore, ma il consiglio è di prepararne il più possibile, in modo da aver già pronto un ricambio.

Ventilatore da tavolo

Mettete i cubetti di ghiaccio in un contenitore, come una bacinella o una zuppiera, in cui prima avete versato del sale.

Poi, posizionate il tutto di fronte al ventilatore acceso: l’aria spostata dal ventilatore passerà attraverso il ghiaccio rinfrescandosi e arrivando a voi più fredda.

In alternativa alla bacinella o alla zuppiera, puoi prendere una bottiglia d’acqua in plastica da 2 litri, riempirla di acqua e sale (circa 150 grammi), lasciarla congelare nel freezer e poi posizionarla davanti al ventilatore.

N.B: non attivate l’oscillazione automatica del ventilatore, in modo che questo risulti sempre puntato in direzione del ghiaccio.

Inoltre, ricordate di posizionare la bacinella o le bottiglie in modo da non bloccare il flusso d’aria del ventilatore, ma facendo sì che l’aria ci passi attraverso.

Se utilizzate le bottiglie d’acqua in plastica, una volta che il loro contenuto si sarà sciolto, potrete riutilizzarle semplicemente rimettendole nel freezer per congelarle di nuovo.

Ventilatore da soffitto

In caso di ventilatore da soffitto, il procedimento resta lo stesso.

L’unica differenza consiste nel fatto che dovrete sistemare la bacinella con il ghiaccio sul pavimento o sulla tavola, sotto il ventilatore da soffitto.

In alternativa, potete sistemare sotto il ventilatore da soffitto una bacinella piena di stracci o vestiti bagnati.

In questo caso l’effetto non sarà efficace come in caso di utilizzo di ghiaccio, ma l’aria risulterà comunque più fresca.

Mettete del ghiaccio dietro il ventilatore

Il metodo del ghiaccio che abbiamo appena visto è infallibile, ma ha anche una variante.

Anche in questo caso dovrete attrezzarvi con delle bottiglie d’acqua in plastica, questa volta più piccole, preferibilmente quelle da 500ml.

Prendi due bottiglie in plastica e tagliane la parte inferiore, in modo da poterla sollevare e poi riabbassare, come fosse un coperchio.

Con delle forbici, fai dei piccoli fori nella parte inferiore della bottiglia, lasciando invece intatta la parte superiore (quella in prossimità del tappo).

Prendi dei cubetti di ghiaccio e mettili all’interno delle due bottiglie capovolte, in modo che i cubetti si depositino nella parte dove è presente il tappo e prive di fori.

Poi legate le bottiglie capovolte (con la parte del tappo rivolta verso il basso) dietro la ventola del ventilatore, una per lato.

In questo modo, l’aria che il ventilatore prenderà per far vento sarà quella filtrata attraverso i fori nelle bottiglie piene di ghiaccio.

Il risultato sarà un getto d’aria super rinfrescante!

Quando il ghiaccio nelle bottiglie in plastica sarà sciolto, dovrete semplicemente svuotarle e mettere dei nuovi cubetti di ghiaccio.

Attenzione: è fondamentale che le bottiglie in plastica non perdano acqua. In caso contrario, infatti, l’acqua potrebbe entrare nel ventilatore rompendolo o causando corto circuiti.

Altre informazioni

Alcune persone, attraverso alcuni accorgimenti tecnici, riescono a trasformare i ventilatori in veri e propri condizionatori.

Su Internet sono disponibili alcuni video che spiegano come fare.

Il nostro consiglio, però, è quello di non rischiare con gli elettrodomestici se non si è un esperto.

Fai da te, che passione!

Se siete in vena di fai da te, scoprite tutti i segreti leggendo i nostri articoli:

Gianluca Grimaldi
Nato a Napoli, sono laureato in giurisprudenza. Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".