Come eliminare l’oidio, il mal bianco, dalle vostre piante

2380
oido-mal-bianco-piante

Macchie bianche su foglie e germogli: l’oidio, conosciuto come mal bianco, attacca le nostre piante facendole seccare e portandole alla morte!

Si tratta di una malattia causata da alcuni funghi, detti Ascomycota, che portano alla formazione di una patina, una muffa bianca.

Il fungo si propaga con il vento per lo più nelle stagioni calde, primavera ed estate, ed è favorito dalle escursioni termiche e dalla temperatura che si aggira intorno ai 20 gradi.

A essere in pericolo sono soprattutto le nostre piante aromatiche, ma anche le rose, le ortensie e il biancospino.

Vediamo insieme come sconfiggere le infezioni da oidio con rimedi naturali!

N.B: qualora il mal bianco dovesse persistere oppure sia già in fase molto avanzata, per evitare la morte della pianta potete rivolgervi al vostro fioraio di fiducia per prodotti funghicidi appositi.

Aceto bianco

L’aceto bianco è uno dei nostri principali alleati sia nelle pulizie domestiche che nel giardinaggio.

Per usarlo al meglio, versatene due cucchiaini in un litro d’acqua e mescolate. Poi mettete il composto in un vaporizzatore e spruzzate il tutto sulle vostre piante, insistendo sulle foglie più colpite.

Per potenziarne l’effetto, potete passare l’aceto direttamente sulle foglie più colpite mediante un batuffolo di cotone imbevuto.

L’aceto, infatti, grazie alle sue naturali proprietà disinfettanti, antibatteriche e antifungine, aiuterà la pianta a combattere il mal bianco e a tornare sana.

Zolfo

Uno dei metodi più efficaci è quello di utilizzare lo zolfo in polvere.

Per usarlo vi basterà spargere lo zolfo sulla pianta, con particolare attenzione alle parti più colpite.

Lo zolfo, infatti, penetra nelle cellule del fungo, disidratandolo e portandolo alla morte. Le sue proprietà contro l’oidio sono note sin dal 1800!

Attenzione: oltre allo zolfo puro, potete utilizzare vari composti biologici a base di zolfo in vendita dal vostro fioraio. In questo caso attenetevi scrupolosamente alle indicazioni di produzione per l’utilizzo.

Inoltre, ricordate di attendere almeno 5 giorni per raccogliere i prodotti, se spargete lo zolfo su piante da frutto, e di lavarli scrupolosamente prima di consumarli.

Latte

Una soluzione da prendere direttamente… dal vostro frigo!

Il latte può essere usato contro il mal bianco mescolandolo all’acqua (nella proporzione di una parte di latte e due parti d’acqua).

Versate il tutto in un vaporizzatore e spruzzatelo sulle piante, in particolare su quelle parti più aggredite dall’oidio.

Ripetete il procedimento ogni 4/5 giorni.

Il latte, infatti, modifica il pH superficiale delle foglie rendendolo inadatto alla proliferazione di funghi e muffe.

Propoli

Utile contro gli afidi, la propoli è efficace anche contro l’oidio!

Questo prodotto, regalatoci dalle api, ha un effetto stimolante e rinforzante sulle piante, aiutandole a reagire contro infezioni e infestazioni.

La propoli pura o grezza può essere sparsa sulla pianta, oppure può essere fatta macerare in acqua e applicata sulle foglie colpite con un batuffolo di cotone imbevuto.

Per la macerazione, vi occorrerà utilizzare circa 150g di propoli in un litro d’acqua.

E’ preferibile utilizzare questo metodo nelle ore fresche della giornata, in particolare di sera.

Olio di Neem

L’olio di Neem è un alleato valoroso per le faccende da pollice verde!

Per usarlo contro l’oidio, diluitene un cucchiaino in un litro d’acqua. Poi applicate il prodotto spruzzandolo sulla pianta tramite un vaporizzatore o applicandolo direttamene con un batuffolo di cotone imbevuto.

Per potenziarne l’effetto, sciogliete in acqua anche un cucchiaio di bicarbonato di sodio che ha naturali proprietà antifungine.

L’olio di Neem è utile anche contro le altre muffe, la cocciniglia e infestazioni di insetti.

Aglio

Un alimento dalle mille proprietà benefiche per l’organismo ma utilissimo anche per il giardinaggio!

L’aglio, infatti, grazie alle sue proprietà antibatteriche e repellenti, sconfigge funghi e parassiti. Merito anche del suo alto contenuto di zolfo.

Potete utilizzarlo preparando un veloce e facile decotto!

Prendete 40/50 grammi d’aglio e metteteli in un litro d’acqua. Portate a bollore per 15/20 minuti.

Lasciate raffreddare e filtrate il composto: versatelo in un vaporizzatore e spruzzatelo sulle vostre piante.

Ripetete il procedimento ogni 4/5 giorni per ottenere risultati sorprendenti!

Consigli di prevenzione

E’ sempre più facile prevenire l’insorgere del mal bianco che curarlo! A volte poche accortezze possono davvero fare la differenza.

Se una delle vostre piante presenta l’oidio, tenetela distante dalle altre: le spore del fungo si diffondono infatti con il vento e possono facilmente passare da una pianta all’altra.

Evitate poi i ristagni d’acqua che possono creare un ambiente umido favorevole al diffondersi di muffe!

Inoltre, quando annaffiate, evitate di bagnare foglie e tronco, soprattutto nelle ore serali!

Altri suggerimenti per il giardinaggio

Se volete altri consigli sulla cura delle vostre piante, non perdetevi i nostri suggerimenti:

Gianluca Grimaldi
Nato a Napoli, sono laureato in giurisprudenza. Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".