Trentino: l’Orsa JJ4 finalmente tornerà libera!

31
orsajj4-finalmente-libera

L’orsa JJ4, oramai conosciuta per le sue triste vicende, finalmente tornerà libera!

È quanto deciso dal Consiglio di Stato, il quale si è espresso in merito alla cattura dell’orso, avvenuta qualche mese fa.

Lo scorso 22 giugno, infatti, l’orsa aveva avuto un incontro ravvicinato con due cercatori di funghi, sul monte Peller.

In quella circostanza, l’orsa aggredì i due cacciatori, probabilmente perché voleva difendere i suoi cuccioli.

Perciò, JJ4 fu subito catturata e da quel momento è stata rinchiusa nell’area faunistica del Casteller, in Trentino, lo stesso centro dove si trova ora l’orso M49.

Qualche giorno dopo, inoltre, aveva spaventato due guardie forestali, a causa della sua aggressività.

Per questa ragione era stata sottoposta a un sistema di sorveglianza e restrizioni molto rigido.

Da allora, quindi, la sua cattura è diventata un caso nazionale e ha catalizzato soprattutto le attenzioni degli animalisti, da sempre contrari alle condizioni in cui JJ4 era sottoposta.

Il decreto, pertanto, giunge a ritenere la cattura di JJ4 un “danno irreparabile per i cuccioli”, considerando soprattutto la stagione.

L’orsa, infatti, ha un ruolo importante per i suoi tre cuccioli e soprattutto si sta avvicinando la stagione del letargo, per cui, l’animale deve andare in letargo e non può essere recluso nel recinto del Casteller.

Il decreto

Con questo decreto risultano, quindi, accolte le istanze delle associazioni animaliste contro la Provincia di Trento, che invece avrebbe voluto tenere l’animale ancora ingabbiato.

Il consiglio di Stato ha quindi previsto la liberazione dell’animale.

Inoltre, il decreto nella sua relazione cita anche le condizioni degli altri orsi rinchiusi nel Casteller e afferma che tutti gli orsi sarebbero tenuti in condizioni pessime.

Essi, infatti, sono rinchiusi e ingabbiati all’interno di recinzioni elettrificate. Questa condizione, per gli animalisti, si scontra con i diritti degli animali.

La strada da percorrere affinché tutti gli orsi tenuti rinchiusi nell’area faunistica del Casteller è ancora lunga.

Ma questa bella notizia ci dà speranza che a questa possano susseguirne altre riguardanti gli altri orsi prigionieri nel recinto del Casteller.

Maddy Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.