Prova il trucchetto dell’OVATTA per togliere la muffa nella doccia!

534
trucchetto-ovatta-muffa-doccia

La muffa è davvero la peggiore nemica di tutte noi! Chi di voi, infatti, non ha, almeno una volta nella vita, affrontato il problema della muffa nel bagno?

Poiché, il bagno, infatti, è la stanza che più accumula umidità e vapore, è qui che si assiste a una maggiore formazione della muffa. In particolare, sembra depositarsi sul silicone della doccia o della vasca, molto importante per evitare perdite di acqua.

Ma non dovete disperare: oggi, infatti, vi suggeriamo il trucchetto dell’ovatta per eliminare la muffa! Scopriamolo insieme!

Come fare

Per utilizzare il trucchetto dell’ovatta, avrete bisogno di pochi ingredienti facili da reperire:

  • 500 ml di acqua
  • 1 cucchiaio e mezzo di acqua ossigenata al 3%
  • 1 cucchiaio e mezzo di sale fino
  • 2 cucchiai di bicarbonato
  • Ovatta q.b

Sciogliete, quindi, il sale e il bicarbonato nell’acqua. Dopodiché, aggiungete l’acqua ossigenata.

Versate il tutto in un secchio e agitate bene il contenuto, avendo cura di indossare sempre i guanti perché l’acqua ossigenata potrebbe irritare la vostra pelle.

A questo punto, quindi, immergete un batuffolo di ovatta nella soluzione così ottenuta, lasciate che si impregni del tutto e applicatelo direttamente sull’area interessata dalla muffa.

Ripetete, quindi, l’operazione con gli altri batuffoli fino a coprire l’intera area ammuffita, come a creare una sorta di recinto.

Lasciate agire il tutto per circa 1 ora, dopodiché spostate un po’ il batuffolo per accertarvi che la muffa sia scomparsa.

Se è ancora lì, lasciate agire ancora per un po’. Infine, rimuovete tutta l’ovatta, strofinate, risciacquate accuratamente la vostra doccia o la vostra vasca e procedete con la consueta pulizia.

E voilà: addio muffa!

Altri modi per rimuoverla

Oltre al trucchetto dell’ovatta, però, ci sono altri ingredienti ecologici che potete utilizzare per rimuovere la muffa. Vediamoli insieme!

Succo di limone

Un altro rimedio molto efficace per eliminare la muffa dalla vostra doccia o vasca consiste nell’utilizzare il succo di limone.

Iniziate, quindi, con il versare un po’ di bicarbonato direttamente sulla macchia di muffa. Bagnatela, poi, con acqua calda e lasciate agire il bicarbonato per circa mezz’ora.

In uno spruzzino, poi, aggiungete dell’acqua, metà cucchiaio di bicarbonato e il succo di un limone.

Spruzzate un po’ di questa miscela sulla macchia cosparsa di bicarbonato. Utilizzate, poi, la parte abrasiva di una spugna per rimuovere lo sporco e la muffa.

Continuate a spruzzare la soluzione più volte fino a quando il silicone non sarà totalmente sbiancato.

Il limone risulterà davvero molto efficace grazie alla sua potente azione sbiancante e pulente.

Addio muffa!

Acido citrico

Infine, potete utilizzare l’acido citrico, un’alternativa più ecologica rispetto all’aceto di vino bianco.

Anche questo ingrediente, infatti, risulta essere molto efficace in caso di macchie di muffa, grazie alla sua azione anticalcare e al suo potere sbiancante.

Create, quindi, una soluzione composta da un litro di acqua e 150 grammi di acido citrico. Versate un po’ della miscela sulla macchia di muffa e lasciatela agire per circa 15 minuti.

Dopodiché, utilizzate una spugnetta e strofinate delicatamente per rimuovere tutto lo sporco.

Come prevenirla

Una volta visto il trucchetto per rimuovere la muffa dalla doccia e dalla vasca, vediamo ora alcuni consigli per prevenirla.

Lasciare arieggiare il bagno

Innanzitutto, bisogna ricordare che tra le cause principali che portano alla formazione della muffa nel nostro bagno vi è la scarsa ventilazione e l’eccessiva umidità.

Per questo motivo, è consigliabile far ben arieggiare quest’ambiente così da favorire la circolazione dell’aria e ridurre il tasso di umidità in casa.

Ricordatevi, quindi, di aprire le finestre del bagno, soprattutto dopo aver fatto la doccia.

Attenzione al vapore

Il vapore contribuisce fortemente ad incrementare il livello di umidità in casa e, quindi, la muffa. Perciò, come già detto, cercate di fare uscire sempre fuori il vapore quando fate la doccia.

Utilizzate un termoventilatore per tutta la durata della doccia e lasciatelo acceso anche per circa mezz’ora dopo.

Inoltre, non lasciate mai asciugare il bucato in casa o, se volete farlo, fate sempre arieggiare la stanza per far uscire il vapore.

Utilizzare il deumidificatore

Vi consigliamo, infine, di utilizzare sempre un deumidificatore, in grado di ridurre il tasso di umidità in casa.

In alternativa al deumidificatore che trovate in commercio, è possibile anche realizzare uno a casa a costo zero.

Vi basterà aggiungere in ogni stanza delle ciotole con dentro il sale grosso e il gioco è fatto!

Il sale, infatti, è utile per assorbire l’umidità in eccesso.

Avvertenze

Contattare uno specialista in caso di muffe nere molto ostinate; queste infatti possono essere dannose per la salute.

Addio muffa!

Se volete altri consigli per combattere la muffa con rimedi naturali, ecco altri post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.