Shatush, l’innovativa tecnica di decolorazione per un effetto naturale e luminoso

104

Volete stupire a Natale con un look naturale e luminoso? Puntate allora sullo Shatush, la tecnica innovativa – un vero must per la stagione invernale 2012 – che riesce a riprodurre la schiaritura naturale del sole. Viene effettuata nei saloni parigini e newyorkesi da qualche anno, ma in Italia non è ancora molto conosciuta.

Il punto di forza di questa tecnica, indicata per i capelli biondi e castani, è che permette di evitare l’effetto ‘a striscia’ tipico delle meches tradizionali e l’anti estetica ricrescita.

La procedura, più lunga e complessa rispetto alle altre tecniche maggiormente diffuse, prevede l’iniziale cotonatura dei capelli sui quali viene applicato il colore fino a tre toni più chiaro. A differenza delle meches il decolorante viene applicato solo sulle lunghezze e non uniformemente sulle intere ciocche.
Il risultato finale è molto più naturale: non ci sono stacchi tra le ciocche di colore più chiaro e quelle del colore naturale, dunque la ricrescita si nota molto di meno e si può tornare dal parrucchiere con qualche giorno di ritardo.

Si potrebbe pensare che lo shatush sia ideale per il periodo estivo, visto che simula l’effetto naturalmente schiarente del sole. Ma può essere tranquillamente usato anche d’inverno, come se fossimo appena tornate da una lunga vacanza ai Caraibi!

Esistono anche delle varianti alla tecnica shatush: applicando il prodotto a partire dalla radice fino a metà lunghezza si ottiene una colorazione più chiara sulla radice e più scura sulle punte, ovvero il risultato opposto della tecnica shatush originale.

Il costo non è esattamente accessibile a tutte: il prezzo medio di una decolorazione shatush va dai 60 ai 100 euro, ma poiché non è ancora molto diffusa in Italia sarebbe il caso di informarsi adeguatamente e scegliere il salone più indicato. Può sembrare un costo elevato, ma se si pensa che la ricrescita sarà quasi invisibile, si vede come il rapporto qualità/prezzo è decisamente buono.