Come fare bastoncini di salvia e rosmarino depura-aria

18751
bastoncini-depura-aria

Rinnovare l’aria e le energie di un ambiente non è difficile.

Una tradizione antica, un folklore mai dimenticato. Fare dei bastoncini di salvia e rosmarino e bruciarli, secondo molte culture antiche, serve a purificare l’aria di casa e ad allontanare le energie negative.

Proprietà

La salvia è da sempre conosciuta per le sue proprietà purificanti.

Inoltre, è considerata l’erba della salute ed è ampiamente utilizzata nell’erboristica, nonché nella cucina tradizionale.

Le sue proprietà più note sono quelle antisettiche, antinfiammatorie e balsamiche.

Anche il rosmarino è un’erba dai mille impieghi: nella medicina tradizionale era usata contro lo stress, i dolori nevralgici e le difficoltà respiratorie.

Attualmente è molto utilizzata in cucina ed è una delle erbe con maggiori proprietà antiossidanti. Inoltre, ha proprietà antisettiche e antiparassitarie.

Vediamo insieme come creare dei bastoncini di salvia e rosmarino per profumare casa, purificarne l’aria e, per chi crede nel folklore e nella tradizione, allontanare le energie negative.

Attenzione: il rimedio proposto non deve assolutamente essere inteso come sostitutivo o equivalente a cure o rimedi di natura medica. Chiunque avesse problemi di salute deve rivolgersi al proprio medico.

Procuratevi salvia e rosmarino

Il primo passo è quello di procurarsi gli ingredienti.

La salvia secca può essere acquistata in erboristerie o al mercato. A volte può essere trovata anche nei supermercati più forniti.

Se siete in una zona boscosa, potete anche raccogliere la salvia cresciuta spontaneamente (è raro trovarla, ma non impossibile).

In questo caso, tagliate con delle cesoie sterilizzate i gambi più alti. Una volta raccolta la salvia fresca, dovrete poi procedere al processo di essiccazione.

Per essiccare la salvia, dovrete appenderla in fasci all’ambiente esterno per circa una settimana.

Attenzione: di notte, dovrete entrare in casa i fasci di salvia, altrimenti la rugiada e l’umidità potrebbero alterare il processo di essiccazione.

Anche i rametti di rosmarino secco possono essere trovati in erboristeria e al mercato.

Nel caso in cui vogliate raccogliere del rosmarino fresco, ricordatevi sempre di farlo essiccare, tenendolo all’aria esterna per circa una settimana.

N.B: potete anche far essiccare rosmarino e salvia insieme. In tal caso, dovrete creare dei fasci più spessi (con l’essiccazione i rametti si riducono) e metterli ad essiccare all’aperto per circa sette giorni.

Mettete insieme salvia e rosmarino

Una volta che avete entrambi gli ingredienti, non dovete far altro che legarli insieme.

Per legarli potete utilizzare tanto uno spago quanto un filo di cotone.

Non limitatevi a mettere insieme solo un rametto di salvia e uno di rosmarino: dovrete creare dei fasci spessi.

N.B: se volete un profumo ancor più intenso, potete aggiungere anche qualche ago di pino.

Preparate un contenitore

E’ importante preparare un contenitore dove mettere i bastoncini di salvia e rosmarino una volta accesi.

L’ideale è utilizzare un recipiente in terracotta o porcellana, riempiendolo con un po’ di sabbia o terriccio.

Secondo i riti antichi, è importante utilizzare un contenitore che abbia per voi un significato, in modo da dare più peso al rituale di purificazione.

Curiosità: alcune tribù di nativi americani utilizzavano come recipiente una conchiglia vuota, per la sua correlazione simbolica con l’elemento dell’acqua.

Bruciate i bastoncini

Prima di procedere, assicuratevi di tenere le finestre di casa aperte.

Secondo la tradizione, questa accortezza era necessaria perché le energie negative potessero uscire di casa.

In realtà, si tratta di un’indicazione utile anche per non far impregnare gli ambienti interni di fumo che, per quanto possa avere un odore gradevole dato dalle erbe, può comunque nuocere alla nostra salute.

Una volta aperte le finestre, accendete i bastoncini con un accendino o una candela.

Attenzione: non dovete dar fuoco al bastoncino, ma solamente accenderne un’estremità. La fiamma dovrebbe spegnersi dopo poco, ma dovrebbero anche formarsi delle braci che consentono al bastoncino di bruciarsi lentamente.

Tenete a portata di mano dell’acqua, per utilizzarla nel caso in cui le fiamme diventino eccessive.

A questo punto, non dovrete far altro che lasciare che l’aroma della salvia e del rosmarino riempia le varie stanze della vostra abitazione.

L’ideale e camminare lentamente con il contenitore tra le mani tra le diverse stanze di casa, lasciando che il fumo si diffonda.

N.B: il fumo non deve essere eccessivo. Se avvertite difficoltà respiratorie o notate che la stanza sia piena di troppo fumo, spegnete subito i bastoncini.

Altri consigli

Volete conoscere i segreti delle erbe e dei rimedi naturali per le faccende domestiche e non solo? Leggete i nostri articoli:

Gianluca Grimaldi
Nato a Napoli, sono laureato in giurisprudenza. Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".