Come eliminare il calcare dalla lavatrice

120559
puzza-lavatrice

La lavatrice è uno di quegli elettrodomestici indispensabili che non possono mai mancare a casa nostra.

Dato il frequente utilizzo, molto spesso andiamo incontro a guasti o lavaggi non ottimali. Quante volte sarà capitato di sentire un cattivo odore in lavatrice?

Beh, sono tanti i fattori che ne determinano il malfunzionamento. Non dimentichiamoci del calcare, responsabile del deterioramento delle componenti della lavatrice e anche di un’eventuale dipartita!

Ma sapete che con i giusti rimedi naturali e metodi casalinghi è possibile eliminare il calcare dalla lavatrice e avere sempre lavaggi al top?

Senza perdere ulteriore tempo, scopriamoli subito!

N.B. Vi ricordiamo che in caso di guasti o componenti deteriorate, è sempre importante confrontarsi con chi è di competenza prima di agire di propria iniziativa.

Bicarbonato

Partiamo con un rimedio naturale molto conosciuto nell’ambito delle pulizie domestiche: il bicarbonato.

Questo composto possiede diverse proprietà che lo rendono assai versatile per ogni faccenda domestica. Ha virtù antisettiche e deodoranti, non a caso è assai adoperato perché è ottimo per assorbire i cattivi odori ed igienizzare scarpe, tappeti e molto altro!

In questo caso, possiamo usare un po’ di bicarbonato ogni giorno come forma di prevenzione e protezione dal calcare.

Vi basterà metterne un cucchiaino nel cassetto della lavatrice ad ogni lavaggio. Non solo questo metodo casalingo vi aiuterà a eliminare i cattivi odori, allo stesso tempo, salvaguarderete la vostra lavatrice dall’invasione del calcare!

Acido citrico

Un posto di prim’ordine è occupato dall’acido citrico. Si tratta di un composto derivante dagli agrumi che si presta a usi differenti.

Per la lavatrice, possiamo usarlo essenzialmente in due modi: il primo consiste nel usarlo come ammorbidente naturale, mettendo qualche cucchiaio nel cassetto o diluirlo in un po’ d’acqua.

Ma la sua caratteristica principale si sintetizza nelle sue virtù anti-calcare. Ottimo sia come cura lavatrice ma anche come cura lavastoviglie, l’acido citrico ci permette di igienizzare e disincrostare in modo naturale la lavatrice avendo un approccio ecologico sull’ambiente.

Prendiamo 250 grammi e facciamoli sciogliere in 1 litro d’acqua. Si può versare la soluzione direttamente nel cestello, oppure imbevere un asciugamano in modo che il prodotto resti per tutto il lavaggio a vuoto.

C’è anche chi riempe un bottiglietta e buca il tappo, in modo da permettere un rilascio graduale del liquido.

Effettuate un lavaggio ad alte temperature, così il calcare si scioglierà completamente.

Aceto

Un’alternativa all’acido citrico è sicuramente l’aceto bianco. Ha proprietà sgrassanti, anti-calcare e deodoranti. Elimina efficacemente i cattivi odori dalla lavatrice igienizzandola efficacemente.

L’unica pecca dell’aceto è il suo impatto non proprio ecologico sull’ambiente, infatti molte persone preferiscono non usarlo e preferiscono usare in alternativa l’acido citrico.

Essendo comunque un antico rimedio della nonna per disinfettare in modo efficace la lavatrice, di solito si utilizza una bottiglia di aceto bianco (1 litro) e si versa direttamente nel cestello o anche nel cassetto della lavatrice.

Sale

Il sale è un rimedio assai economico ma che può aiutarci moltissimo a sbrigare le faccende di casa. Assorbe l’umidità e diminuisce naturalmente il calcare.

Una volta ogni due mesi fate un lavaggio a vuoto inserendo nel cestello 1 chilo di sale grosso. Fate partire un lavaggio ad alte temperature per farlo sciogliere alla meglio.

Questo prodotto casalingo diminuirà la durezza dell’acqua in modo da liberare la lavatrice dal calcare.

Anticalcare per lavatrice

I rimedi naturali possono essere combinati tra di loro in modo da essere ancora più efficaci.

Inoltre è possibile preparare un’anticalcare per la lavatrice fai da te usando dei prodotti di facile reperibilità e già presenti a casa nostra!

Ecco gli ingredienti:

  • 2 cucchiai di sale grosso
  • 1 cucchiaio di bicarbonato
  • 1 bicchiere d’acqua

Il sale è un ottimo rimedio per pulire la casa. Rende l’acqua meno dura e quindi è ottimo contro il calcare.

Potrete prepararlo sul momento e inserendo il tutto nel cassetto della lavatrice. Mettete prima il sale, poi aggiungete il bicarbonato e infine versate l’acqua (meglio se demineralizzata).

Iniziate il lavaggio ad alte temperature e il gioco è fatto!

Magnete anticalcare

L’anticalcare magnetico è un trattamento anti-calcare che si mostra come valida alternativa non chimica per prevenire il calcare nella lavatrice.

Non tutti confermano l’efficacia di questo strumento, ma sono molte le persone che lo utilizzano come alternativa all’addolcitore dell’acqua per “liberare” l’acqua dal calcare.

Il magnete anti-calcare può essere acquistato nei negozi specializzati.

Altri consigli per la lavatrice

La lavatrice ha bisogno di pulizie e cure per durare nel tempo ed essere migliore nelle prestazioni.

Ricordatevi questi consigli ogni giorno, cosi la lavatrice durerà di più e non puzzerà:

  1. Ad ogni lavaggio, cercate di asciugare la guarnizione. Ciò vi aiuterà a prevenire sporco e formazioni di muffe, che rilasciano cattivo odore.
  2. Tra un lavaggio e l’altro, lasciate l’oblò semiaperto, questo piccolo accorgimento non farà puzzare la lavatrice.
  3. Almeno una volta al mese, effettuate un lavaggio a vuoto, scegliendo l’acido citrico o l’aceto.
  4. Aiutatevi con gli oli essenziali, come quello di tea tree o limone. Bastano poche gocce per potenziare l’efficacia dei rimedi igienizzanti.

Pulire con metodi casalinghi

Ci sono tantissimi trucchetti che ci aiuteranno nelle faccende di casa! Ecco i nostri consigli per voi!

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.