Come evitare gli sprechi al pranzo di Natale?

51
sprechi-cibo-natale

Pranzo o cena di Natale non significa abbuffarsi e fare sprechi. Per una buona riuscita della tavola natalizia bastano vari accorgimenti e non farsi prendere la mano da acuisti alimentari pazzi e inutili. Come fare? Non esiste una regola per non sprecare, si sa che le festività rendono tutti più sereni e aperti agli acquisti più vari. Possiamo però aiutarvi a fare bella figura, senza strafare  soprattutto senza sprecare!

Ecco un semplice programma per pianificare la vostra vigilia con amici e parenti, spendendo il giusto e far si che non rimanga neanche una briciola.

Qualità vs quantità

Per il Cenone non pensare a comprare quanto più cose possibili, bensì date priorità alla qualità. Meglio una tavola meno imbandita ma con più gusto, sapore e qualità ad una tavola ricca di pietanze ma senza “sostanza”. Anche i vostri commensali apprezzeranno, aver dedicato tempo alla qualità invece di uno spreco da “sbruffoni”.

Promozioni inutili

Durante le festività natalizie ecco che i supermercati e i grandi centri commerciali espongono le offerte più accattivanti e le persone comprano senza misura e senza controllo. Invece di comprare alla rinfusa anche quello che sappiamo non consumare, mirate agli acquisti necessari evitando gli illusori 3×2.

No alle abbuffate

Per prima cosa valutate il numero delle persone che avrete a pranzo o cena e cucinate per loro (es.se avete 10 persone non cucinate per 40 ma massimo per 15). Inoltre assaporate ciò che mangiate, masticate con calma in modo da gustare tutto e non saltare le portate.

Riutilizzare il cibo avanzato

Gli avanzi durante le festività sono all’ordine del giorno. Come evitare gli sprechi e non buttare alimenti? Semplicemente surgelandoli o congelandoli (leggi la differenza tra surgelazione e congelazione) oppure usandoli per preparare altre pietanze. Ad esempio vi è avanzato il panettone? Usatelo per preparare un altro dolce oppure conditelo con della crema pasticcera. Se vi è avanzata frutta, usatela per macedonie o confetture.

Stagionalità dei prodotti

Quando andate a fare la spesa per il vostro cenone cercate di acquistare prodotti di stagione sia per la qualità e sia per la sicurezza degli ingredienti. Inoltre, acquistare qualcosa fuori stagione significa pagarlo di più.

Conservare nel modo giusto

Per gli avanzi seguite tutte le regole di conservazione e le norme di igiene. Ricordate che il pesce va conservato in frigo ma al massimo per tre giorni altrimenti il cattivo odore si impadronirà del vostro congelatore e si diffonderà in casa. La frutta fresca va conservata a temperatura ambiente e la pasta in frigo ma consumata al massimo il giorno dopo oppure a temperatura ambiente se consumata in serata.