Se vuoi profumare l’Aspirapolvere e la Casa ti bastano questi Cristalli naturali e profumati

677
cristalli-profumati-aspirapolvere

A chi non piace inebriare la casa di un fantastico profumo ogni giorno?

Che sia grazie ad un profumatore naturale, un infuso pieno di aromi, dei sali da bagno e quant’altro, si cercano sempre le soluzioni migliori per respirare un’aria rilassante.

Uno dei trucchetti molto amati e diffusi per spargere l’odore è sicuramente usare l’aspirapolvere! Sono tantissime le persone che usano tanti rimedi nel sacchetto o nel serbatoio e ottengono un risultato fantastico!

Oggi vi dirò una soluzione naturale, profumata e molto efficace per rivoluzionare il vostro modo di profumare la casa passando l’elettrodomestico.

Vediamo insieme come fare dei cristalli naturali e profumati per l’aspirapolvere!

Preparazione

Scopriamo la preparazione di questo trucchetto che sono certa amerete e userete per diverse volte!

Ingredienti

Gli ingredienti sono pochi e se siete già avvezzi ad usare i metodi naturali potrete trovarli già in casa vostra, statene certi!

Nel dettaglio vi occorreranno:

  • 2 cucchiai di sale grosso
  • 1 cucchiaino di olio essenziale a vostro piacimento
  • 1 bustina di tè (facoltativo)

Ecco fatto, solo con questi 3 ingredienti potrete ottenere un risultato fantastico!

Inoltre questo metodo aiuta anche a trattenere l’umidità e a contrastare la muffa che si può creare nel sacchetto dell’aspirapolvere, ragioni per cui spesso e volentieri si accumulano cattivi odori.

Il è proprio indicato per lo scopo di cui sopra, ma in generale è anche portatore di buon profumo, non a caso si usa anche per creare l’assorbiumidità profumato per la casa sempre insieme al sale grosso!

Infine scegliete l’olio essenziale in base alle vostre preferenze, io vi consiglio vivamente quello alla lavanda il quale possiede proprietà rilassanti e potrebbe essere la scelta ottimale in un ambiente domestico.

Procedimento

Se gli ingredienti sono semplici, il procedimento lo sarà ancora di più!

Dovrete semplicemente mettere il sale all’interno di una ciotola, versate sopra la bustina di tè e mescolatelo al sale fino a farli diventare omogenei tra di loro.

Successivamente versate l’olio essenziale e mescolate di continuo per almeno 2 minuti in modo che l’olio essenziale si possa impregnare per bene nei granelli di sale.

A questo punto non vi resta che mettere il tutto direttamente nel sacchetto dell’aspirapolvere, ma se volete essere più veloci potete anche farlo aspirare direttamente, dato che il sale è piccolo e non danneggia il motore dell’elettrodomestico.

Importante! Provate il rimedio e verificate che la quantità di olio abbia ottenuto l’intensità del profumo che desiderate in casa. Nel caso in cui fosse troppo, sfumerà con tempo. Se invece il profumo non si dovesse sentire, create sempre lo stesso composto aumentando un po’ la dose di olio essenziale.

In alternativa

Il metodo descritto precedentemente è sicuramente un vero e proprio tesoro per cambiare modo di profumare la casa, ma in alternativa potete provare altri trucchetti:

  • Con succo di agrumi: potete fare lo stesso procedimento descritto, ma anziché l’olio essenziale, mescolate 2 cucchiai di succo filtrato di arancia e limone.
  • Con cannella: tantissime persone ne amano il profumo e semplicemente ne fanno aspirare 2 cucchiai dall’elettrodomestico et voilà, un ottimo odore in casa!
  • Con alloro: anche in questo caso stiamo parlando di un aroma meraviglioso! Dovrete spezzettare delle foglie e inserirle all’interno del sacchetto.
  • Bucce di agrumi: se volete avere un metodo immediato sempre in tema di agrumi, fate essiccare delle bucce e mettetele all’interno del sacchetto.
  • Ovatta: anche versare un po’ di olio essenziale sul batuffolo d’ovatta e poi metterlo nel sacchetto è un rimedio fantastico!
  • Borotalco: in ultimo, potete anche far aspirare circa 1 cucchiaio e mezzo di borotalco per spargere un odore delicato ed inebriante nell’ambiente.

Avvertenze

Consigliamo di non usare rimedi e ingredienti che potrebbero provocare allergie o ipersensibilità.