Come far tornare Bianchi come nuovi i Piumoni vecchi e ingialliti?

225
piumoni-ingialliti

Che bello quando in inverno, nelle giornate particolarmente fredde, ci mettiamo a letto, alziamo il piumone e ci riscaldiamo all’istante, rilassandoci prima di una bella dormita!

Sono sicura che siamo tutti d’accordo se affermo che il piumone è tanto comodo e confortevole quanto difficile da pulire e lavare dato lo spazio notevole che occupa.

Inoltre, ci sono quelli che con il tempo si ingialliscono perché vengono lasciati senza una particolare protezione nei mobili o perché si lavano troppo raramente.

Non preoccupatevi in un caso del genere perché esiste una soluzione, vediamo insieme come far tornare bianchi come nuovi i piumoni vecchi e ingialliti!

Lavaggio a mano

La maggior parte delle volte si preferisce il lavaggio a mano, poiché è più delicato e non aggredisce il tessuto del piumone o do perdere le piume.

Dunque, seguite i consigli che ora vi darò nel caso in cui anche voi prediligete questo lavaggio al posto della lavatrice!

Sale grosso e limone

Prima delle soluzioni per rendere la vostra coperta come nuova, prevedere l’utilizzo di sale grosso e limone.

Tali ingredienti sono molto efficaci quando si tratta di sbiancare non solo il bucato, ma anche componenti della casa quali le ceramiche del bagno, ad esempio.

Si tratta, infatti, di uno dei più vecchi e preferiti rimedi della Nonna e per attuarlo occorrono davvero pochissimi passaggi!

Bene, per prima cosa vi servirà la vasca da bagno, dovrete riempirla con acqua tiepida e versare all’interno il succo di due limoni grandi e 3 cucchiai di sale grosso.

Ricordate che quando inserite il piumone, l’acqua aumenta il suo volume, dunque fate attenzione a non riempirla fino all’orlo altrimenti uscirà fuori.

Ora non vi resta che immergere il piumone e tenerlo in ammollo per circa 30 minuti, se vedete che l’acqua è molto sporca, dovete ripetere il procedimento descritto finché non vedrete che l’acqua è limpida.

Successivamente sciacquate il piumone e stendetelo all’aria aperta in orizzontale, evitando la luce diretta dei raggi solari altrimenti si potrebbe ingiallire.

Bicarbonato e aceto bianco

Un’alternativa al sale grosso e limone è un’altra efficace accoppiata vincente, ovvero bicarbonato e aceto bianco.

Abbiamo visto diverse volte che l’aceto bianco è usato per diversi scopi in lavatrice, dai lavaggi a vuoto ad ammorbidente naturale per il bucato.

Il bicarbonato è quanto di meglio ci possa essere per rendere il bucato bianco e splendente, dunque perché non sceglierlo in questo caso?

Tutto quello che vi occorrerà fare è riempire sempre una vasca con acqua tiepida e versarci dentro 3 cucchiai di bicarbonato di sodio e 1 cucchiaio di aceto bianco.

Poi dovrete sempre lasciare in ammollo per una mezz’ora e ripetere il procedimento descritto sopra se vedete che l’acqua è nera.

Vi ricordo di asciugare tenendo il piumone lontano dalla luce diretta dei raggi solari.

In lavatrice

Nel caso in cui abbiate una lavatrice molto capiente e non volete stancarvi con il lavaggio a mano, potete sbiancare il piumone in lavatrice!

È di fondamentale importanza che leggiate accuratamente le etichette di lavaggio prima di effettuare qualsiasi programma.

In generale vi consiglio di prediligere un lavaggio per capi delicati con una temperatura mai superiore ai 30 gradi.

Inoltre, anche i prodotti che usate devono essere poco invasivi, per cui mettete una tazzina d’aceto nella vaschetta della lavatrice e aggiungete 5 gocce d’olio essenziale per non rinunciare a profumare il piumone.

Per quanto riguarda la centrifuga, sarebbe opportuno impostare 900 giri, in modo che possa scaricare una grande quantità d’acqua.

E infine per l’asciugatura, seguite i consigli dati anche per il lavaggio a mano. Ecco fatto, il vostro piumone è bianco, pulito e profumato!

Avvertenze

Ribadisco che è di fondamentale importanza leggere le indicazioni di lavaggio dei piumoni. Evitare i rimedi in caso di allergie o ipersensibilità agli ingredienti descritti.