Come togliere la Puzza di Chiuso dai piumoni prima di usarli per l’Inverno?

219
puzza-di-chiuso-piumoni

Con l’arrivo del freddo, tutte noi non vediamo l’ora di cacciare fuori i nostri tanto amati piumoni dall’armadio per farci coccolare nelle lunghe notti invernali.

Il problema, però, è che prima di utilizzarli, è necessario rinfrescarli e profumarli per rimuovere la puzza di stantio dovuta al fatto che sono stati chiusi per qualche mese.

Se la sola idea vi stressa, non temete! Vi consiglieremo, infatti, alcuni trucchetti e rimedi per togliere la puzza di chiuso dai piumoni in modo veloce e facile!

Lasciarlo arieggiare

La prima cosa da fare per eliminare la puzza di chiuso dai vostri piumoni consiste nel lasciarlo arieggiare.

La puzza di chiuso, infatti, è dovuta proprio alla mancata circolazione dell’aria che tende a provocare un cattivo odore di stantio sugli abiti anche. Per questo, il ricambio di aria “purificherà” il vostro piumone e permetterà alla puzza di “evaporare”.

Vi consigliamo di stenderlo e di lasciarlo arieggiare per almeno 3 o 4 ore.

Deodorante fai da te

Una volta che avete lasciato arieggiare il vostro piumone, potete provare un deodorante fai da te, in grado di rinfrescarlo, profumarlo e pulirlo.

Il procedimento è davvero molto semplice, in quanto vi serviranno solo pochi ingredienti:

  • 500 ml di acqua (preferibilmente distillata)
  • 2 cucchiai di bicarbonato di sodio
  • 25 gocce di olio essenziale di Tea tree

Mettete, quindi, due cucchiai di bicarbonato di sodio in una ciotola con l’acqua e versate, poi, le gocce di olio essenziale.

Mescolate, quindi, tutti gli ingredienti e versate la soluzione così ottenuta in un flacone spray. Agitate energicamente il flacone per mescolare ulteriormente gli ingredienti, vaporizzatene un po’ sul piumone e lasciate asciugare.

Il bicarbonato, infatti, è ottimo, in quanto agisce contro i cattivi odori e assorbe l’umidità che può causare muffe e funghi, mentre l’olio essenziale di Tea tree è efficace per igienizzare il vostro piumone, grazie alle sue proprietà antibatteriche e antiodoranti. 

voilà: il vostro piumone sarà fresco e profumato come non mai!

Bicarbonato

Volete dare un’ulteriore rinfrescata al vostro piumone e tentare una sorta di lavaggio a secco? Allora il bicarbonato è il rimedio che fa per voi! Oltre, infatti, a igienizzare e rinfrescare il piumone, il bicarbonato è efficace anche per eliminare gli acari e prevenire la loro formazione.

Iniziate, quindi, con il cospargere il bicarbonato su tutta la superficie del piumone, senza aver paura di abbondare. Con l’aiuto di una spazzola morbida, poi, distribuite il bicarbonato massaggiando il tessuto.

Lasciate agire la polvere di bicarbonato per almeno un paio d’ore. A questo punto, prendete l’aspirapolvere ed aspirate su tutta la superficie. Vi consigliamo di ripetere quest’operazione periodicamente così da avere sempre pulito il vostro piumone. 

Lavaggio

Se oltre a rimuovere la puzza di chiuso dal vostro piumone, dovete anche procedere con il lavaggio perché molto sporco, allora ecco alcuni consigli per voi!

Innanzitutto, ricordatevi sempre di leggere l’etichetta e di accertarvi che il piumone possa essere lavato in acqua e in lavatrice.

Ci sono, infatti, alcuni piumoni che possono essere lavati solo a secco. In linea generale, se è di cotone o misto cotone, quasi sempre è possibile lavarlo in lavatrice.

Lavaggio a mano

Per lavare il vostro piumone a mano, riempite una vasca da bagno con acqua tiepida e versate, poi, 3 cucchiai di bicarbonato di sodio e un bicchiere di aceto di vino bianco. 

Aggiungete, poi, un po’ di sapone di Marsiglia per un’azione più efficace e per aggiungere un tocco di profumo piacevole.

Lasciate, quindi, che gli ingredienti si mescolino con l’acqua e immergete il piumone. Lasciatelo in ammollo per circa 20 minuti, poi togliete il tappo e fate scorrere tutta l’acqua sporca.

Ripetete il procedimento più volte fin quando l’acqua non esce limpida, ovviamente cercando di evitare sprechi di acqua.

In caso di piumone particolarmente sporco, potete anche utilizzare la vasca da bagno per mettere il piumone in preammollo prima di lavarlo in lavatrice.

Lavaggio in lavatrice

Se, invece, volete optare per il lavaggio in lavatrice, ricordatevi sempre di togliere prima con una spazzola eventuali tracce di polvere o di sporco e di accertatevi che il carico massimo della lavatrice ne supporti il peso.

Aggiungete, quindi, il sapone di Marsiglia liquido nella vaschetta del detersivo e versate, poi, una mezza tazza di bicarbonato di sodio. 

Dal momento che il piumone ha un intreccio di fili delicati, è importante che impostiate sempre un ciclo di lavaggio delicato. Inoltre, ricordatevi di optare per un lavaggio in acqua fredda e di non superare mai la temperatura di 30 gradi per non danneggiare le piume di oca o l’imbottitura in poliestere.

Programmate, quindi, la centrifuga a 900 giri, così da eliminare abbastanza acqua dal piumone, o impostate il programma “lavaggio a mano” se il piumone è particolarmente delicato.

Poiché il piumone ha un’imbottitura doppia, è probabile che il detersivo si annidi nelle fibre; per evitare ciò, fate due cicli di risciacquo. All’inizio del primo ciclo di risciacquo, versate mezza tazza di aceto bianco per rinfrescare e ammorbidire il piumone.

E voilà: il vostro piumone è pronto per avvolgervi in un caloroso abbraccio!

Avvertenze

Vi raccomandiamo di leggere sempre le etichette di lavaggio e non lavare con acqua un piumone che va lavato esclusivamente a secco.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.