Come lavare i PIUMONI prima di conservarli per il prossimo anno!

770
come-conservare-piumoni

Con l’arrivo del caldo, arriva anche il momento di riporre e conservare i piumoni nell’armadio per poi utilizzarli durante il prossimo inverno.

Prima di conservarli, però, è buona abitudine lavarli e, dato che non è sempre così facile a causa del suo volume, gran parte di noi ricorre alla lavanderia per un lavaggio ottimale.

Ma sapevate che basta seguire le tecniche giuste e degli accorgimenti utili per lavare a casa i vostri piumoni in maniera facile e conservarli nel migliore dei modi?

Vediamoli insieme!

Prima di iniziare

Innanzitutto, prima di procedere con il lavaggio del vostro piumone, è importante leggere l’etichetta e seguire le istruzioni relative al lavaggio.

In questa fase, assicuratevi anche che il piumone possa essere lavato in acqua e in lavatrice. Ci sono, infatti, alcuni piumoni che possono essere lavati solo a secco. In linea generale, se è di cotone o misto cotone, quasi sempre è possibile lavarlo in lavatrice.

Ricordatevi che il simbolo del secchio sull’etichetta di lavaggio indica che è possibile lavarlo in acqua; se, però, c’è una mano nel secchio, allora il piumone può essere lavato solo a mano.

A questo punto, vediamo insieme come procedere con il lavaggio a mano o in lavatrice del vostro piumone!

Lavaggio a mano

Il nostro consiglio è sempre di effettuare un lavaggio a mano in quanto risulta essere più delicato e più ecologico, anche se può sembrare abbastanza faticoso.

Per lavare il vostro piumone a mano, avrete bisogno di una vasca da bagno in grado di facilitarvi il lavoro.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Riempitela, quindi, con acqua tiepida e versate, poi, tre cucchiai di bicarbonato di sodio e un bicchiere di aceto di vino bianco. 

La combinazione di questi due ingredienti, infatti, aiuta a rimuovere le macchie e a pulire a fondo il vostro piumone. Aggiungete, poi, un po’ di sapone di Marsiglia per un’azione più efficace e per aggiungere un tocco di profumo piacevole.

Lasciate, quindi, che gli ingredienti si mescolino con l’acqua e immergete il piumone. Lasciatelo in ammollo per circa 20 minuti, poi togliete il tappo e fate scorrere tutta l’acqua sporca.

Ripetete il procedimento più volte fin quando l’acqua non esce limpida, ovviamente cercando di evitare sprechi di acqua.

In caso di piumone particolarmente sporco, potete anche utilizzare la vasca da bagno per mettere il piumone in preammollo prima di lavarlo in lavatrice.

Lavaggio in lavatrice

Se avete difficoltà con il lavaggio a mano e non avete una vasca o se il vostro piumone è piuttosto sporco, procedete allora con il lavaggio in lavatrice.

Prima di procedere al lavaggio, vi consigliamo di togliere con una spazzola eventuali tracce di polvere o di sporco. Inoltre, accertatevi che il vostro piumone possa andare in acqua e controllate che il carico massimo della lavatrice ne supporti il peso.

A questo punto, aggiungete il sapone di Marsiglia liquido nella vaschetta del detersivo e versate, poi, una mezza tazza di bicarbonato di sodio. Accertatevi che il bicarbonato si sciolga bene per evitare che crei un blocco solido e possa ostruire i tubi.

Dal momento che il piumone ha un intreccio di fili delicati, è importante che impostiate sempre un ciclo di lavaggio delicato. Inoltre, ricordatevi di optare per un lavaggio in acqua fredda e di non superare mai la temperatura di 30 gradi.

Temperature molte alte, infatti, potrebbero danneggiare le piume di oca o l’imbottitura in poliestere.

Programmate, quindi, la centrifuga a 900 giri, così da eliminare abbastanza acqua dal piumone, o impostate il programma “lavaggio a mano” se il piumone è particolarmente delicato.

Poiché il piumone ha un’imbottitura doppia, è probabile che il detersivo si annidi nelle fibre; per evitare ciò, fate due cicli di risciacquo. All’inizio del primo ciclo di risciacquo, versate mezza tazza di aceto bianco per rinfrescare e ammorbidire il piumone.

Ora, aspettate che la lavatrice faccia il suo dovere!

Trucchetto delle palline da tennis

Oltre ai prodotti naturali consigliati, quali l’aceto, il bicarbonato e il sapone di Marsiglia, c’è un altro trucchetto da applicare durante il lavaggio!

Questo trucchetto consiste nell’aggiungere delle palline da tennis nel cestello della lavatrice insieme per mantenere l’imbottitura uniforme.

Il movimento delle palline da tennis durante la centrifuga, infatti, farà in modo che il piumone sia soffice e gonfio anche dopo essere stato “sballottato” durante il lavaggio.

Se non avete le palline da tennis, potete utilizzare delle palline di plastica o le palline dosatrici del detersivo.

Come asciugarli

Una volta terminato il ciclo di lavaggio in lavatrice o a mano, raccogliete il piumone e stendetelo in orizzontale all’aria aperta, ma al riparo dalla luce diretta del sole.

Cercate di evitare di farlo raggrinzire e girate il piumone in entrambi i lati sia per prevenire la formazione di accumuli di piuma sia per rendere più uniforme l’asciugatura.

Fatelo asciugare completamente per non favorire un microclima adatto alle muffe, e siete pronte per conservarlo nel vostro armadio. 

Avvolgetelo, quindi, in un telo di cotone per ripararlo dalla polvere e riponetelo, poi, in scatole salvaspazio. Ricordatevi, però, di consentire sempre all’aria di passare poiché la piuma ha bisogno di aerazione.

Avvertenze

Vi raccomandiamo di leggere sempre le etichette di lavaggio e non lavare con acqua un piumone che va lavato esclusivamente a secco.

I segreti delle pulizie di primavera

Non fatevi trovare impreparati all’avvicinarsi dei mesi caldi! Ecco alcuni segreti per rendere la vostra casa più pulita e accogliente.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.