È troppo presto per raccogliere l’Iperico? Ecco il momento perfetto

126
quando-raccogliere-iperico

In molti ci avete chiesto se sia già il caso di raccogliere l’iperico, l’erba protagonista della festa di San Giovanni!

Questa pianta è strettamente legata al Santo perché vede il periodo di massima fioritura proprio nel giorno in cui cade la festa di San Giovanni e si prepara l’omonima acqua profumata!

Tuttavia il caldo anticipato ci fa chiedere se sia troppo presto o è già il caso di raccogliere l’iperico, nonostante siamo abituati a farlo a fine mese.

Ebbene, oggi vi darò tutte le indicazioni ed i consigli che possono essere d’aiuto!

Cos’è l’iperico

L’iperico è un’erba spontanea che ad oggi possiamo trovare facilmente in tutte le regioni italiane, ma anni addietro cresceva principalmente nel resto dell’Europa, in Russia e in America.

Tale erba viene inoltre impiegata nell’ambito della medicina naturale!

Diversi studi, infatti, hanno dimostrato come questa pianta riesca ad essere un efficace trattamento contro varie condizioni fisiche e mentali, ma le ricerche sono sempre in aggiornamento e sperimentazione.

Un fattore che rende importante quest’erba è il suo legame con la festa di San Giovanni, non a caso i fiori di iperico sono una prerogativa fondamentale da inserire con gli altri fiori per preparare l’acqua di San Giovanni.

Qual è il periodo per raccoglierlo?

Come appena accennato, l’iperico è strettamente correlato alla festa di san Giovanni, infatti viene chiamata anche erba di San Giovanni.

Il motivo tale legame è dovuto al fatto che il periodo favorevole per raccogliere l’iperico è intorno al 24 Giugno, ovvero il giorno in cui si festeggia San Giovanni!

Pare che è in quei giorni, appena dopo il solstizio d’estate, che la natura arriva al suo massimo splendore ed in particolare i fiori di Iperico sono predisposti alla raccolta.

I fiori si presentano di un colore giallo davvero bellissimo e adornano la preparazione dell’acqua di San Giovanni insieme all’erbetta.

Ad ogni modo ci sono alcuni anni in cui le condizioni ambientali ci fanno riflettere su quale sia effettivamente il periodo di più adatto, dato che il clima cambia in continuazione.

Si può raccogliere già adesso?

La riflessione suddetta ci porta ad una domanda: l’iperico di può raccogliere già adesso?

Beh, non c’è una risposta precisa in quanto non possiamo dire con convinzione certa ed esperta se questo il momento favorevole.

Tuttavia possiamo dirvi che la condizione ideale che predispone l’iperico a sbocciare e ad avere il massimo della fioritura è il calore, per cui quando il caldo si anticipa, potreste già trovare i fiorellini.

Potete, dunque, girare già per i giardini e i campi, verificando che ci siano quei bellissimi fiori gialli ed eventualmente raccoglierli.

Una cosa importantissima da tenere in considerazione è che, essendo spontaneo, l’iperico nasce ovunque, anche sui prati lungo le strade.

Beh in quel caso non vi consiglio di raccogliere erba e fiori perché l’inquinamento rende i fiori tossici e dopo non saranno ideali per fare l’acqua di San Giovanni o in generale per tenerli in casa.

Inoltre non strappate via l’intera pianta, ma staccate delicatamente una piccola quantità!

Avvertenze

Ricordiamo di non raccogliere dei fiori esposti all’inquinamento o all’attacco continuo degli insetti perché potrebbero risultare contaminati e tossici.