Non buttare le saponette usate! Ecco come riutilizzarle in casa

633
come-riciclare-saponette

Quante volte vi capita di avere in casa pezzetti di sapone così piccoli da essere difficili da utilizzare?

Nonostante vogliamo utilizzarli, infatti, essi tengono a scivolare via appena proviamo a prenderli e a bagnarli.

E così ci ritroviamo in casa numerosi rimasugli di vecchie saponette e la tentazione, spesso, è quelle di gettarle via.

Questo, però, comporta davvero uno spreco! Gettare, infatti, tutti quei pezzi di saponette che non siamo riuscite ad utilizzare è davvero un peccato.

Un peccato per l’ambiente ma anche per noi, che ci ritroviamo a gettare via ciò che potremmo ancora utilizzare.

Oggi, perciò, vogliamo svelarvi un segreto: le saponette vecchie non devono essere più gettate via, perché possono essere utilizzate ancora.

Vediamo insieme in che modo!

Creare una nuova saponetta

Innanzitutto è possibile creare una nuova saponetta usando vecchie saponette. Sembra un po’ un gioco di parole ma è davvero l’opzione più conveniente.

Prima di iniziare

Innanzitutto, prendete alcune saponette che non utilizzate più perché oramai troppo piccole. Cercate di utilizzare la stessa fragranza, così da riprodurre una saponetta simile a quella che già avevate.

Se mescolate saponette di varie fragranze, infatti, potreste ritrovarvi con una fragranza che non vi piace.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

A questo punto, iniziate a tagliare o grattugiare il sapone in piccoli pezzi. Noi vi consigliamo di grattugiare così che ottenete pezzi più piccoli

Più piccoli sono i pezzi, infatti, e più velocemente il sapone si scioglierà.

Potete usare colori diversi, ma tenete presente che potrebbero non sempre mescolarsi insieme per formare un nuovo colore. A volte, i diversi colori possono apparire come macchie.

Procedimento

Mettete, quindi, il ​​sapone a bagnomaria. Versate dell’acqua in una pentola e mettete sopra una ciotola resistente al calore.

Versate, poi, il sapone grattugiato nella ciotola e assicuratevi che il fondo della ciotola non tocchi il fondo della padella.

In alternativa, potete anche sciogliere direttamente i pezzi di sapone nella pentola, ma assicuratevi che non si brucino.

A questo punto, versate dell’acqua nella ciotola, fino ad ammorbidire il sapone. Evitate, però, di aggiungere troppa acqua altrimenti il sapone non si solidificherà correttamente.

Mescolate il sapone nell’acqua e lasciate che l’acqua inizi a bollire. Quando mescolate il sapone, assicuratevi di raschiare il fondo e i lati della ciotola.

Se state riscaldando, invece, il sapone in una pentola, scaldatelo a fuoco basso.

Quando il tutto sarà ben sciolto e omogeneo, versatelo in uno stampino della forma che più preferite.

A questo punto lasciatelo raffreddare e ponetelo in un frigorifero per un paio di ore. Una volta che il sapone è asciutto, estraetelo con cura dallo stampino.

Altri consigli utili

Ricordatevi di ungere le formine con un po’ di olio così da poter estrarre il sapone più facilmente quando sarà asciugato.

Gli stampini possono essere di diverso tipo, da quelli per dolce alle formine da spiaggia. Ovviamente, più piccolo sarà lo stampino più velocemente si solidificherà la saponetta.

Potete anche utilizzare alcune gocce di olio essenziale da aggiungere nella ciotolina quando sciogliete le vostre vecchie saponette.

Le gocce daranno un tocco di profumo in più. Se, invece, il vostro sapone è già profumato, potreste saltare questo passaggio o utilizzare una fragranza simile.

Ad esempio, se la vostra base di sapone è profumata alla lavanda, potreste aggiungere una goccia extra di olio di lavanda.

Ecco a voi il vostro nuovo sapone! In questo modo, avrete risparmiato anche in termini di costo per l’acquisto di una nuova saponetta.

Creare sapone liquido

Potete anche creare un sapone liquido, piuttosto che nuove saponette. Vi basterà, infatti, grattugiare resti di sapone avanzato e scioglierli in abbondante acqua calda.

Vi consigliamo di sciogliere 100 grammi di scaglie di saponi in un litro di acqua bollente. Lasciate, quindi, che i vostri avanzi si sciolgano del tutto e aggiungete un cucchiaio di succo di limone.

Versate, poi, il composto in contenitori spray e avrete il vostro sapone liquido da usare per la pulizia della vostra casa!

Pre-trattante per il bucato

Potete, inoltre, creare un pre-trattante per il bucato con i vostri avanzi di sapone.

Vi basterà solo raccogliere avanzi di sapone in un bicchiere di vetro e farle sciogliere con un po’ di acqua.

Il composto che ne risulterà sarà efficace per pre-trattare macchie ostinate prima di fare il bucato.

Profumo per armadi e cassetti

Gli avanzi di sapone possono essere utilizzati anche per deodorare i vostri armadi o i vostri cassetti.

Vi basterà, infatti, raccogliere avanzi di sapone e porli in piccoli sacchettini da mettere poi nei cassetti e negli armadi.

Potete, in alternativa, utilizzare anche i nuovi saponi realizzati sciogliendo vecchi saponi. Potete, infatti, metterli in piccoli stampini e realizzare delle saponette piccole.

Avrete, così, una ventata di profumo ogni volta che aprirete i vostri armadi e cassetti!

Scrub per la doccia

Infine, potete realizzare le vostre saponette vecchie anche per creare uno scrub da utilizzare in doccia.

Prendete, quindi, un guanto di yuta e mettete dentro tutte le scaglie di sapone.

Usate, quindi il guanto durante il bagno o la doccia: il sapone uscirà attraverso i fori e ricreerà un sorprendente effetto scrub!

Controindicazioni

Vi consigliamo sempre di evitare l’utilizzo dei sopramenzionati prodotti in caso di allergia e ipersensibilità.

Trucchetti casalinghi fai da te

Se avete voglia di scoprire altri trucchetti casalinghi fai da te, vi consigliamo altri post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.