La Val di Fiemme lancia il Dolomites Well-Being Summit: la convention dedicata allo star bene

47
val-di-fiemme-summit

In Val di Fiemme (Trentino) torna nel fine settimana del 16-18 settembre la 6° edizione del World Wellness Weekend 2022, l’evento internazionale che promuove il benessere psicofisico come stile di vita. L’edizione 2022 della manifestazione propone un fitto calendario di eventi, talk ed esperienze rese indimenticabili dall’impareggiabile bellezza di un territorio unico.

A caratterizzare l’inizio della manifestazione è il “Dolomites Well-Being Summit 2022”, convention dedicata al benessere – arrivata alla sua seconda edizione – e promossa dalle aziende del territorio.

Il 16 settembre a partire dalle ore 10 gli studenti delle scuole trentine saranno i protagonisti dell’incontro dedicato all’imprenditorialità e benessere delle nuove generazioni dove avranno la possibilità di confrontarsi direttamente con gli imprenditori delle quattro aziende promotrici del Summit: Starpool, La Sportiva, Pastificio Felicetti e Fiemme Tremila. 

Il Summit prosegue 16 settembre a partire dalle ore 16 presso il Palafiemme di Cavalese, per un evento su invito dedicato agli imprenditori dove 5 relatori d’eccezione: il medico sportivo Alessandro Corsini, l’alpinista Tamara Lunger, l’imprenditore e Chef Michele Casadei Massari, il ricercatore del CNR Francesco Meneguzzo ed Elena Osler, affronteranno i temi del benessere partendo da approcci, punti di vista differenti. Il 17 settembre, nei boschi circostanti Cavalese, si svolgerà “LA FORESTA AUMENTATA”, una passeggiata esperienziale di riconnessione ai propri sensi aperta al pubblico.

I 5 sensi verranno accarezzati e stimolati durante una camminata nel bosco dove connettersi e disconnettersi attraverso l’esperienza dei sensi, il gioco e l’interazione con la Natura. Madrina e ospite d’eccezione sarà la giornalista e conduttrice televisiva Maria Concetta Mattei.

Tema centrale di questa seconda edizione del Summit sarà il concetto delle dis:connessioni. “La società – spiegano gli organizzatori – sta cambiando e con essa cambia anche il modo con cui viviamo le relazioni: con noi stessi, con gli altri e con le attività che ogni giorno siamo chiamati a svolgere.

Il benessere smette di essere confinato al corpo e alla disconnessione dell’individuo dal mondo. Il benessere oggi passa dalla nostra capacità di staccare, ma anche dalla nostra capacità di relazionarci con l’altro in nuovi modi. Il benessere passa per il corpo ma anche per la mente, per l’anima ma anche per la nostra capacità di relazionarci con le persone e il mondo. La sfida dell’edizione 2022 – concludono gli organizzatori – è ripensare, attualizzandolo ai giorni nostri, diversi e complessi, il benessere, riportando al centro la collettività, riequilibrando l’io e la collaborazione, e perché no, anche la competizione”. 

Ed è proprio questo il tema di disconnessione e riconnessione quello su cui si confronteranno durante il Summit le imprese promotrici dell’evento che proporranno la propria visione di benessere circolare confrontandosi con le proprie comunità e con il proprio territorio.

Si tratta di Starpool, azienda leader mondiale nel mondo del wellness; La Sportiva, altra azienda che si è conquistata un ruolo di primo piano nelle calzature e nell’abbigliamento outdoor, in particolare arrampicata ed alpinismo che ; Pastificio Felicetti, eccellenza del food che ha saputo andare incontro alle richieste dei consumatori più esigenti e dei professionisti della ristorazione; e Fiemme Tremila, realtà che da 30 anni produce pavimenti ed arredi in legno, secondo rigorosi criteri improntati alla biocompatibilità e salubrità. 

Il “Wellbeing District”

Storie di sfide e successi imprenditoriali che dimostrano come in Val di Fiemme il “benessere” sia patrimonio di chi ha scelto di viverci, di venirci in vacanza e, soprattutto, di chi ha scelto di fare impresa con successo.

Non è un caso che quattro aziende leader internazionali nei propri settori siano nate in val di Fiemme e abbiano deciso di crescere in quello che possiamo definire il “polmone verde” del Trentino. Le stesse aziende hanno dato vita al “Wellbeing District”: un impegno aziendale e, soprattutto, un impegno comune per la crescita e la qualità della vita della collettività e dell’ambiente. La Val di Fiemme si propone quindi come territorio amico del benessere.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Le testimonianze

Riteniamo che la nostra azienda, sia da un punto di vista sociale, sia per i prodotti che offre e per il messaggio che porta avanti da anni, debba fondare il proprio lavoro sul benessere quale elemento distintivo della propria offerta. Il World Wellness Weekend è un evento coerente con il nostro messaggio e lo sarà ancor di più nel momento in cui il nostro territorio verrà riconosciuto al livello internazionale come il Distretto del benessere”, dichiara Riccardo Turri, AD di Starpool.

Noi produciamo pasta in quota e dalla Valle ci muoviamo per commercializzare, mai per produrre” – racconta Riccardo Felicetti, AD del pastificio di famiglia -. Mio padre Valentino nel 1974 realizzò la sua prima acquisizione: un’azienda situata a cento chilometri da qui, che aveva macchinari più moderni dei nostri; conclusa l’operazione, si rifiutò di delocalizzare e spostò quegli impianti a Predazzo, la città natale che non ha mai lasciato. ‘Ogni pietra pesa al suo posto’ dice il proverbio che mi ha insegnato uno chef albanese. In sostanza, siamo una famiglia della Val di Fiemme, qui sono le nostre radici, qui costruiamo valore con la consapevolezza che il territorio è anche un sistema: una rete di relazioni locali e globali che per produrre benessere deve alimentarsi continuamente di nuove energie e nuovi incontri, dentro e fuori la Valle”.

La Sportiva ha la val di Fiemme nel suo Dna – sottolinea il presidente Lorenzo Delladio -. Qui siamo nati e abbiamo sviluppato un’azienda di successo che ha conquistato i mercati internazionali grazie alle opportunità del nostro territorio e della nostra comunità. Il benessere è un valore aziendale, ad iniziare proprio dal personale, in larghissima parte locale e sulla cui crescita investiamo ogni giorno. Nei boschi e sulle montagne della val di Fiemme sviluppiamo e testiamo i nostri prodotti, così da garantire il massimo benessere nelle esperienze outdoor. La val di Fiemme – conclude Delladio – offre condizioni uniche per un benessere globale, alla base del Wellbeing District: per chi fa impresa, per chi ci vive o ci viene in vacanza e per chi, in definitiva, decide di investire sul futuro”.

Il benessere è alle radici della storia e dello sviluppo di Fiemme Tremila che per il secondo anno ha scelto di aderire al World Wellness Weekend. L’abitare sano è da 30 anni al centro del processo produttivo che dà vita a pavimenti non solo privi di sostanze nocive, ma addirittura capaci di migliorare la qualità dell’aria negli ambienti interni. Qualità fondamentali per uno stile di vita sano in una società che trascorre il 90% del proprio tempo in ambienti chiusi (case, luoghi di lavoro, spazi collettivi), dove l’inquinamento indoor arriva a essere fino a 5 volte maggiore di quello esterno” – spiega Marco Felicetti, Amministratore Delegato di Fiemme Tremila.

Per informazioni e approfondimenti, è stata dedicata all’evento una pagina sul sito ufficiale della Val di Fiemme.