L’iperico o erba di San Giovanni

L’iperico – o Hypericum perforatum – è una pianta officinale perenne sempreverde nota ai più con il nome di erba di San Giovanni e appartiene alla famiglia delle Clusiaceae.

Le origini del suo nome sono state a lungo dibattute. In principio si pensava discendesse dal greco ὑπέρ (sopra) e εἰκών (immagine o icona) in quanto era usanza comune appendere l’iperico sopra le immagini sacre per tenere lontani gli spiriti maligni.

Successivamente, al suo nome è stato attribuito un nuovo significato: ipò ereíkē, che vuol dire “sotto l’Erica”. Il suo appellativo più famoso – erba di San Giovanni – è invece legato alla sua fioritura, che culmina il 24 giugno, proprio il giorno in cui si festeggia San Giovanni.

Molti dei suoi benefici sono stati riconosciuti dalla comunità scientifica tramite ricerche e test sperimentali e spesso sono gli stessi professionisti del settore medico a prescrivere l’iperico come terapia alternativa ai tradizionali farmaci. L’erba di San Giovanni cresce da giugno ad agosto su terreni incolti, boschi, siepi, prati e bordi stradali.

La sua presenza è stata rilevata soprattutto in Europa, ma è diffusa anche nelle Americhe, in Russia e in Medio Oriente. Le componenti dell’iperico includono i bioflavonoidi e un’ampia gamma di antiossidanti capaci di avere un impatto significativo sul comportamento ormonale, fisico e chimico del corpo.

Proprietà dell’iperico

Le proprietà dell’iperico sono famose fin dall’antichità e sono sempre state largamente utilizzate nella medicina popolare. Ma da cosa dipendono i benefici che si possono ottenere da questa pianta?

E’ in particolare il fitocomplesso di flavonoidi a determinarne le proprietà, di cui l’ipericina, la quercetina, la rutina e l’iperoside.

L’ipericina, in particolare permette di inibire i due enzimi responsabili della disattivazione di mediatori del sistema nervoso centrale, le cosiddette ammine celebrali – serotonina e dopamina – e favorisce la secrezione notturna della melatonina, ormone importantissimo per il sonno.

Le sue straordinarie proprietà rendono l’iperico una pianta dai molteplici impieghi e un rimedio naturale tra i più efficaci per diversi disturbi:

Antidepressivo

L’erba di San Giovanni è il trattamento naturale più studiato per contrastare la depressione. Può essere utilizzata per trattare la depressione da lieve a moderata ed ha meno effetti collaterali rispetto a molti dei tradizionali farmaci prescritti per questa patologia.

Essa contiene una rara combinazione di sostanze antidepressive che prevengono o ritardano la ricaptazione di alcuni neurotrasmettitori come la serotonina, la dopamina e la norepinefrina, riducendo così i sintomi depressivi.

Allevia l’ansia

L’ansia è un disturbo ormai sempre più frequente e colpisce numerose persone al mondo. Eventi importanti, decisioni che cambiano la vita, squilibri psicologici: molte situazioni possono rendere ansiosi. Si tratta di una condizione che non risparmia nessuno, anche giovani e adolescenti, infatti, possono sperimentare episodi di ansia.

L’iperico riesce a donare sollievo da tutti i disturbi ad essa legati. Aiutando a regolare l’equilibrio ormonale nel corpo, l’erba di San Giovanni è in grado di riportare il metabolismo e l’orologio interno in linea, fornendo aiuto per insonnia, irritabilità e stanchezza cronica.

Migliora la salute sessuale femminile

Ci sono due fasi in particolare, nella vita di una donna, che possono essere molto fastidiose: il periodo che precede il ciclo mestruale e la menopausa. L’iperico è altamente raccomandato per entrambe le condizioni perché le sostanze presenti al suo interno alleviano gli sbalzi d’umore, l’intensità dei crampi dovuti alle mestruazioni e l’irritazione che spesso accompagna ciclo mestruale e menopausa.

Antivirale

Studi recenti hanno evidenziato che l’iperico possiede proprietà antivirali. Questa nuova scoperta si rivela utile per il trattamento e la prevenzione naturale di alcune patologie come, ad esempio, l’epatite. La sua efficacia come antivirale, però, si rivelerebbe solo con un alto dosaggio di iperico che potrebbe provocare alcuni effetti collaterali. Ecco perché le ricerche in questo campo sono ancora in corso.

Diminuisce i dolori articolari

Le forti proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti dell’iperico lo rendono una soluzione perfetta per i dolori articolari gravi, la gotta e gli spasmi muscolari. La sua natura curativa riduce il problema in modo efficace, donando un rigenerante sollievo dopo solo pochi giorni di trattamento. Basta semplicemente massaggiare gli arti doloranti con olio di iperico due volte al giorno per 1-2 settimane.

Rimedi naturali per depressione e ansia

La sua proprietà più importante e nota riguarda la cura di depressione e ansia: c’è da dire che per le forme depressive più gravi l’iperico non è molto efficace e in quei casi c’è necessità di rivolgersi ad uno psichiatra che saprà indicare la terapia più adatta all’esigenza.

Ma vi sono anche stati più lievi che possono dipendere da conflitti interiori della persona e in questo caso i sintomi che si manifestano sono più trattabili – perché riconoscibili – e possono essere curati anche con un rimedio fitoterapico efficace come risulta essere questa pianta officinale.

L’azione antidepressiva naturale dell’erba di San Giovanni è, come accennato prima, legata all’aumento dei livelli di seratonina e alla produzione di melatonina.

Questo processo aiuta quindi a combattere gli sbalzi d’umore e l’insonnia – disturbi legati, nella maggior parte dei casi, ad un lieve stato depressivo.

L’iperico, quindi, ha un’azione sedativa completamente naturale e può rappresentare un rimedio utilissimo nei periodi in cui si è sottoposti ad un forte stress psico-fisico, quando si soffre di malumore cronico o si hanno frequenti attacchi di ansia.

Inoltre, siccome agisce in particolare sull’umore, garantendo uno stato d’animo sempre positivo, l’iperico è anche consigliato come sostegno nel caso in cui si decida di smettere di fumare.

E’ possibile comprare l’olio di iperico direttamente online.

Come preparare l’infuso di iperico

Prima di usare l’iperico consultare il proprio medico curante!

Per ottenere l’efficacia sedativa e antidepressiva, si può preparare un infuso servendosi delle foglie e dei fiori di iperico: ne bastano 2 cucchiaini da lasciare in infusione in 150 ml di acqua bollente per circa 5 o 10 minuti. Il composto ottenuto va poi filtrato e può essere bevuto al mattino e alla sera, per diverse settimane.

Sapevi che anche la griffonia è un antidepressivo naturale?

Oli di Iperico Bio
Oli di Iperico Bio
17,99 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it

Altri usi nella medicina popolare

Ma non è finita qui! L’erba di San Giovanni è molto famosa e utilizzata nella medicina popolare anche come rimedio per molti altri disturbi, grazie alla sua attività balsamica, antibatterica, antiflogistica e anticatarrale:

  • essendo un efficace antinfiammatorio, può aiutare contro l’infiammazione dei bronchi e quindi come rimedio per la tosse (guarda come fare le caramelle in casa per la tosse!)
  • la sua azione antinfiammatoria lo rende perfetto anche per la cura di infiammazioni uro-genitali, come la cistite (come curare la cistite in modo naturale?)
  • aiuta a trovare sollievo anche dalla gastrite e dall’ulcera gastrica.
  • la sua versione più gettonata – l’olio d’iperico – è un valido rimedio esterno per il trattamento di ustioni, ferite, cicatrici, smagliature e psoriasi, grazie alle sue proprietà cicatrizzanti ed emollienti.
  • l’olio di iperico può essere anche massaggiato sul perineo per favorirne la guarigione dopo il parto.
  • stimola la rigenerazione cellulare e quindi è un ottimo anti-age.

Infuso di Iperico
Infuso di Iperico
4,99 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it

Controindicazioni

L’iperico può avere interazioni molto gravi con un gran numero di farmaci a causa del modo in cui la pianta viene scomposta nel fegato. Quest’erba può ridurre l’efficacia del farmaco ma, al contrario, può anche renderne più forti gli effetti, causando controindicazioni.

Se presa insieme ad altri antidepressivi, ad esempio, l’erba di San Giovanni può provocare una condizione chiamata sindrome da serotonina: un disturbo potenzialmente pericoloso derivante da un eccesso di serotonina. Se non assunto nel modo corretto, l’iperico può anche aumentare la sensibilità della pelle e degli occhi alla luce solare.

Altri possibili effetti collaterali includono: mal di testa, mal di stomaco, vertigini e sensazione di bocca asciutta. È quindi molto importante consultare un medico prima di cominciare ad assumere l’iperico come trattamento curativo naturale.

L’iperico può essere acquistato in capsule, tintura, olio o in forma grezza ed è facilmente reperibile nelle erboristerie e nei negozi di prodotti naturali. Prima di acquistare, ricordatevi di leggere sempre l’etichetta. In particolare, il prodotto standard dovrebbe contenere lo 0,3% di ipericina.

Affidatevi quindi al vostro medico di fiducia e provate sulla vostra pelle le meravigliose potenzialità dell’iperico, dopo sole poche settimane riceverete i suoi benefici trattando in modo naturale una grande varietà di patologie e disturbi.

L’iperico – come dimostrato da diversi studi scientifici al riguardo – è considerata una pianta officinale sicura. Tuttavia, sembra che aumenti la fotosensibilità e quindi è consigliato di evitare l’esposizione ai raggi solari e UV durante il periodo di trattamento con l’iperico.

Inoltre, l’iperico diminuisce gli effetti anticoagulanti, come quelli presenti in alcuni farmaci somministrati dopo i trapianti per evitare il rigetto degli organi. Inoltre, aumenta l’azione degli antidepressivi sintetici e riduce gli effetti dei contraccettivi orali.

Si consiglia, inoltre, di sospendere l’utilizzo dell’iperico almeno 5 giorni prima di un intervento chirurgico.

Loading...

Condividi con un amico