Non tutti lo sanno ma basta l’Aceto per pulire dentro e fuori la Lavatrice

370
pulire-dentro-fuori-lavatrice

Diciamocelo, la lavatrice è un elettrodomestico davvero indispensabile in quanto ci permette di sfoggiare ogni giorno capi puliti e profumati!

Se da una parte, però, pulisce a fondo il nostro bucato, d’altra parte è soggetta a calcare, sporco e cattivi odori a causa dell’eccessivo utilizzo.

Ma quello che forse non sapete è che basta un po’ di aceto per pulire a fondo la lavatrice dentro e fuori. Quindi, che aspettiamo? Vediamo subito come fare!

Cestello

Il cestello è la componente della lavatrice che viene direttamente a contatto con i nostri capi. Perciò, è importante tenerlo sempre pulito per evitare di trasferire sporco e cattivi odori sul nostro bucato. E quale ingrediente migliore dell’aceto, considerato il rimedio della nonna grazie alle sue proprietà pulenti, sgrassanti, anti-odore e anticalcare?

Tutto ciò che dovrete fare, quindi, è versare circa 1 litro direttamente nel cestello e avviare, poi, un lavaggio a vuoto ad alte temperature: in questo modo pulirete tutta le componenti interne della lavatrice! In alternativa, però, potete anche versare 1 litro di aceto su un asciugamano bello doppio e inserirlo nel cestello, in modo che l’asciugamano possa assorbire tutto lo sporco.

Per mantenere sempre il cestello pulito, poi, vi consigliamo di effettuare un lavaggio a vuoto, una volta al mese aggiungendo nella vaschetta del detersivo un solo bicchiere di aceto in cui è stato diluito metà cucchiaio di bicarbonato e avviando il ciclo di lavaggio ad alte temperature.

L’aceto, inoltre, può far tornare come nuova la lavatrice, dal momento che può essere utilizzato per pulire tutte le componenti!

Vaschetta del detersivo

La vaschetta del detersivo è spesso soggetta alla formazione di sporco, di calcare e, soprattutto, di muffa. Perciò, vediamo come pulirla con l’aceto! Potete provare due rimedi. Il primo consiste nel mettere la vaschetta in ammollo in una bacinella contenente acqua e 3 bicchieri di aceto, passare, poi, una spugnetta o un vecchio spazzolino da denti per rimuovere lo sporco e risciacquarla.

In alternativa, potete anche provare il trucchetto della spugna: vi basterà tagliare una vecchia spugna morbida ed inutilizzata in vari pezzetti e immergerli, poi, nell’aceto assoluto. Senza strizzarli, appoggiateli negli angoli e nelle zone interessate del cassettino e lasciate agire per qualche ora

Infine, rimuovete la spugna e strofinate l’eccesso di sporco: la vaschetta del detersivo sarà libera da sporco e muffa in un batter d’occhio! Non a caso, infatti, l’aceto viene anche utilizzato per rimuovere la muffa dalla doccia!

Filtro

L’aceto può essere utilizzato anche per pulire il filtro, la componente della lavatrice che serve proprio a filtrare l’acqua e perciò tende a sporcarsi facilmente, in quanto raccoglie tutto lo sporco.

Per la sua pulizia, quindi, iniziate con il rimuovere il filtro e con il fare uscire tutta l’acqua al suo interno in una bacinella così da evitare che si bagni tutto il pavimento. Dopodiché svitatelo e lasciatelo in ammollo per qualche ora in una bacinella contenente acqua e qualche bicchiere di aceto. Infine, risciacquate sotto l’acqua corrente e il gioco è fatto!

Guarnizione

Dal momento che la guarnizione trattiene l’umidità, tende spesso a presentare sporco, cattivi odori e muffa. Per questo, l’aceto può venire in nostro soccorso in quanto vanta proprietà pulenti, anti-odore e antibatteriche.

Immergete, quindi, un panno in microfibra in una ciotola contenente aceto e passatelo, poi, sulla guarnizione. Ripassatelo più volte e risciacquate il panno fino ad eliminare tutto lo sporco accumulato. Infine, asciugate in maniera accurata fino ad eliminare ogni traccia di acqua.

Per un effetto più efficace, potete aggiungere anche qualche goccia di olio essenziale di Tea tree oil, il quale possiede proprietà anti-fungine e antimicotiche e aiuta a prevenire la formazione di muffa. Se nonostante il trucchetto dell’aceto, la guarnizione continua a presentare macchie di muffa, allora vi consigliamo la pasta pulente, la quale combina l’aceto con il bicarbonato e il succo di limone.

Mescolate, quindi, il bicarbonato con succo di limone e con l’aceto in una ciotola fino ad ottenere una sorta di pasta, dopodiché, servitevi di uno spazzolino vecchio da denti per distribuire il composto così ottenuto su tutto l’interno della guarnizione. A questo punto, lasciate agire per un po’, dopodiché risciacquate e asciugate accuratamente

Per la superficie esterna

Quando si procede con la pulizia della lavatrice, si dedica più attenzione alle componenti interne, trascurando la superficie esterna di questo elettrodomestico, la quale tende spesso a presentare macchie di sporco o di polvere.

Anche in questo caso, potrete servirvi dell’aceto, mettendo giusto qualche goccia su una spugna inumidita, dal lato non abrasivo, e strofinandola, poi, sulla superficie della lavatrice. Successivamente risciacquate con acqua fresca e con un panno ben strizzato! Potete anche realizzare una miscela con acqua e aceto e travasarla in un flacone spray, così da poterla utilizzare all’occorrenza.

Avvertenze

Vi ricordo che è importante leggere sempre eventuali istruzioni di fabbrica della lavatrice. Inoltre, per i metodi che non prevedono lavaggi a vuoto, occorre togliere la spina dell’elettrodomestico.

C’è un lungo dibattito sull’utilizzo dell’aceto in lavatrice e sul suo impatto non proprio ecologico sull’ambiente, sebbene sia, di gran lunga, meno inquinante rispetto a molti detersivi disponibili in commercio.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.