Come risparmiare sul Condizionatore e rinfrescare velocemente la casa se fuori fa caldo

552
risparmiare-condizionatori

Con le alte temperature estive, utilizzare elettrodomestici quali ventilatori e condizionatori sembra inevitabile, in quanto aiutano a rinfrescarci.

La pecca, però, è che questo utilizzo eccessivo non solo ha un certo impatto ambientale, ma comporta anche costi eccessivi in bolletta.

Ma noi oggi vedremo insieme come risparmiare sul condizionatore e rinfrescare velocemente la nostra casa con questi trucchetti efficaci!

Attenzione agli elettrodomestici e ai dispositivi

Per quanto vi possa sembrare banale, sembra proprio che i dispositivi e gli elettrodomestici contribuiscano ad emanare il calore e a riscaldare, quindi, ulteriormente gli ambienti domestici.

Per questo, vi consigliamo di non tenere accesi troppi elettrodomestici e di limitare il loro consumo nelle giornate più calde. Da evitare assolutamente è l’utilizzo del forno, il quale surriscalderebbe troppo la casa. Evitate, anche l’abuso di luci artificiali intense, in quanto è meglio sfruttare la luce solare in grado di essere una fonte di illuminazione naturale.

No alla condensa e il vapore

Quotidianamente, in casa, siamo solite svolgere attività in grado di produrre molta condensa e vapore, che tendono, poi, ad incrementare la sensazione di calore nella nostra casa.

Per evitare la formazione dell’umidità e della condensa, vi consigliamo di fare la doccia o il bucato nelle ore più fresche della giornata e di evitare di perdere troppo tempo ai fornelli, preparando cibi troppo elaborati, nelle ore più calde.

Giù le tapparelle

Se da una parte è bene lasciare entrare la luce naturale in casa, d’altra parte questo potrebbe far sì che la casa sia troppo esposta alla luce diretta del sole e che assorba, quindi, troppo calore.

Per questo, vi raccomandiamo di tenere le tapparelle abbassate nelle stanze esposte al sole e nelle ore più calde del giorno, così da fare ombra e da riparare la casa dall’eccessivo caldo. Al contempo, però, ricordatevi di aprirle durante la notte e le prime ore del mattino così da far arieggiare la casa e renderla subito più fresca!

Se avete un balcone

In caso abbiate dei balconi, potete sfruttarli per schermare i raggi solari ed evitare, quindi, l’esposizione della vostra casa al sole. Perciò, posizionate delle tende o un ombrellone così da ricreare una sorta di avamposto ombreggiato alle porte o finestre della vostra casa.

Anche le piante possono essere una manna dal cielo, in quanto alcune sono in grado di bloccare l’entrata dei raggi solari. Tra queste, le piante rampicanti che fanno ombra e purificano l’aria.

Tende bianche

Un altro trucchetto per far meglio “respirare” la vostra casa consiste nell’utilizzare complementi di arredo e biancheria da letto di colore bianco, il quale riflette i raggi solari e, quindi, evita che possano entrare nella nostra casa.

È fortemente consigliabile, quindi, prediligere le tende bianche, le quali fungono da vero e proprio schermo protettivo, piuttosto che quelle nere che, invece, tendono ad assorbire i raggi solari.

Se, poi, volete un altro trucchetto per stare più fresche di notte a letto, allora vi raccomandiamo di utilizzare tessuti chiari che tendono ad essere più traspiranti. Via libera, quindi, a lenzuola o pigiami di cotone o lino bianchi o comunque chiari. E se la vostra biancheria e le vostre tende sembrano essere ingrigite, ecco come sbiancarle!

Trucchetto del ventilatore

Infine, ecco l’ultimo trucchetto, in grado di rendere fresca la vostra casa senza dover ricorrere all’aria condizionata, ma utilizzando solo un ventilatore.

Prendete, quindi, una scodella contenente un po’ di sale e riempitela di cubetti di ghiaccio. Dopodiché, posizionatela davanti al ventilatore e accendetelo: noterete che il ghiaccio verrà nebulizzato nell’aria portando una ventata di freschezza tale da farvi sentire subito più fresche!

In alternativa alla scodella o alla zuppiera, potete anche utilizzare una bottiglia di acqua in plastica da 2 litri. Riempitela, quindi, con acqua e 150 gr di sale, dopodiché lasciatela congelare nel freezer. A questo punto, posizionatela davanti al ventilatore, accertandovi di non bloccare il flusso d’aria, ma facendo sì che l’aria ci passi attraverso.

N.B: Accertatevi che le bottiglie in plastica non perdano acqua. In caso contrario, infatti, l’acqua potrebbe entrare nel ventilatore rompendolo o causando corto circuiti.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.