Il Trucchetto della Stagnola per Risparmiare quando Accendi i Termosifoni

765
come-risparmiare-sui-termosifoni-metodo-carta-stagnola

L’arrivo dell’inverno vuol dire solo una cosa: bevanda calda, coperta e un bel film!

Non esistono, però, solo i momenti di relax. Durante la giornata vogliamo avere un ambiente caldo e confortevole per svolgere le nostre azioni quotidiane o quando torniamo a casa dopo una giornata di lavoro.

È in quel momento che subentrano i termosifoni, ci danno il calore di cui abbiamo bisogno per ripararci dal freddo pungente.

Tuttavia, questi consumano una notevole quantità di energia che a fine mese pesa sul bilancio generale, soprattutto se in casa ne sono presenti più di uno.

Dunque, possiamo conoscere delle strategie per non sprecare energia e non avere una bolletta troppo salata: vediamo il metodo della carta stagnole per risparmiare sui termosifoni!

Perché funziona?

Innanzitutto vediamo cos’è questo rimedio e perché funziona, non a caso è molto usato nelle case grandi che hanno bisogno di tempo per riscaldarsi.

La carta stagnola (o alluminio) ha una proprietà termoriflettente, ovvero riesce a riflettere e contenere il calore che viene trasmesso.

In questo modo, quando poniamo un pannello di carta stagnola dietro ad un termosifone, il calore non penetrerà nel muro, ma verrà rinviato nell’ambiente, riuscendo a riscaldarlo in meno tempo.

Ne consegue che possiamo spegnere prima i caloriferi e risparmiare energia e denaro.

Pannello fai da te

Questo sistema di cui abbiamo appena parlato, può essere creato con le vostre mani, non ci vuole molto tempo a preparare un pannello fai da te, vediamo in che modo!

Occorrente

  • Cartone (grande da ricoprire tutto il termosifone)
  • Fogli di carta
  • Fogli di carta stagnola
  • Colla

Procedimento

Andiamo avanti con il procedimento per creare il nostro pannello riflettente!

Ricoprite il cartone con fogli A4 (se possedete qualche quaderno vecchio che non usate o fogli che dovete gettare, usate quelli), attaccateli su ambe le pareti del cartone.

In seguito fate asciugare la colla e ricoprite il tutto con i fogli di carta stagnola, ricordate sempre di incollarli per bene.

Ecco che è pronto il vostro pannello! Posizionatelo dietro il termosifone mettendolo o direttamente a terra, oppure creando dei fori e legandolo con uno spago al calorifero.

Pannello termoriflettente

Un’altra soluzione, nel caso in cui non vogliate crearne uno da soli, è quella di acquistare direttamente un pannello termoriflettente.

Assicuratevi che siano della grandezza giusta del termosifone e non più piccoli, altrimenti perderanno la loro efficacia.

Ad oggi esistono in commercio quelli specifici per i termosifoni, si tratta di un rullo grande che viene tagliato in base alle dimensioni del calorifero.

Vedrete che con una delle due opzioni la vostra casa sarà calda in poco tempo e risparmierete sull’energia!

N.B. Durante il tempo in cui accendete i termosifoni, vi consiglio di chiudere le finestre e i balconi, altrimenti il calore fuoriesce facilmente, obbligandovi ad a tenerli costantemente in funzione.

Avvertenze

È importante seguire attentamente i consigli, la carta stagnola (o fogli di alluminio) non può essere sostituita da quella normale.

Se il termosifone dovesse avere perdite o non dovesse riscaldarsi, vi consiglio di sentire il parere di un esperto.