Come Sbiancare gli Asciugamani senza Candeggina? Basta questo Metodo semplicissimo

605
sbiancare-asciugamani-senza-candeggina

Gli asciugamani sono davvero indispensabili in quanto ci permettono di asciugare la nostra pelle dopo averla detersa e pulita.

Spesso, però, capita che con il passare del tempo o con lavaggi sbagliati, tendono ad ingiallirsi e a presentare delle macchie che li rendono vecchi e usurati pur non essendolo.

Per questo, oggi vedremo insieme come sbiancare gli asciugamani senza utilizzare la candeggina ma servendoci solo di rimedi casalinghi e naturali.

Bicarbonato

Il primo ingrediente che vi consigliamo è il bicarbonato, un ingrediente che vanta proprietà pulenti e sbiancanti molto efficaci. Versate, quindi, 4 cucchiai di bicarbonato in una bacinella contenente acqua calda e immergete, poi, gli asciugamani ingialliti o con macchie.

Lasciateli in ammollo per qualche ora o per tutta la notte, dopodiché procedete con il comune lavaggio. Se volete procedere con il lavaggio in lavatrice, allora potete aggiungere un cucchiaio di bicarbonato nel cestello e avviare il ciclo di lavaggio.

Aceto

Un altro ingrediente in grado di sbiancare i vostri asciugamani è l’aceto, il quale vanta una forte azione sbiancante e sgrassante. 

Versate, quindi, mezzo bicchiere di aceto bianco in una bacinella piena di acqua calda e immergete, poi, gli asciugamani al suo interno. Lasciateli in ammollo per qualche ora o per tutta la notte, dopodiché risciacquateli e procedete con il comune lavaggio.

Oltre a sbiancarli, l’aceto aiuterà anche a neutralizzare i cattivi odori che spesso troviamo sugli asciugamani.

Acido citrico

Se non volete utilizzare l’aceto, potete provare l’acido citrico, il quale è più ecologico pur essendo molto efficace. Sciogliete, quindi, 150 gr di acido citrico in 1 l di acqua tiepida e versate, poi, circa 100 ml di questa miscela nella vaschetta del detersivo ad ogni lavaggio in lavatrice: i vostri asciugamani saranno come nuovi!

In caso di lavaggio a mano, vi basterà versare 150 grammi di acido citrico in 1 litro di acqua tiepida e lasciare in ammollo tutti gli asciugamani per circa 2 ore. Risciacquateli e procedete con il normale lavaggio. Come se non bastasse, poi, questa miscela può essere una manna dal cielo anche per pulire la lavatrice e rimuovere il calcare al suo interno! 

Percarbonato di sodio

Non solo il bicarbonato è in grado di sbiancare i vostri capi, ma anche un suo “cugino”: il percarbonato di sodio, considerato un’alternativa ecologica alla candeggina. Vi chiediamo, però, di utilizzarlo con acqua ad alte temperature (superiori ai 30°) per far sì che venga attivata la sua funzione sbiancante.

Versate, quindi, due cucchiai di percarbonato in una bacinella di acqua calda, immergete i vostri asciugamani al suo interno e lasciateli in ammollo per qualche ora. Dopodiché, risciacquateli e il gioco è fatto!

Se volete, poi, procedere con il lavaggio in lavatrice, allora potete aggiungere un misurino nella vaschetta del detersivo e procedere con un lavaggio ad alte temperature.

Ecco un video dove usiamo proprio il percarbonato per sbiancare asciugamani, strofinacci e panni bianchi in generale.

Limone

Dopo il bicarbonato, l’aceto e il percarbonato, come poteva mancare all’appello il limone, l’grume noto proprio per il suo essere uno sbiancante naturale per il bucato?

Tagliate, quindi, due limoni a fettine e versatele in un litro di acqua bollente. Aggiungete, poi, gli asciugamani da sbiancare e lasciate agire per circa 30 minuti. Infine, lavateli con il comune lavaggio.

In caso di lavaggio in lavatrice, invece, vi basterà mescolare mezza tazza di succo di limone in 500 ml di acqua e versare il tutto nella vaschetta del detersivo. Dopodiché, avviate il ciclo di lavaggio e i vostri asciugamani saranno bianchi come la neve!

N.B Fate attenzione a maneggiare la pentola con acqua bollente perché potreste scottarvi. Vi ricordiamo di utilizzare il succo di limone solo su asciugamani chiari e bianchi a causa della sua funzione altamente sbiancante.

Acqua ossigenata

Infine, ecco a voi l’ultimo rimedio, il quale sebbene non sia propriamente naturale, ha comunque un approccio ecologico e può essere utilizzato, quindi, come sostituto della candeggina. Di cosa parliamo? Dell’acqua ossigenata!

Il trucchetto è molto semplice, in quanto vi basterà aggiungere un cucchiaio di acqua ossigenata in lavatrice e procedere con il lavaggio: che candore! Inoltre, l’acqua ossigenata in lavatrice è efficace anche per pulirla dalla muffa e dallo sporco!

N.B Vi ricordiamo di utilizzare l’acqua ossigenata solo con gli asciugamani bianchi e di essere certe che non ci siano altri capi in lavatrice; l’acqua ossigenata, infatti, potrebbe scolorirli. Inoltre, ricordatevi di utilizzare l’acqua ossigenata a basso volume.

Avvertenze

Consultate sempre le etichette di lavaggio per accertarvi di non rovinare i vostri asciugamani.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.