Come sgonfiare la pancia

607
desmodio-pianta-depurativa-fegato

Addome gonfio e pancetta sono problemi che assillano donne e uomini, che si distruggono nelle palestre o seguono diete drastiche per eliminarli. Non c’è nulla di più sbagliato che seguire una dieta fai-da-te, o peggio ancora non mangiare e consumare solo energie in palestra senza sostegno alimentare/energetico.

Spesso una pancia gonfia può portare anche a problemi di stitichezza, oppure la stipsi può aumentare il gonfiore addominali. Bisogna intervenire subito con un corretto stile di vita, un’alimentazione equilibrata e…dei piccoli trucchi, dei sani consigli per sgonfiare la pancia e avere un addome piatto in breve tempo (uniti ad una corretta e sana alimentazione). Scopriamoli insieme. Leggi anche 15 piccoli cambiamenti al tuo stile di vita.

Bere acqua

Non c’è cosa più semplice e banale per sgonfiare la pancia di bere molta acqua. Questo liquido è indispensabile per il nostro organismo che ha bisogno di un quantitativo giornaliero di almeno 2 litri. L’acqua (alla quale potete abbinare il consumo di tisane depuranti):

  • idrata
  • depura dalle scorie
  • purifica
  • combatte la cellulite
  • sgonfia l’addome

Cibi da consumare

La causa principale di gas addominale e addome gonfio sono alcuni cibi considerati dannosi per l’organismo. Per evitare che si formi la fastidiosa aria e avere un addome piatto e snello è importante eliminare (o ridurre) dal regime alimentare i seguenti cibi e bevande:

  • bibite zuccherate
  • bibite gassate
  • spezie
  • cibi grassi
  • lievito
  • farine raffinate
  • latte e derivati (consigliati solo parmigiano reggiano e yogurt)
  • zuccheri artificiali
  • gomme da masticare
  • legumi

A questi alimenti va aggiunto un moderato e limitato consumo di sale. Il consiglio quindi è preferire, acqua, tisane (anche al mattino al posto de caffè), frutta e verdura con moderazione (ad eccezione di cavoli, broccoli, cavolfiori, cipolle e cetrioli che causano gonfiore se assunti con esagerazione), pesce azzurro, carni bianche, yogurt ( come usare quello scaduto?), parmigiano e consumare pasti regolari (ovvero mangiare poco e spesso).

No stress

Lo stress è una delle cause principali di gonfiore della pancia. Tutti i sentimenti negativi come nervosismo, ira, rabbia, paura e ansia possono causare dei disturbi metabolici e infiammazioni intestinali (sintomi da colon irritabile).

Relax e tranquillità sono le parole d’ordine. Anche al momento dei pasti è necessario non essere di fretta, ma mangiare seduti, piano, con calma e masticando lentamente. Mangiare velocemente è uno dei principali fattori di rischio di sovraccarico intestinale. Prendete l’abitudine dopo pranzo e cena di alzarvi e fare qualche passeggiata (anche in casa). Per rilassarvi ulteriormente fate dei massaggi alla pancia ogni volta che vi trovate sul divano o nel letto prima di addormentarvi.

Attività fisica

Il movimento è dopo l’alimentazione il principale alleato della pancia sgonfia e di un addome invidiabile. Fare attività fisica con regolarità (anche una semplice passeggiata di 20 minuti) vi aiuterà ad evitare:

  • gas addominali
  • gonfiori
  • difficoltà digestive
  • rallentamento metabolico

ma favorirà una pancia sgonfia e soprattutto allontanerà stress emotivi e emozioni negative.

Altri rimedi e…post parto!

Oltre a consigli pratici su come eliminare la pancia gonfia, che corrispondono a vere e proprie abitudini e stili alimentari, è importante intervenire anche con rimedi naturali come: carbone vegetale (acquistabile nelle migliori farmacie e erboristerie) e l’olio essenziale di anice stellato (con importanti proprietà antimicrobiche, antivirali e anti-meteorismo e aerofagia).

E per eliminare la pancia dopo situazioni eccezionali come il parto? Recuperare tono ed elasticità in poco tempo dopo il parto non è semplice. Il recupero dipende da donna a donna, ma in genere efficaci rimedi sono:

  • bere molta acqua
  • assumere Vitamina E
  • esercizi fisici mirati

Basta poco per avere una pancia sgonfia, un addome piatto e una silhouette snella. Se avete difficoltà affidatevi ad un nutrizionista che vi aiuterà con un programma alimentare specializzato. Evitate fai-da-te.