Evitare i dolci per combattere la malinconia delle feste

436
evitare-dolci-per-combattere-malinconia-natalizia

È proprio il suggerimento offerto dall’Università del Kansas, pubblicata sulla rivista Medical Hypotheses.

Nonostante il Natale sia uno dei momenti che le persone attendono con più entusiasmo (per non parlare della frenesia collegata ai regali e alle serate in famiglia), sono molti coloro che ogni anno percepiscono una certa malinconia durante le feste.

Si scaturisce un vero e proprio “effetto Grinch” (ricordate il personaggio verde del film che odia tremendamente il Natale?). La malinconia delle feste, definita in inglese holiday blues, si manifesta con un atteggiamento di distacco, tristezza e a volte anche depressione.

Queste sensazioni tristi e negative, secondo gli esperti, possono accentuarsi con il consumo di dolci.

Lo studio, il cui autore è Stephen Ilardi, ha messo in luce gli effetti negativi scaturiti dallo zucchero.

Durante le feste natalizie accadono diversi mutamenti: c’è meno luce durante il periodo invernale, o possono avvenire dei cambiamenti del sonno. Inoltre può aggiungersi una sensazione di solitudine e tristezza, dovuta a problemi personali o familiari.

In questo contesto, secondo lo studio effettuato dagli esperti, il consumo eccessivo di zuccheri può innescare processi metabolici e infiammatori legati a malattie depressive.

Come afferma Ilardi, gli zuccheri producono lo stesso effetto di una droga (e quindi anche dipendenza). Anche se producono un iniziale (e immediato) miglioramento dell’umore, la successiva assenza di zuccheri (dopo un consumo eccessivo) porta a un peggioramento dell’umore stesso.

Inoltre, secondo un’indagine condotta dall’Università di Liverpool, dobbiamo stare attenti anche all’inattività. Non praticando attività fisica durante le feste natalizie, basterebbero due settimane per danneggiare muscoli e ossa e aumentare il grasso corporeo.

Ovviamente, il segreto è non esagerare. Si può essere pronti alle feste con una depurativa winter detox, oppure cercare di stare attenti e non esagerare a tavola ma concedendosi qualche sfizio di tanto in tanto.

Quanto all’attività fisica, non dobbiamo sacrificarci enormemente per stare bene anche a Natale. Anche una camminata di 30 minuti può beneficiare al nostro corpo.

E, perché no, a Natale deve esserci sempre gioia. Può essere una buona occasione per mettere da parte il proprio orgoglio e riconciliarsi con le persone care.

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.