Come riconoscere il problema della tua Orchidea dalle sue foglie

1099
problemi-foglie-orchidea

L’eccitazione di aver appena acquistato una pianta di orchidea spesso scompare velocemente quando ci si rende conto di quanto sia difficile prendersene cura!

Questa pianta di origini tropicali, infatti, è famosa per la bellezza dei suoi fiori, ma anche per le diverse esigenze di cura e attenzioni per mantenersi rigogliosa e in salute.

Un segno che qualcosa non va è dato dalle sue fogliebasta uno sguardo, a volte, per capire subito cosa si nasconde dietro una sfumatura un po’ più gialla o un appassimento prematuro.

Scopriamo insieme come fare per riconoscere il problema della tua orchidea proprio osservando le sue foglie.

Foglie gialle

Uno dei casi più frequenti è quello dell’ingiallimento delle foglie della tua orchidea. Si tratta di un fenomeno molto evidente in quanto le foglie di questa pinta sono generalmente molto grandi e ampie: un qualcosa che, però, può suggerire più di una problematica.

Sicuramente una delle principali cause delle foglie gialle è una cattiva esposizione dell’orchidea alla luce solare: forse abbiamo messo la pianta in un posto troppo buio o, al contrario, eccessivamente luminoso.

Ricordiamo sempre che l’orchidea deve essere tenuta alla luce solare indiretta, magari dietro un vetro opacizzante in modo che i raggi del sole non la colpiscano troppo violentemente.

Un altro problema che può nascondersi dietro l’ingiallimento delle foglie è quello di una sbagliata irrigazione della pianta: probabilmente abbiamo innaffiato l’orchidea troppo o troppo poco.

Foglie spaccate

In alcune gravi circostanze le foglie dell’orchidea possono spaccarsi come se fossero spezzate.

Capita quando abbiamo trascurato troppo la pianta, innaffiandola poco, ma anche quando abbiamo per sbaglio lasciato l’orchidea alla luce diretta o a temperature troppo alte, vicine ai 30 °C.

Foglie flosce e molli

Certo, vedere un’orchidea con le foglie tutte flosce e molli non è il massimo. Purtroppo, però, questo può capitare quando abbiamo esagerato nelle innaffiature, somministrando alla pianta troppa acqua.

Ah dimenticavo! Se ti piacciono questi Consigli Naturali posso inviarteli ogni giorno direttamente su Messenger! Iscriviti al mio Canale! Ti aspetto!

Importante è dosare bene l’acqua, innaffiando molto poco nei mesi autunnali invernali per poi aumentare a poco a poco le innaffiature con l’aumento primaverile delle temperature.

Per non sbagliare, controlla sempre lo stato del terreno e innaffia quando il terreno è ormai asciutto e non più umido.

Foglie secche

Il fenomeno inverso è quello delle foglie secche! Le foglie della tua orchidea possono, infatti, presentarsi più sottili e meno morbide del solito, assumendo sfumature marroni.

In questo caso, forse hai innaffiato troppo poco la pianta, portandola gradualmente a seccarsi.

Foglie bucate

Non è molto frequente che le foglie dell’orchidea si buchino: queste, infatti, sono abbastanza spesse e resistenti.

Capita, però, che questo si verifichi quando la pianta è stata attaccata da parassiti. Tra i più comuni c’è sicuramente la cocciniglia: questo parassita, simile a un piccolo scarafaggio bianco, lascia sulle foglie una sostanza zuccherina detta melata e si nutre della linfa delle foglie bucandole. Ovviamente, il rischio è maggiore se si tiene l’orchidea all’esterno, ma non è impossibile che il parassita colpisca anche le piante da appartamento.

Per evitare che si verifichi, tieni pulite le foglie o utilizza un prodotto anti-parassitario.

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".